ESP - Fenomeni paranormali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
ESP - Fenomeni paranormali
ESP - Fenomeni paranormali.JPG
Una scena del film
Titolo originale Grave Encounters
Lingua originale inglese
Paese di produzione Canada
Anno 2011
Durata 92 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere orrore
Regia The Vicious Brothers
Sceneggiatura The Vicious Brothers
Produttore Shawn Angelski
Produttore esecutivo Michael Karlin
Casa di produzione Twin Engine Films, Digital Interference Productions
Distribuzione (Italia) Eagle Pictures
Fotografia Tony Mirza
Montaggio The Vicious Brothers
Effetti speciali Colin Minihan
Musiche Quynne Craddock
Scenografia Paul McCulloch
Costumi Natalie Simon
Trucco Amber Makar
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

ESP - Fenomeni paranormali (Grave Encounters) è un film horror canadese-americano diretto dai The Vicious Brothers. Girato in stile falso documentario. il titolo italiano del film riprende l'acronimo inglese di "percezione extrasensoriale" ("Extra-Sensory Perception").

Trama[modifica | modifica sorgente]

Una troupe televisiva lavora a un reality in stile falso documentario, dal titolo Grave Encounters (ESP - Fenomeni Paranormali in italiano). Un episodio viene filmato nel Collingwood Psychiatric Hospital, un vecchio ospedale psichiatrico abbandonato da tempo. La troupe gira "interviste" a dei testimoni che raccontano di inspiegabili fatti (fenomeni paranormali accaduti in passato nell'edificio); si parla anche di un neurologo, Friedkin, che faceva esperimenti sul cervello dei malati, ucciso in seguito da sei pazienti che erano fuggiti dalle loro stanze. La troupe decide così di restare nell'ospedale per una notte e verificare quello che si vocifera riguardo alla clinica. Tuttavia, inizialmente non si verifica nessun fenomeno paranormale quando all'improvviso T.C, il cameraman del gruppo, intravede in un corridoio una sedia a rotelle che in precedenza non c'era e mentre riceve una telefonata dalla famiglia, dando le spalle alla stessa sedia a rotelle questa si inizia a muovere. I veri problemi inizieranno quando Sasha, unica ragazza del gruppo, verrà toccata alla testa da una misteriosa entità. Il fenomeno provocherà la fuga dei quattro reporter tanto che, impauriti, decideranno di sfondare la porta da cui erano entrati (la porta era stata chiusa con una catena dal custode su ordine del reporter Lance per rendere le riprese più avvincenti e sarebbe dovuta essere aperta il mattino successivo alle sei) per fuggire dall'ospedale. Sfondata la porta, la troupe scoprirà con orrore che essa non porta fuori dall'edificio, bensì, inspiegabilmente, nell'atrio. Intanto Matt, il tecnico del gruppo sparirà nel nulla mentre era intento a recuperare le attrezzature.

I reporter vagando per l'edificio noteranno inoltre che i loro orologi segnano le otto del mattino passate, mentre Lance dirà sicuro di aver letto che il Sole sarebbe sorto alle 7.45, fuori sarà ancora inspiegabilmente notte, persino nelle ore successive, quando lo stesso Lance affermerà che sono le 13 passate con l'orologio del suo cellulare (mostrandolo alla videocamera). Ritornati nella hall di ingresso T.C. ricorderà di aver intravisto (durante le riprese esterne) una scala d'emergenza partire dal tetto, recandosi all'uscita e salendo per le scale, troveranno un muro al posto della porta; le finestre non potranno essere aperte poiché hanno tutte le sbarre e anche dando un'occhiata alla pianta dell'ospedale nessuno riuscirà a capire come uscire o in che piano si troveranno. Pian piano ogni individuo inizierà inoltre a diventare paranoico.

