Donald Goines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Donald Goines, noto sotto lo pseudonimo Al C. Clark[1] (Detroit, 15 dicembre 1936Detroit, 21 ottobre 1974), è stato uno scrittore statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Goines nasce a Detroit (Michigan) il 15 dicembre 1936 da una famiglia nera di classe borghese. In alcuni tratti della sua vita è stato dipendente dall'eroina. Riuscì nell'impresa di scrivere 16 libri nell'arco di cinque anni; iniziando a prendere mano con la letteratura durante il suo soggiorno di detenzione al Jackson Penitentiary (Michigan), influenzato dallo stile e dai lavori di Iceberg Slim. Nelle rappresentazioni vivide della vita carceraria e del ghetto, Goines era solito accompagnare all'inglese tradizionale, forme dialettali (gergo) di grande effetto.[2]

Alcune delle opere di Goines sono state riproposte per il grande schermo, come Never Die Alone [1], con DMX, e Crime Partners con Ice-T, Snoop Dogg, e Ja Rule [3]. Nel 2004 è uscito il film documentario Donnie's Story: The Life of Donald Goines, diretto da Kelvin Williams, incentrato sul profilo letterario dello scrittore e delle atmosfere che hanno contribuito a costruire i suoi racconti sulla vita di periferia, con interviste a Fab 5 Freddy, DMX, Ice Cube e Capone.[4][5]

I lavori più celebri di Goines includono: Black Gangster, il semiautobiografico Whoreson, Dopefiend, Street Players, Eldorado Red, Daddy Cool (trasformato poi in un romanzo grafico) e White Man's Justice, Black Man's Grief. Inner City Hoodlum, che Goines terminò poco prima di morire, fu pubblicato postumo nel 1975; la storia, ambientata a Los Angeles, tratta di eroina, soldi e omicidi [2].

Morte[modifica | modifica sorgente]

Goines e sua moglie sono stati uccisi in un agguato a Detroit, la notte del 21 ottobre 1974. Sebbene comunemente si pensi che Goines sia stato ucciso in relazione a un affare di stupefacenti [6], alcuni credono che la sua morte sia dovuta al fatto che basasse i suoi racconti su esperienze di vita quotidiana, cosa che avrebbe infastidito i criminali rappresentati dei quartieri bassi. Comunque, il caso dell'omicidio rimane irrisolto, così come la reale identità dell'assassino (o assassini) e il movente.

Riferimenti nell'hip hop[modifica | modifica sorgente]

Donald Goines è stato citato dai seguenti autori hip hop:

Andre Nickatina:

You Know The Way I keep It Flowin'
is Like The Life Of Donald Goines,
My Homies Like That Pimpin, Hoeing
Cop It, Drop It, Cop It, Blowin
Da "CottonCandyLand", in Horns And Halos 2 (2005)

E-40:

Spend about a half a hundred thousand
boost up my coins
preceed to spit mo supafly
than Donald Goines
Da "Hall of Game", in Record Haters

AZ:

Too hard to follow, you took a bite but couldn't swallow.
Your mind's boggled, but I'm as deep as Donald Goines novels
Da "Rather Unique", in Doe or Die (1995)

RZA

feeling like a Dopefiend character from Donald Goines.
Da "trippin", in 6 feet Deep (1994)

Tupac Shakur:

Criminal ties for centuries, a legend in my own rhymes,
So niggaz whisper when they mention,
Machiavelli was my tutor, Donald Goines my father figure,
Moms sent me to go play with the drug dealers.
Da "Tradin' War Stories", in All Eyez On Me (1996)

Nas:

With so much drama in QBC,
Kinda hard being Escobaro,
Eldorado Red, sippin Dom out the bottle,
my life is like a Donald Goines novel.
Da "Escobar '97", in Men in Black Soundtrack (1997)

Ghostface Killah:

Lines from Dolemite,
A few tips from Goines,
Birthday,
Gave her 2 fifty-cent coins.
Da "Child's Play", in Supreme Clientele (1998)

Memphis Bleek:

That credit you dead it, I know heads gettin' annoyed,
And knew all about a dope fiend before reading Donald Goines
Da "Can I Live II", in Reasonable Doubt (Jay-Z) (1999)

Ludacris:

So I picked up a couple books by Donald Goines,
About the business of this shit, how to flip a few coins.
Da "Eyebrows Down", in Chicken & Beer (2003)

Jadakiss:

The revolver or matty’s cool,
Knife game like Daddy Cool, since Bally shoes.
Da "Mighty D-Block", in Walk Witt Me (Sheek Louch) (2005)

Common:

I'm the act to follow, housing kids like Ronald
Mac like Donald Goines, flows I change like coins
Da "Orange Pineapple Juice", in Resurrection (1994)

MF Grimm:

If Donald Goines wrote my life my name would be Kenyatta
I don't choose to kill a brother but to stay alive right now I gotta
Da "Take Em To War", in Scars & Memories

Grand Puba

The skills go back to the days of flippin' coins
Pass time readin' books by my man Donald Goines
Da "Who Can Get Busy Like This Man...", in One for All (1990)

Vado

Like Donald Goins you write a hell of a story
Da "fetti", in boss of all bosses

Inoltre, un rapper adotta lo pseudonimo di Donny Goines, in omaggio all'autore di romanzi.[7] Uno degli artisti del gruppo rap Pitch Black si chiama D.G., ispirato dal romanziere; il cantante inoltre lo cita nella canzone "R U Ready 4 This" eseguita in collaborazione con Busta Rhymes, contenuta nell'album "Pitch Black Law".

Romanzi[modifica | modifica sorgente]

  • Dopefiend (1971)
  • Whoreson (1972)
  • Black Gangster (1972)
  • Street Players (1973)
  • White Man's Justice, Black Man's Grief (1973)
  • Black Girl Lost (1974)
  • Eldorado Red (1974)
  • Swamp Man (1974)
  • Never Die Alone (1974)
  • Crime Partners (1974) [come Al C. Clark]
  • Death List (1974) [come Al C. Clark]
  • Cry Revenge (1974) [come Al C. Clark]
  • Kenyatta's Escape (1974) [come Al C. Clark]
  • Daddy Cool (1974)
  • Kenyatta's Last Hit (1975) [come Al C. Clark]
  • Inner City Hoodlum (1975)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Donald Goines
  2. ^ a b Donald Goines
  3. ^ http://www.hollywoodreporter.com/r/search/imdb_index.jsp?page=/title/tt0265133/
  4. ^ (EN) Donnie's Story: The Life of Donald Goines (2004). Rotten Tomatoes, (ultimo accesso i 05-10-2010).
  5. ^ (EN) Donnie's Story-The Life Story of Donald Goines (2005). Amazon.com, (ultimo accesso il 05-10-2010).
  6. ^ Donald Goines: The Biography Project
  7. ^ http://www.okayplayer.com/interviews/latest-interviews/donny-goines:-what_s-behind-a-name%3F-200905268079/

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Allen, Eddie B., Jr. Low Road: The Life and Legacy of Donald Goines. New York: St. Martin's Press, 2004.
  • Nishikawa, Kinohi. "Donald Goines." Encyclopedia of Hip Hop Literature. Westport, CT: Greenwood Press, 2009. 102-6.
  • Stone, Eddie. Donald Writes No More. Los Angeles: Holloway House, 1974.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 114656846