Big Six

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo gruppo di top model, vedi Big Six (top model).

Big Six ("Sei grandi" in italiano) è il nome con cui erano noti sei leader particolarmente influenti all'interno del movimento per i diritti civili degli afroamericani, attivo negli Stati Uniti d'America tra il 1955 e il 1968[1].

I sei leader parteciparono congiuntamente alla Marcia su Washington per il lavoro e la libertà e vennero criticati aspramente da Malcolm X in un suo celebre discorso in cui utilizzò l'espressione "big six" con intento sprezzante e denigratorio, contestando la loro impostazione nonviolenta che aveva frenato l'impeto della manifestazione.

(EN)
« ...the Negro civil rights leaders have now been permanently named the Big Six (because of their participation in the Big Fix?) »
(IT)
« ...i leader dei diritti civili negri ora vengono sempre chiamati i Sei Grandi (per la loro partecipazione al Grande Trucco?) »
(Da Martin & Malcolm & America: A Dream or a Nightmare, pag.118)

Elenco e biografie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Library System - Howard University
  2. ^ James L. Farmer Biography
  3. ^ International Civil Rights: Walk of Fame - John Lewis
  4. ^ [1]
  5. ^ NAACP History: Roy Wilkins | NAACP
  6. ^ We Shall Overcome - Whitney M. Young Birthplace

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]