I fenomeni col passare del tempo diventeranno sempre più violenti; continuando a girare nell'ospedale noteranno una figura correre da una camera all'altra. Credendo sia Matt si recheranno da questa persona che altro non è che un fantasma. Quando Sasha si appoggierà a una porta, un braccio romperà il vetro al centro e tenterà di afferrarla; Lance, Sasha e T.C si nasconderanno in uno sgabuzzino, ma nel sonno però qualcuno scriverà con dei tagli la scritta "Hello" sulla schiena di Sasha e un'etichetta bianca verrà affissa ai loro polsi con su scritto i loro nomi e le loro date di nascita. Nel frattempo Houston Gray, il falso sensitivo, resterà da solo al buio, verrà strangolato e sbattuto a terra da una forza invisibile. Matt, il tecnico, verrà ritrovato in una camera con una veste bianca e anche lui con un braccialetto identificativo bianco al polso ormai impazzito. Rifugiandosi in una stanza, cercheranno di capire in che condizioni si trova Matt mentre nei corridoi dell'ospedale continueranno a riecheggiare le risate e le urla isteriche degli ormai defunti pazienti. In quel preciso istante Matt affermerà che l'unica via d'uscita dall'ospedale sarà quella di farsi curare. All'improvviso nella stanza un forte urlo li sveglia e delle mani nere appariranno sui muri, intente ad afferrare i ragazzi. Nel panico, Lance, Sasha. T.C e l'ormai impazzito Matt si ritroveranno in una sala dove si trovava la famosa vasca da bagno in cui una paziente si era tagliata i polsi suicidandosi. Matt viene attratto dalla vasca, e mentre T.C tenterà di portarlo via verrà afferrato dal fantasma della paziente nella vasca piena di sangue sparendo come se nulla fosse.

I tre rimasti (Lance, Sasha e Matt) decideranno quindi di andare nelle gallerie sotterranee; trovano un ascensore e Lance, andando a prendere una sbarra per aprirlo, troverà una lingua per terra, quella di un paziente fantasma che li aggredisce, mentre Sasha e Lance tentano di bloccare il fantasma, Matt afferrerà la telecamera e si butterà giù nella tromba dell'ascensore morendo sul colpo.

Così Lance e Sasha, ormai soli, giungeranno alle interminabili gallerie, disperati e affamati. Sasha dimostrerà inoltre di non trovarsi in ottime condizioni fisiche ed inizierà a tossire sangue. Mentre si riposano una densa nube di fumo porta via Sasha, mentre una delle telecamere fisse riprende la scena. Lance sarà dunque costretto ad andare avanti da solo, con la telecamera come unica fonte di luce; registrando la sua voce su un nastro inizierà a chiedere alle entità cosa vogliono da lui. Risentendo il nastro migliaia di risate confermeranno il fatto che le entità misteriose presenti nell'ospedale si stanno prendendo gioco di lui. Lance ormai solo impazzisce anche lui, e affamato uccide e mangia un topo. Continuerà a sentire voci e si addormenterà. Risvegliandosi troverà una porta di fronte a lui che prima non c'era, e dentro troverà dei crani umani e dei libri di alcune sette sataniche. Si renderà conto che quella sala altro non era che il laboratorio dove Friedkin svolgeva i suoi esperimenti; mentre girovaga nella stanza, troverà proprio Friedkin con la sua équipe vicino a un tavolo intento ad operare. All'inizio Lance è stupito e i dottori lo guardano sorpresi, poi Friedkin si scaglierà con faccia demoniaca su Lance; si sentiranno le urla di Lance mentre verrà trascinato sul tavolo chirurgico dove gli verrà fatta una lobotomia, e dopo un'interferenza, rivedremo Lance che, riprendendosi la telecamera, dice con fare demente che finalmente sta meglio e che potrà tornare a casa invitando il pubblico alla prossima puntata di ESP - Fenomeni Paranormali.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

È il primo film dei registi The Vicious Brothers e segue il genere dei predecessori Paranormal Activity, REC e The Blair Witch Project. Se non si contano i costi degli effetti speciali (tra l'altro inseriti in una cinepresa modesta) il film non ha richiesto una grande manutenzione: si sono spesi i soldi per gli effetti speciali, per gli attori e per la location[non chiaro]; non venne mai specificato, però, a chi appartenesse e cosa fosse in realtà la location, proprio perché si trattava di un falso documentario.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film in Italia è stato distribuito dalla Eagle Pictures il 1º giugno 2011.

Promozione[modifica | modifica sorgente]

« La paura è reale… »
(Tagline del film.)

Seguito[modifica | modifica sorgente]

Un seguito del film, ESP² - Fenomeni paranormali, è stato prodotto nel 2012, e la sua distribuzione in Italia è avvenuta il 1º agosto 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema