Gary Holt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gary Wayne Holt

Gary Wayne Holt (Richmond, 4 maggio 1964) è un chitarrista statunitense.

Risiede a San Francisco, California ed è conosciuto per essere un membro storico del gruppo thrash metal Exodus. Tra le sue influenze chitarristiche cita Ritchie Blackmore, Michael Schenker, Angus Young, Tony Iommi, Uli Jon Roth, Matthias Jabs e Ted Nugent[1]. Tra i suoi gruppi menziona Venom, Motorhead, Black Sabbath, primi Iron Maiden e Judas Priest[1].

Entrò negli Exodus nel 1981, sostituendo Tim Agnello, ed è l'unico membro del gruppo ad aver suonato in tutti i dischi pubblicati. Musicista tecnicamente molto preparato, egli e il secondo chitarrista Rick Hunolt vennero ribattezzati gli "H-Team", nome ispirato alla popolare serie televisiva degli A-Team e chiamati così dato che il loro cognome inizia con la lettera "H". Attualmente, Hunolt ha lasciato il gruppo ed è stato sostituito da Lee Altus.

Attualmente Gary è endorser ufficiale della Schecter Guitar Research; prima di tale contrattualità ha suonato un modello di chitarra "signature" (firmato) della Bernie Rico Jr., in passato ha usato Ibanez e Jackson Guitars.

Nell'ottobre del 2008 Gary ha rilasciato un video didattico chiamato "A Lesson In Guitar Violence". Dal 2011 collabora con gli Slayer per sostituire Jeff Hanneman, fermo a causa di gravi problemi di salute, e vi rimane come sostituto in seguito alla morte di quest'ultimo, il 2 maggio 2013.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Intervista a Gary Holt su www.metal-invader.com

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]