Cervinae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cervini
Elaphurus davidianus 001.jpg
Elaphurus davidianus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Famiglia Cervidae
Sottofamiglia Cervinae

Goldfuss, 1820

Generi

I Cervini (Cervinae Goldfuss, 1820) sono una delle tre sottofamiglie in cui viene suddivisa la famiglia dei Cervidi.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Formula dentaria
Arcata superiore
3 3 0-1 0 0 0-1 3 3
3 3 1 3 3 1 3 3
Arcata inferiore
Totale: 32-34
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;

Esclusivi del Vecchio Mondo, i Cervini hanno il piede posteriore con struttura «plesiometarcarpale»; la rosetta su cui poggiano le corna è schiacciata, mentre le corna stesse sono lunghe e ramificate; il capo ha una lunghezza variabile; il rinario è glabro e sottile. Gli occhi sono di media grandezza, il collo può essere corto o avere lunghezza media; il tronco ha una struttura variabile da tozza a snella; le zampe possono essere corte e tozze, lunghe e snelle; la coda presenta anch'essa un aspetto vario e può essere corta e glabra, oppure lunga e terminante a ciuffo. Hanno 32-34 denti[1].

Specie[modifica | modifica wikitesto]

I Cervini, suddivisi in due tribù, comprendono 31 specie raggruppate in 9 generi[1]:

Tribù Cervini

Tribù Muntiacini

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Pitraa, Fickela, Meijaard, Groves (2004). Evolution and phylogeny of old world deer. Molecular Phylogenetics and Evolution 33: 880–895.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi