Daniel Farabello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daniel Farabello
Farabello01.jpg
Farabello con l'uniforme del Minorca
Dati biografici
Nome Daniel Edgardo Farabello
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 193 cm
Peso 85 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Playmaker / guardia
Squadra No flag.svg Free agent
Carriera
Squadre di club
1994-1996 Basket Santa Fe 149
1995-1997 Andino Sport Club Andino Sport Club
1997-1999 Boca Juniors Boca Juniors
1999-2001 600px Nero e Bianco (Strisce).png Estud. Olavarría
2001-2002 Peñarol M. d. Plata Peñarol M. d. Plata
2002-2003 Vasco da Gama Vasco da Gama
2003-2006 Pall. Varese Pall. Varese 98 (729)
2006-2007 Minorca Minorca 31
2007-2011 B.C. Ferrara B.C. Ferrara 115 (631)
2011-2012 Unión de Formosa Unión de Formosa
2012-2014 Sport Club Cañadense S.C. Cañadense
Nazionale
1993
1993-2007
Argentina Argentina U-22
Argentina Argentina
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Argento Indianapolis 2002
Transparent.png Campionati Americani
Bronzo Porto Rico 1993
Argento Argentina 1995
Oro Argentina 2001
Argento Rep. Dominicana 2005
Transparent.png Campionati Sudamericani
Oro Brasile 2004
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2014

Daniel Edgardo Farabello (Colón, 18 ottobre 1973) è un cestista argentino.

Giocatore di grande esperienza, inizia la sua esperienza nei campionati argentini, trasferendosi nel 2002 in Brasile nel Vasco da Gama.

Nel 2003 si trasferisce a Varese e vi rimane fino al 2006, quando viene ingaggiato dal Minorca Bàsquet.

Nel 2007 si accasa a Ferrara, l'anno successivo viene designato Capitano, trascinando la squadra alla prima promozione in Serie A della sua storia. Nel giugno 2011 comunica di aver trovato un accordo con il club La Unión de Formosa[1][2][3], ritornando nel suo paese natale.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Capitan Farabello saluta Ferrara, estense.com. URL consultato l'8-6-2011.
  2. ^ Farabello será el base, Sito Ufficiale de La Unión de Formosa. URL consultato l'8-6-2011.
  3. ^ Farabello commosso: "Ferrara, grazie a tutti", Il Resto del Carlino. URL consultato l'8-6-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]