Diocesi di Galway e Kilmacduagh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Galway e Kilmacduagh
Dioecesis Galviensis et Duacensis
Chiesa latina
Galway cathedral.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Tuam
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Vescovo Martin Drennan
Vescovi emeriti Eamon Casey
Sacerdoti 112 di cui 70 secolari e 42 regolari
935 battezzati per sacerdote
Religiosi 61 uomini, 188 donne
Abitanti 109.493
Battezzati 104.822 (95,7% del totale)
Superficie 2.610 km² in Irlanda
Parrocchie 38
Rito romano
Cattedrale Nostra Signora Assunta in Cielo e San Nicola
Indirizzo The Cathedral, Galway, Irlanda
Sito web www.galwaydiocese.ie
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in Irlanda
Rovine dell'antica cattedrale di Kilmacduagh
Rovine dell'antica cattedrale di Kilfenora

La diocesi di Galway e Kilmacduagh (in latino: Dioecesis Galviensis et Duacensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Tuam. Nel 2006 contava 104.822 battezzati su 109.493 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Martin Drennan.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

La diocesi comprende parte delle contee irlandesi di Galway, Mayo e Clare.

Sede vescovile è la città di Galway, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora Assunta in Cielo e di San Nicola.

Il territorio è suddiviso in 38 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Galway e Kilmacduagh deriva dall'unione di più sedi.

Diocesi di Galway[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Galway deriva dall'antica diocesi di Enachdune. Nel 1324 questa diocesi fu unita all'arcidiocesi di Tuam, ma il malcontento sollevato da questa unione da parte di alcune famiglie anglo-normanne della città costrinse il vescovo di Tuam, nel 1484, ad esentare Galway dalla sua giurisdizione.

Papa Innocenzo VIII sancì questa disposizione e stabilì la custodia di Galway, una circoscrizione ecclesiastica sui generis. Il custode della collegiata di San Nicola aveva poteri quasi-episcopali, con diritto di nomina dei parroci della città di Galway e di alcune parrocchie vicine e la facoltà di visitare i monasteri, mentre ovviamente non poteva conferire gli ordini. Era assistito da altri otto vicari cittadini, che costituivano una sorta di capitolo. Sia il custode sia i vicari erano eletti dalla popolazione locale.

Nel XVII e XVIII secolo i custodi di Galway furono spesso in contrasto con gli arcivescovi di Tuam, che reclamavano alcuni diritti sulla città di Galway. A ciò si aggiunsero problemi per l'elezione dei custodi e dei vicari, quando in seguito alle leggi penali irlandesi i cattolici, che puer costituivano la stragrande maggioranza degli abitanti di Galway[1], non potevano registrarsi come borghesi, ai quali spettava il diritto di elezione. Così fu necessario creare un registro cittadino clandestino e alternativo, ma ciò non impedì il sorgere di rivalità tribali. Nel 1793 i cittadini di Galway poterono tornare a riunirsi liberamente per l'elezione.

L'elezione popolare causò non pochi incidenti e tumulti, al punto che, in una visita ad limina a Roma nel 1828, i vescovi irlandesi chiesero la soppressione di questo privilegio. Papa Gregorio XVI con la bolla Sedium Episcopalium del 27 aprile 1831 eresse la diocesi di Galway.

Diocesi di Kilmacduagh e Kilfenora[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Kilmacduagh deriva da un'antica sede monastica, eretta nella prima metà del VII secolo. Il primo abate-vescovo di questa sede fu san Colman. Successivamente la sede fu retta da abati, che non erano necessariamente consacrati vescovi. Anticamente era anche nota come diocesi di Hy Fiachra.

Le diocesi di Kilmacduagh e Kilfenora non sono menzionate nel sinodo di Rathbreasail del 1111, ma il sinodo di Kells del 1152 stabilì Kilmacduagh come diocesi suffraganea dell'arcidiocesi di Tuam e Kilfenora come suffraganea dell'arcidiocesi di Cashel. Di Kilfenora non si conosce nessun nome di vescovo prima della metà del XIII secolo; l'antica cattedrale era dedicata a san Fachnan, che potrebbe essere stato il primo vescovo di questa sede.

Dopo la Riforma protestante voluta da Enrico VIII d'Inghilterra le diocesi vissero un lungo periodo di crisi. La sede di Kilmacduagh fu vacante per quasi tutto il XVII secolo.

Le due sedi furono unite il 12 novembre 1750, con la clausola che alternativamente i vescovi portassero il titolo di Kilmacduagh e fossero amministratori apostolici di Kilfenora oppure portassero il titolo di Kilfenora e fossero amministratori apostolici di Kilmacduagh. All'epoca dell'unione la diocesi di Kilmacduagh contava otto o nove parrocchie e quella di Kilfenora ancora meno.

Diocesi di Galway e Kilmacduagh[modifica | modifica sorgente]

Nel 1866 John McEvilly vescovo di Galway fu nominato amministratore apostolico della diocesi di Kilmacduagh e Kilfenora, che fu poi unita definitivamente a quella di Galway il 5 giugno 1883 in forza del breve Ecclesiae Tuamensis di papa Leone XIII.[2] Con lo stesso breve apostolico al vescovo di Galway e Kilmacduagh è data in amministrazione perpetua la diocesi di Kilfenora.

Nel 1958 fu iniziata la costruzione dell'attuale cattedrale, che fu terminata nel 1965.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Vescovi di Kilmacduagh[modifica | modifica sorgente]

  • San Colman MacDuagh † (menzionato nel 620)
  • Indrecht † (? - 814 deceduto)
  • Rugdan O'Ruadan † (? - 1178 deceduto)
  • MacGiolla Ceallagh O'Ruadan † (? - 1203 deceduto)
  • O'Kelly † (? - 1214 deceduto)
  • Maelmurry O'Connor † (? - 1224 deceduto)
  • Hugh † (menzionato il 12 maggio 1227)
  • O'Connor O'Murray † (? - 1247 deceduto)
  • Gelasius MacScelaig † (? - 1249 deceduto)
  • Maurice I'Leyan † (? - 1283 deceduto)
  • David O'Sedaghan † (prima del 13 luglio 1284 - 1290 deceduto)
  • Lawrence O'Loghnan, O.Cist. † (1290 - 1306/1308 deceduto)
  • Luke † (1308 - 1325 deceduto)
  • John † (1326 consacrato - dopo il 1347 deceduto)
  • Nicholas † (16 novembre 1358 - dopo il 1371 o il 1377)
  • Gregory I'Leyan † (12 novembre 1393 - 1395 deceduto)
  • Nicholas I'Leyan, O.P. † (circa 1395 - circa 1399 deceduto)
  • John I'Comaid † (circa 1399 - 1401 deceduto)
  • Henry † (1405 - ?)
  • Denis I †
  • Eugene O'Falan † (25 maggio 1410 - 6 luglio 1418 nominato vescovo di Killaloe)
  • Dermot O'Donagh † (6 luglio 1418 - ? deceduto)
  • John I'Iombarg, O.Cist. † (23 ottobre 1419 - ? deceduto)
  • Denis II † (10 maggio 1441 - ? deceduto)
  • Cornelius † (8 gennaio 1479 - 1502 dimesso)
  • Matthew Obrici † (8 marzo 1503 - ? deceduto)
  • Christopher Bodykin † (3 settembre 1533 - 1555 nominato arcivescovo di Tuam)
  • Cornelius Ideay ? † (5 maggio 1542 - ? deceduto)
  • Malachy O'Moloney † (22 agosto 1576 - 1603 o 1610 deceduto)
    • Sede vacante (1603/1610-1647)
  • Hugh de Burgo, O.F.M.Obs. † (11 marzo 1647 - 1653 deceduto)
    • Sede vacante (1653-1707)
  • Ambrose O'Madden † (15 marzo 1707 - 28 agosto 1711 nominato vescovo di Clonfert)
  • Francis Burke, O.F.M.Obs. † (5 gennaio 1720 - ?)
  • Martin Burke † (22 novembre 1732 - 1743 deceduto)
  • Peter Kilkelly, O.P. † (22 gennaio 1744 - 12 novembre 1750 nominato vescovo di Kilmacduagh e Kilfenora)

Vescovi di Kilfenora[modifica | modifica sorgente]

  • Christian † (? - 1254 deceduto)
  • Maurice † (1265 - 1273 deceduto)
  • Florence O'Tigernach, O.Cist. † (1273 - 1281 deceduto)
  • Charles † (1281 - ?)
  • Congall O'Loghlan † (? - 1300 deceduto)
  • Simon O'Currin † (? - 1303 deceduto)
  • Maurice O'Brien † (1303 - 1321 deceduto)
  • Richard O'Loghlan † (1323 - 13 febbraio 1359 deceduto)
  • Denis † (? - 1371 deceduto)
  • Henry † (6 ottobre 1372 - ?)
  • Cornelius †
  • Patrick † (28 febbraio 1390 - dopo il 1394 deceduto)
  • Felim O'Loghlan † (15 gennaio 1421 - ? deceduto)
  • Fergall † (7 agosto 1433 - ?)
  • Denis † (17 novembre 1434 - ? deceduto)
  • John Greny, C.R.S.A. † (19 marzo 1447 - ?)
  • Denis O'Cahan † (? - 1491 dimesso)
  • Maurice O'Brien † (13 dicembre 1491 - ? deceduto)
  • Thierry †
  • Maurice O'Kaillyd, O.F.M. † (6 novembre 1514 - dopo il 1523 deceduto)
  • Joseph O'Neylan, C.R.S.A. † (21 novembre 1541 - 1572 deceduto)
    • Sede vacante (1572-1647)
  • Andrew Lynch † (11 marzo 1647 - 1673 deceduto)
    • Sede vacante (1673-1722)
  • William O'Daly † (7 agosto 1722 - ? deceduto)
  • James Augustine O'Daly, O.S.A. † (27 luglio 1726 - 20 agosto 1749 deceduto)

Vescovi di Kilmacduagh e Kilfenora[modifica | modifica sorgente]

  • Peter Kilkelly, O.P. † (12 novembre 1750 - 1783 deceduto)
  • Laurence Nihill, S.J. † (23 dicembre 1783 - 29 giugno 1795 deceduto)
  • Edward Dillon † (29 giugno 1795 succeduto - 19 novembre 1798 nominato arcivescovo di Tuam)
  • Nicholas Joseph Archdeacon † (31 maggio 1800 - 27 novembre 1823 deceduto)
  • Edmond French, O.P. † (24 agosto 1824 - 14 luglio 1852 deceduto)
  • Patrick Fallon † (28 gennaio 1853 - 13 maggio 1879 deceduto)

Vescovi di Galway[modifica | modifica sorgente]

  • Nicholas Foran † (27 aprile 1831 - 31 luglio 1831 dimesso)[3] (vescovo eletto)
  • George Joseph Plunket Browne † (26 agosto 1831 - 26 marzo 1844 nominato vescovo di Elphin)
  • Laurence O'Donnell † (27 settembre 1844 - 29 giugno 1855 deceduto)
  • John MacEvilly † (9 gennaio 1857 - 7 novembre 1881 succeduto arcivescovo di Tuam)[4]

Vescovi di Galway e Kilmacduagh[modifica | modifica sorgente]

  • Thomas Joseph Carr † (12 giugno 1883 - 16 novembre 1886 nominato arcivescovo di Melbourne)
  • Francis McCormack † (26 aprile 1887 - 21 ottobre 1908 dimesso)
  • Thomas O'Dea † (29 aprile 1909 - 1923 deceduto)
  • Thomas O'Doherty † (13 luglio 1923 - 15 dicembre 1936 deceduto)
  • Michael Browne † (6 agosto 1937 - 1976 ritirato)
  • Eamon Casey (21 luglio 1976 - 6 maggio 1992 dimesso)
  • James McLoughlin † (10 febbraio 1993 - 23 maggio 2005 ritirato)
  • Martin Drennan, dal 23 maggio 2005

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La diocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 109.493 persone contava 104.822 battezzati, corrispondenti al 95,7% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 59.379 59.742 99,4 144 74 70 412 240 300 31
1970 57.026 57.435 99,3 151 89 62 377 143 349 32
1980 72.860 73.648 98,9 165 109 56 441 144 305 39
1990 76.100 77.159 98,6 96 94 2 792 43 236 39
1999 91.282 94.014 97,1 117 78 39 780 61 217 40
2000 92.971 96.004 96,8 127 80 47 732 62 221 40
2001 95.166 96.304 98,8 129 76 53 737 65 210 40
2002 98.157 101.234 97,0 124 77 47 791 62 224 40
2003 100.755 103.138 97,7 117 75 42 861 62 225 40
2004 102.425 105.079 97,5 113 74 39 906 58 219 38
2006 104.822 109.493 95,7 112 70 42 935 61 188 38

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ad esempio nel 1762 i 14 000 abitanti di Galway erano tutti cattolici tranne 350 protestanti.
  2. ^ Testo del breve in: Fahey, op. cit., pp. 472-473.
  3. ^ Il 6 giugno 1837 nominato vescovo di Waterford e Lismore.
  4. ^ Il 31 agosto 1866 nominato amministratore apostolico di Kilmacduagh e Kilfenora. Il 11 gennaio 1878 nominato arcivescovo coadiutore di Tuam.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Cronotassi di Kilmacduagh[modifica | modifica sorgente]

Cronotassi di Kilfenora[modifica | modifica sorgente]

  • (LA) Konrad Eubel, Hierarchia Catholica Medii Aevi, vol. 1, p. 249; vol. 2, pp. XXIV, 154; vol. 3, p. 196; vol. 4, p. 188; vol. 5, p. 202
  • (EN) Henry Cotton, The Succession of the Prelates and Members of the Cathedral Bodies of Ireland. Fasti ecclesiae Hiberniae, Vol. 1, The Province of Munster, Dublin, Hodges and Smith 1847, pp. 430–432

Cronotassi di Galway[modifica | modifica sorgente]

  • (LA) Pius Bonifacius Gams, Series episcoporum Ecclesiae Catholicae, Leipzig 1931, vol. I, p. 221; vol. II, p. 68
  • (LA) Konrad Eubel, Hierarchia Catholica Medii Aevi, vol. 7, pp. 201–202; vol. 8, p. 282

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi