Bespin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bespin
Tipo Pianeta
Saga Guerre stellari
Ideatore
Appare in L'Impero colpisce ancora
Caratteristiche immaginarie
Capo Lando Calrissian
Sistema Bespin
Regione Orlo Esterno
Capitale Cloud City
Dimensioni Ø 17.046 km
Abitanti 6 milioni
Lingue Basic Galattico (colonizzatori)
Terreno Gassoso
Distanza dal nucleo 49.100 anni luce
Periodo rotazione 12 ore
Periodo rivoluzione 5 110 giorni
Satelliti Più di 2

Bespin è un pianeta immaginario appartenente all'universo di Guerre stellari, comparso nel film L'Impero colpisce ancora.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il pianeta è descritto ne L'Impero colpisce ancora, attorno al quale orbita la città volante Cloud City, sospesa da una piattaforma antigravità. Bespin è una fonte di gas tibanna, che viene rifinito durante la produzione e mandato su Cloud City per venire usato nella produzione dei blaster. La città ospita alcuni milioni di individui, tra cui molti umani e Ugnaught.

Il pianeta Bespin è un gigante gassoso che possiede un diametro di circa 118.000 chilometri. Come la maggior parte dei giganti gassosi possiede un nucleo costituito da metallo. Sopra il nucleo vi sono molti strati di gas velenosi, e temperatura e pressione sono molto superiori a ciò che un umano potrebbe sopportare. Ad una distanza dallo spazio compresa tra 150 e 180 chilometri esiste una zona abitabile, chiamata Zona Abitabile di Bespin. Lo strato in cui è compresa abbonda di ossigeno con temperatura e pressione ideali per un umano. Nello strato orbita appunto la città di Cloud City. Bespin compie un giro completo intorno alla sua stella in circa 14 anni.

Lando Calrissian, il precedente proprietario del Millennium Falcon, amministrava Cloud City e forniva la paga agli Ugnaught che lavoravano nel suo stabile, almeno fino a quando l'Impero impose il proprio regime. Durante la Guerra Civile Galattica, il Signore dei Sith Dart Fener conquistò brevemente Cloud City (come visto nel quinto episodio della serie).

Streen, un anziano minatore e ricercatore di gas tibanna, era stato scoperto anni dopo la caduta dell'Impero da Luke Skywalker nella zona abbandonata conosciuta come Tibannopolis, vivendo come eremita per diversi anni, lontano dalla Galassia.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Star Wars: The Annotated Screenplays, softcover, 1997. George Lucas, Leigh Brackett, Lawrence Kasdan, Laurent Bouzereau, ISBN 0-345-40981-7
  • Star Wars: Jedi Search, (Book 1 of the Jedi Academy Trilogy), 1994. Kevin J. Anderson, ISBN 0-553-29798-8
  • The Essential guide to Planets and Moons (Star Wars), 1st edition, by Daniel Wallace, Scott Kolins. 1998. ISBN 0-345-42068-3

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Guerre Stellari Portale Guerre Stellari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerre Stellari