Juan Ignacio Sánchez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pepe Sánchez
PepeSanchez.JPG
Sánchez con la maglia del Real Madrid
Dati biografici
Nome Juan Ignacio Sánchez Brown
Nazionalità Argentina Argentina
Spagna Spagna
Altezza 193 cm
Peso 88 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Playmaker
Squadra 600px Bianco e Blu (Bordato).png Est. Bahía Blanca
Carriera
Giovanili
1996-2000 Temple Owls Temple Owls
Squadre di club
1995-1996 600px Bianco e Blu (Bordato).png Est. Bahía Blanca
2000-2001 Philadelphia 76ers Philadelphia 76ers 19
2001 Atlanta Hawks Atlanta Hawks 5
2001 Philadelphia 76ers Philadelphia 76ers 5
2001-2002 Panathinaikos Panathinaikos
2003 Detroit Pistons Detroit Pistons 9
2003-2004 Lucentum Alicante Alicante 21
2004-2007 Málaga Málaga 93
2007-2008 Barcellona Barcellona 34
2008-2009 Real Madrid Real Madrid 15
2010 600px Bianco e Azzurro (Diagonale)2.png Obras Sanitarias 9
2010- 600px Bianco e Blu (Bordato).png Est. Bahía Blanca
Nazionale
1997
1998-
Argentina Argentina U-22
Argentina Argentina
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Atene 2004
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Argento Indianapolis 2002
Transparent.png Campionati Americani
Oro Argentina 2001
Argento Porto Rico 2003
Oro Argentina 2011
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2013

Juan Ignacio "Pepe" Sánchez Brown (Bahía Blanca, 8 maggio 1977) è un cestista argentino con cittadinanza spagnola. Alto 193 cm per 88 kg, gioca come playmaker nell'Estudiantes de Bahía Blanca.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Sánchez con la divisa del Barcelona.

Dopo aver giocato nei Philadelphia 76ers, negli Atlanta Hawks, nel Panathinaikos (con cui vince l'Eurolega 2001-02, senza però essere protagonista) e nei Detroit Pistons, Sanchez fa la scelta che gli cambia la carriera passando all'Etosa Alicante e approdando così nella liga spagnola. Al termine della stagione 2003-04 viene acquistato dall'Unicaja Malaga di Sergio Scariolo, che gli affida la "regia" della squadra andalusa; già al primo anno arriva la vittoria nella coppa di lega spagnola. La stagione successiva è magica per l'Unicaja e per lo stesso giocatore, che assieme a Jorge Garbajosa e a Daniel Santiago è il protagonista dello storico primo scudetto della squadra andalusa.

Nella stagione 2006-07 Malaga non riesce a bissare il successo in campionato, anche in virtù del fatto che la stella della squadra Jorge Garbajosa è passata in NBA ai Toronto Raptors. Guidata dal duo Sanchez-Santiago, la squadra allenata da Scariolo compie comunque un incredibile cammino in Eurolega, arrivando alle Final 4, dove si deve arrendere al CSKA Mosca di Ettore Messina e Theodoros Papaloukas. Malaga disputa la finale per il terzo posto contro il Tau e vince dopo una partita al cardiopalma. A fine stagione Sanchez non rinnova con Malaga e passa al Barcellona, ma la stagione si rivelerà deludente. Sanchez decide di cambiare ancora e al termine della stagione 2007/2008, dopo essere stato cercato anche dalla Lottomatica Roma, passa al Real Madrid. Dopo un'annata non brillante, decide di tornare a giocare in Argentina.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Con la Nazionale argentina ha disputato i Campionato mondiale 2002 persi in finale contro la Jugoslavia e i vittoriosi Giochi olimpici di Atene del 2004. Ha fatto parte dell'Argentina anche al Campionato mondiale 2006, in cui la sua nazionale è arrivata solo quarta.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Málaga: 2005-2006
Málaga: 2005
Panathinaikos: 2001-2002

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]