Cervus elaphus bactrianus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cervo della Battriana
Cervus.elaphus.bactrianus.male.jpg
Cervus elaphus bactrianus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Famiglia Cervidae
Sottofamiglia Cervinae
Genere Cervus
Specie C. elaphus
Sottospecie C. e. bactrianus
Nomenclatura trinomiale
Cervus elaphus bactrianus
Lydekker, 1900
Areale

Range Map Cervus elaphus bactrianus.png

Il cervo della Battriana (Cervus elaphus bactrianus Lydekker, 1900), chiamato anche cervo di Bukhara, cervo di Bokhara o wapiti della Battriana, è una sottospecie di pianura di cervo nobile originaria dell'Asia centrale. La sua ecologia è simile a quella del cervo di Yarkand (Cervus elaphus yarkandensis ) e come questo vive lungo il corso dei fiumi circondati dal deserto. Queste sottospecie sono separate l'una dall'altra dai monti Tianshan e probabilmente costituiscono un sottogruppo primordiale del cervo nobile.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Cervi della Battriana.

Questo cervo è solitamente di colore grigio-cenere con riflessi giallastri ed ha una macchia bianco grigiastra sul dorso. Ha inoltre una striscia dorsale lievemente marcata ed il labbro superiore, il labbro inferiore ed il mento circondati da un margine bianco. I palchi sono di colore chiaro. Questi sono formati solitamente da quattro punte e sono privi di bez. La quarta punta è maggiormente sviluppata della terza. Gli individui completamente cresciuti, comunque, hanno cinque punte per ogni palco con una curvatura dopo la terza punta caratteristica della maggior parte delle sottospecie di cervo nobile dell'Asia centrale.

Areale[modifica | modifica sorgente]

Questo cervo vive nel Turkestan occidentale.

Popolazione[modifica | modifica sorgente]

Nel 1999 non c'erano in tutto più di 400 cervi di Bukhara. La popolazione diminuì drammaticamente soprattutto nel Tagikistan, a causa dei conflitti militari. Comunque, da allora, le organizzazioni ambientali si sono date da fare per salvare la specie. In seguito, il Fondo Mondiale per la Natura (WWF) ha attuato un programma di reintroduzione per riportare il cervo di Bukhara nei luoghi dove abitava una volta. Per esempio, il cervo della Battriana vive attualmente nella riserva di Zarafshan, in Uzbekistan. In seguito a questi risultati, nel 2006 c'erano all'incirca in Asia centrale 1000 cervi [1].

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi