Cima Portule

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cima Portule
Portule ovest.jpg
La parete ovest del Portule emerge tra le nuvole
Stato Italia Italia
Regione Veneto Veneto
Provincia Vicenza Vicenza
Altezza 2.310 m s.l.m.
Catena Alpi
Coordinate 45°58′26″N 11°26′49″E / 45.973888°N 11.446944°E45.973888; 11.446944Coordinate: 45°58′26″N 11°26′49″E / 45.973888°N 11.446944°E45.973888; 11.446944
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Cima Portule
Mappa di localizzazione: Alpi
Dati SOIUSA
Grande Parte Alpi Orientali
Grande Settore Alpi Sud-orientali
Sezione Prealpi venete
Sottosezione Prealpi vicentine
Supergruppo Gruppo degli Altipiani
Gruppo Altopiano dei sette comuni
Sottogruppo Dorsale Portule-Vezzena
Codice II/C-32.I-A.3.a

Il Portule (lingua cimbra: Pòrtel) è una montagna delle Alpi alta 2310 m. Si trova nella parte occidentale dell'Altopiano dei Sette Comuni, in Provincia di Vicenza.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La cima è raggiungibile attraverso varie vie, dalle salite dalla Valsugana trentina alle più agevoli vie che si dipartono nella parte alta dell'acrocoro vicentino. Il profilo del monte funge da linea spartiacque delle sottostanti Val Trentin e della Val Renzola.

Dalla sommità della cima si può scorgere l'orizzonte di tutte le Alpi Orientali, dalle Dolomiti di Brenta alle Pale di San Martino, nonché gli Appennini e la Laguna di Venezia nei giorni di cielo sereno.

Asteroide "Portule"[modifica | modifica wikitesto]

Alla montagna è stato dedicato il nome dell'asteroide numero 7900 scoperto nel 1996 dagli astronomi Ulisse Munari e Maura Tombelli dell'Osservatorio astrofisico di Asiago nella Stazione osservativa di Asiago Cima Ekar con la seguente motivazione[1]:

(EN)

« Named for the highest mountain peak in the Asiago tableland, near the Asiago Astrophysical Observatory. The wild mountain range is a trekking favorite for local astronomers. »

(IT)

« Dedicato alla più alta vetta sull'Altopiano di Asiago[2],vicina all'osservatorio astrofisico di Asiago. La selvaggia catena montuosa è il luogo preferito per il trekking da parte degli astronomi locali. »

Prima guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

« Anche Bocchetta Portule è perduta. Viviamo un sogno spaventoso.

Sino a quando?...Sino a quando?... »

(Attilio Frescura - Diario di un imboscato)

Il monte, interessato da importantissimi eventi bellici durante la Prima guerra mondiale, vede il suo profilo occidentale "tagliato" da una strada militare, la Erzherzog Eugen Straße, costruita da 1.300 soldati del III Corpo d'Armata austriaco nella primavera del 1916 (in appena 32 giorni) che permette di raggiungere agevolmente "Bocchetta Portule", zona nota per la presenza di fortificazioni scavate direttamente nella roccia (le cannoniere) e in seguito il trivio de "I Monumenti" e la conca di Campo Gallina dove un tempo sorgeva un'importante base logistica austro-ungarica.

Esercitazioni militari[modifica | modifica wikitesto]

La zona di Cima Portule è stata interessata negli anni '50 e '60 del secolo scorso da alcune esercitazioni militari: dalla piana di Vezzena venivano infatti sparati verso il versante occidentale del Portule missili tattici Honest John da parte del 3º Gruppo missili "Volturno", un reparto di artiglieria missili dell'Esercito Italiano.

Galleria Fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IAU Minor Planet Center
  2. ^ In realtà la cima più elevata dell'Altopiano, seppur di poco, è Cima XII