Space.com

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Space.com
URL http://www.space.com/
Commerciale no
Tipo di sito News, astronomia
Lingua Inglese
Proprietario TechMediaNetwork
Creato da Lou Dobbs e Rich Zahradnik
Lancio Luglio 1999
Stato attuale Attivo

Space.com è un sito web che tratta notizie di spazio e astronomia, spesso riprese poi da altri media, come la CNN[1], MSNBC[2], Yahoo! e USA Today[3]. Space.com è stata fondata dall'ex giornalista della CNN Lou Dobbs e da Rich Zahradnik, nel luglio 1999. A quel tempo, Dobbs possedeva una quota consistente della società, e, inaspettatamente, lasciò la CNN quello stesso anno diventando amministratore delegato di Space.com[4].

La società lottò per ottenere profitti nei primi tempi, ma quando scoppiò la Bolla delle dot-com, nel 2000, molti pensarono che il sito sarebbe crollato. Il cofondatore Rich Zahradnik aveva lasciato la sua posizione di presidente dopo meno di due mesi dalla creazione della società; l'ex astronauta Sally Ride prese il suo posto, ma nel settembre 2000 si dimise[5]. Quando si espanse, la società acquisì altri siti web, come Starport.com e Explorezone.com. Acquisì anche Sienna Software (la società che produsse il software Starry Night) e Spazio News[4]. Nonostante una certa crescita, Space.com non riuscì a realizzare pienamente ciò che Dobbs aveva sperato e, nel 2001, Dobbs tornò alla Cnn, rimanendo solo con una quota di minoranza dentro a Space.com[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In formative years, the sun had sisters CNN, 2006
  2. ^ Pluto’s ever growing family MSNBC, marzo 2013
  3. ^ Voyager 1 finds unknown region at edge of solar system Usa Today, dicembre 2012
  4. ^ a b Lou Dobbs Journeys From Wall Street To Space Forbes, 5 luglio 2000
  5. ^ As dot.coms tumble, whither Dobbs' Space.com? Media Life Magazine, 2 gennaio 2001
  6. ^ Dobbs to leave Space.com, return to TV The Globe and Mail

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]