Rusa alfredi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cervo maculato delle Visayas
Cervus alfredi.jpg
Rusa alfredi
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Famiglia Cervidae
Genere Rusa
Specie R. alfredi
Nomenclatura binomiale
Rusa alfredi
Sclater, 1870
Sinonimi

Cervus alfredi

Il cervo maculato delle Visayas o cervo del principe Alfredo (Rusa alfredi Sclater, 1870) è un mammifero artiodattilo della famiglia dei Cervidi endemico delle Filippine[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Misura circa 130 cm di lunghezza, 70-80 cm di altezza al garrese ed una trentina di kg di peso. Il pelo è quasi completamente nero nel quarto anteriore: questo nero si riduce ad una striscia sulla groppa che percorre la spina dorsale fino alla coda, anch'essa nera. Il resto del corpo è bruno-rossiccio con macchie irregolari color bianco sporco. Il maschio presenta un paio di corna con tre punte che partono tutte dalla base del corno, posta più in alto rispetto alla fronte.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Poco o niente si sa della riproduzione di questo animale, eccetto che la gestazione dura intorno ai 240 giorni[senza fonte].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il suo areale è praticamente lo stesso del cinghiale verrucoso delle Visayas, col quale condivide l'habitat e le minacce provenienti dall'uomo.

Inizialmente era diffuso nelle dense foreste di tutto l'arcipelago delle Visayas. Uno studio del 1985 indicò che il suo areale si era ridotto solo alle quattro isole maggiori dell'arcipelago (Panay, Leyte, Negros e Samar), mentre sei anni più tardi sopravviveva in gruppi sparsi solo su Panay e Negros.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Oliver, W., MacKinnon, J., Heaney, L. & Lastica, E. 2008, Rusa alfredi in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Rusa alfredi in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]