Duke Kahanamoku

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Duke Kahanamoku
DukeKahanamoku.jpeg
Dati biografici
Nome Duke Paoa Kahinu Mokoe Hulikohola Kahanamoku
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nuoto Swimming pictogram.svg
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Oro Stoccolma 1912 100m sl
Argento Stoccolma 1912 4x100m sl
Oro Anversa 1920 100m sl
Oro Anversa 1920 4x100m sl
Argento Parigi 1924 100m sl
 

Duke Paoa Kahinu Mokoe Hulikohola Kahanamoku (Honolulu, 24 agosto 1890Honolulu, 22 gennaio 1968) è stato un nuotatore, surfista e attore statunitense.

Firma di Duke Kahanamoku

Detto The big Kahuna[1][2] (in lingua hawaiiana kahuna indica una persona importante della comunità), fu campione olimpico di nuoto ed è genericamente considerato l'inventore del surf moderno.

In quanto primogenito, Duke (che in inglese significa duca) ricevette il nome del padre. A sua volta il padre alla nascita, nel 1869 era stato chiamato così in onore del Duca di Edimburgo che proprio quell'anno visitava ufficialmente le Hawaii. Quando Duke divenne conosciuto in tutto il mondo per le sue vittorie olimpiche, a causa del suo nome diversi giornalisti ipotizzarono un discendenza nobile, ma alle domande della stampa Duke si limitava a rispondere: "Mio padre è un poliziotto." Fin da giovanissimo, come tutti i bambini hawaiani, Duke ha una predilezione per l'oceano. La scuola che frequenta è a due passi dal mare e finite le lezioni va in acqua a nuotare ed inizia a surfare con una primitiva tavola che lui chiamerà la sua papa nui.

Oltre al surf Duke dimostra ben presto di essere un ottimo nuotatore. Nel 1911, in un meeting svoltosi nella baia del porto di Honolulu Duke vince la gara delle 100 yard stile libero con il tempo di 55"4, battendo il record mondiale di ben 4"6. Duke batte anche il record nella gara delle 220 yard e eguaglia quello sulle 50 yard, ma l'Amateur Athletic Union non riconosce questi record fino a diversi anni dopo.

Nel 1912 Kahanamoku riesce a qualificarsi con facilità nella squadra olimpica di nuoto americano per le olimpiadi di Stoccolma dove vince la medaglia d'oro nei 100 m stile libero e quella d'argento nella staffetta 4x200 m, sempre stile libero. Nel 1920 ad Anversa Duke si riconferma campione olimpico nei 100 m, battendo l'altro hawaiano Pua Kele Kealoha e vince l'oro anche nella staffetta. La fantastica carriera di Duke si conclude a Parigi nel 1924 dove conquista l'argento nei 100 m, dietro a Johnny Weissmuller e davanti a suo fratello Samuel Kahanamoku.

Nel periodo tra le competizioni olimpiche e successivamente al ritiro dalle competizioni, Duke compie diversi viaggi, particolarmente negli Stati Uniti e in Australia, partecipando a gare di nuoto dimostrative. Fu durante questo periodo che egli diffuse al di fuori delle Hawaii il surf, proponendolo durante le sue esibizioni. Durante il suo soggiorno in California, Duke interpretò anche alcuni film ad Hollywood, aumentando così ancor di più la sua popolarità e quella del nuoto e del surf.

Duke Kahanamoku fu la prima persona ad essere iscritta sia nella International Swimming Hall of Fame (la Hall of Fame del nuoto) che nella Surfing Hall of Fame (la Hall of Fame del surf). A lui venne dedicata l'annuale gara tra i migliori surfisti in circolazione, Duke Kahanamoku Invitational Surfing Championships, che si tenne nelle Hawaii dal 1968 al 1975. Dal 1932 al 1961 lavorò come sceriffo per la contea di Honolulu.

Carriera cinematografica[modifica | modifica sorgente]

Dal 1925, Duke Kahanamoku prese parte ad alcuni film. Il suo primo ruolo fu quello di Noah Noa in Adventure di Victor Fleming, un film tratto dal romanzo di Jack London che venne prodotto dalla Famous Players-Lasky Corporation.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Attore[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Paul J. Christopher, Alicia Marie Smith, Greatest Sports Heroes of All Times: North America Edition, Encouragement Press, LLC, 2006, pag. 95
  2. ^ Shane Maloney, Chris Grosz, Australian Encounters, Black Inc., 2010, pag. 87

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 26263453 LCCN: n92106045