Rusa timorensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Sambar dalla criniera[1]
Rusa Deer (C. Timorensis).jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[2]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Famiglia Cervidae
Sottofamiglia Cervinae
Genere 'Rusa'
Specie R. timorensis
Nomenclatura binomiale
Rusa timorensis
(de Blainville, 1822)
Sinonimi
Cervus celebensis
Rorig, 1896
Cervus hippelaphus
G. Q. Cuvier, 1825
Cervus lepidus
Sundevall, 1846
Cervus moluccensis
Quoy e Gaimard, 1830
Cervus peronii
Cuvier, 1825
Cervus russa
Muller e Schlegel, 1845
Cervus tavistocki
Lydekker, 1900
Cervus timorensis
Blainville, 1822
Cervus tunjuc nomen nudum
Horsfield, 1830

Il sambar dalla criniera (Rusa timorensis de Blainville, 1822), noto anche come sambar di Giava, è una specie di cervo originaria del Sud-est asiatico.

Sottospecie[modifica | modifica sorgente]

Attualmente ne vengono riconosciute sette sottospecie[1]:

  • R. t. timorensis de Blainville, 1822 (Timor e isole vicine);
  • R. t. djonga Van Bemmel, 1949 (isole di Muta e Butung);
  • R. t. floresiensis Heude, 1896 (Lombok e isole vicine);
  • R. t. macassaricus Heude, 1896 (Sulawesi);
  • R. t. moluccensis Quoy e Gaimard, 1830 (Molucche);
  • R. t. renschi Sody, 1932 (Bali);
  • R. t. russa Müller e Schlegel, 1845 (Giava).

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il sambar dalla criniera è strettamente imparentato con il sambar, ma è molto più piccolo. Misura 140-185 cm di lunghezza, è alto al garrese 83-110 cm e pesa 50-115 kg; i maschi sono notevolmente più grandi delle femmine. Il suo mantello, piuttosto irsuto, è di color grigio-marrone. I palchi, presenti solamente nei maschi, come in quasi tutte le specie di Cervidi, sono relativamente grandi e muniti di tre punte ciascuno.

È facilmente riconoscibile per le grandi orecchie, i ciuffi di pelo chiaro al di sopra delle sopracciglia e i palchi, che danno l'impressione di essere troppo sviluppati rispetto alle dimensioni del corpo.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Il sambar dalla criniera è al giorno d'oggi piuttosto comune su molte isole indonesiane, ma il suo areale originario era ristretto solamente alle isole di Giava e Bali. Fin dall'epoca preistorica, però, fu introdotto dai pescatori indonesiani su altre isole della regione, come Sulawesi, le Molucche e Timor, dove si ambientò perfettamente. Più recentemente, è stato introdotto con successo anche in Australia, Nuova Zelanda, Nuova Caledonia, Madagascar e Mauritius[2].

Occupa una vasta gamma di habitat, da foreste e praterie fino alle piantagioni. Estremamente adattabile, riesce a prosperare anche nell'arido bush australiano. Sempre nello stesso Paese, si spinge fino ai margini di città come Wollongong e Sydney: soprattutto nell'area del Royal National Park è divenuto numerosissimo.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Branco di sambar dalla criniera nel Parco Nazionale di Baluran (Giava).

Il sambar dalla criniera è erbivoro e si nutre di erba e vegetali vari; talvolta alcuni esemplari sono stati visti spingersi nelle acque marine per mangiare le alghe.

Il sambar della criniera è attivo prevalentemente nelle prime ore del mattino e nel tardo pomeriggio. Solo raramente si spinge su terreni aperti ed è molto difficile da avvicinare, poiché è molto timido e dotato di sensi molto sviluppati. Quando è allarmato, emette un richiamo d'allarme molto potente con il quale avverte tutti i suoi simili nelle vicinanze.

È un animale molto socievole e solo raramente si incontra da solo; perfino quando viene avvistato un unico esemplare è molto probabile che ce ne siano altri nelle vicinanze. Malgrado le dimensioni riesce a nascondersi così bene tra la vegetazione che si potrebbe passargli vicino senza scorgerlo. Vive in branchi separati formati da individui dello stesso sesso; solo durante la stagione degli amori si vedono gruppi misti.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

In questa specie l'accoppiamento può aver luogo in ogni periodo dell'anno, ma la stagione degli amori vera e propria va da giugno ad agosto. Dopo circa otto-nove mesi di gestazione, la femmina partorisce di solito un unico piccolo. Questo sarà svezzato a 7-8 mesi di età e raggiungerà la maturità sessuale a 1-2 anni.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Rusa timorensis in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  2. ^ a b (EN) Hedges, S., Duckworth, J.W., Timmins, R.J., Semiadi, G. & Priyono, A. 2008., Rusa timorensis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi