Luke Skywalker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luke Skywalker
Luke Skywalker a bordo della Morte Nera II ne Il ritorno dello Jedi
Luke Skywalker a bordo della Morte Nera II ne Il ritorno dello Jedi
Universo Guerre stellari
1ª app. in La vendetta dei Sith (da neonato, in ordine cronologico)
Ultima app. in Il ritorno dello Jedi (in ordine cronologico)
Interpretato da
Voci italiane
Specie Umano
Sesso Maschio
Luogo di nascita Polis Massa
Affiliazione Alleanza Ribelle, Nuovo Ordine Jedi, Nuova Repubblica Galattica, Impero Galattico
Parenti
« Quel ragazzo è la nostra unica speranza. »
(Lo spirito di Obi-Wan Kenobi a Yoda)

Luke Skywalker (nato Luke Amidala Skywalker) è un personaggio dell'universo fantascientifico di Guerre stellari; è il protagonista della trilogia originale.

Il personaggio[modifica | modifica sorgente]

È il figlio di Anakin Skywalker e di Padmé Amidala, e fratello gemello di Leila Organa. Era un Cavaliere Jedi ed è stato, durante la Guerra Civile Galattica, un eroe dell'Alleanza Ribelle. Skywalker, un eccellente combattente e pilota, era famoso per la distruzione della Morte Nera e per aver redento Anakin Skywalker, causando il declino dell'Impero Galattico.

Secondo quanto narrato nell'universo espanso, creò il Nuovo Ordine Jedi e sposò Mara Jade, ed ebbe da lei il figlio Ben Skywalker.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Infanzia (19 BBY - 0 BBY)[modifica | modifica sorgente]

« Su Tatooine, dalla sua famiglia, mandalo. »
(Yoda a Obi-Wan Kenobi)

Luke Skywalker nasce sull'asteroide chiamato Polis Massa poco tempo dopo l'inizio della Grande Purga Jedi e della fondazione dell'Impero Galattico. Pochi secondi dopo la nascita della gemella Leila, sua madre, la senatrice Padmé Amidala, muore, lasciando senza genitori i due bambini. In seguito a ciò, i Maestri Jedi Obi-Wan Kenobi e Yoda (unici superstiti dello sterminio dell'Ordine Jedi) decidono di far crescere i neonati in luoghi in cui non possano essere rintracciati dal malvagio Imperatore Palpatine e dal loro padre, Anakin Skywalker (in passato anch'egli grande Jedi, ma ora divenuto uno spietato Sith agli ordini dell'Imperatore col nome di Darth Fener[1]); di conseguenza, Yoda consiglia a Obi-Wan di mandare il piccolo Luke su Tatooine, presso i sui zii Owen Lars e Beru Whitesun, e affida Leila alle cure del senatore Bail Organa, sovrano di Alderaan.

Come orfano, Luke vive su Tatooine per i primi 19 anni della sua vita, mentre lo zio Owen tenta di scoraggiarlo dal seguire la via dei Jedi che suo padre aveva seguito. Luke, come suo padre, è molto dotato per lavori manuali come riparazione di macchinari e droidi, nonché un eccellente pilota.

Molti amici circondano il ragazzo su Tatooine, e tutti con il desiderio di diventare piloti al servizio dell'Accademia Imperiale. Biggs Darklighter è il suo migliore amico, a cui tiene come a un fratello. Biggs parte per arruolarsi nel 1 BBY, lasciando Luke da solo. Nonostante la frustrazione, Luke è costretto dallo zio a restare nella fattoria per dargli una mano con i raccolti.

La Guerra Civile Galattica (0 BBY - 4 ABY)[modifica | modifica sorgente]

« C'è una grossa interferenza nella Forza. Abbiamo un nuovo nemico: il giovane ribelle che ha distrutto la Morte Nera e io sono assolutamente certo che questo ragazzo sia il figlio di Anakin Skywalker»
(Palpatine a Dart Fener)

In seguito all'acquisto di due droidi, C-3PO e R2-D2, la vita di Luke cambia improvvisamente, scoprendo all'interno di R2 un messaggio della principessa Leila Organa (che Luke non sa essere sua sorella) che chiede l'aiuto del Cavaliere Jedi Obi-Wan Kenobi. In seguito alla fuga di R2, Luke e C-3PO si mettono sulle sue tracce, ma, una volta rintracciatolo, vengono aggrediti dai Tusken, venendo salvati solo grazie all'arrivo dell'anziano Obi-Wan; quest'ultimo, una volta visionato il messaggio di Leila, decide di partire per aiutarla, chiedendo a Luke di accompagnarlo per poter essere aiutato data la sua età ormai avanzata. In un primo momento Luke rifiuta ma in seguito, una volta scoperta l'uccisione dei suoi zii da parte delle truppe imperiali, accetta di accompagnare l'anziano Maestro Jedi. Giunti al porto spaziale di Mos Eisley, Luke, Kenobi e i due droidi trovano un passaggio sul Millennium Falcon, pilotato dal contrabbandiere Ian Solo e dal Wookiee Chewbecca. A bordo del Falcon, Obi-Wan comincia a istruire il giovane nelle vie della Forza ma tale addestramento viene interrotto quando, giunto nei pressi del distrutto sistema di Alderaan, il gruppo viene catturato dal raggio traente della terribile stazione da battaglia dell'Impero, la Morte Nera. Per permettere al Falcon di decollare, Kenobi si separa dal gruppo per disattivare il raggio traente, mentre Luke, Ian e Chewbecca, scoperta dove è tenuta prigioniera la principessa, decidono di salvarla. I tre riescono nell'intento e, coi droidi tornano a bordo del Falcon, tuttavia, per permettere agli altri di fuggire, Obi-Wan è costretto a sacrificarsi facendosi uccidere dal suo vecchio allievo Dart Fener. Malgrado la perdita dell'anziano maestro e amico, Luke è in prima linea nella successiva battaglia di Yavin, durante la quale riesce, mediante le istruzioni dello spirito di Obi-Wan, a distruggere la terribile stazione spaziale con l'aiuto di Ian Solo e usando la Forza. Dopo la distruzione della prima Morte Nera, Luke compie diverse missioni per la Alleanza Ribelle, combattendo contro diversi criminali, banditi e pirati.

Durante una missione esplorativa, il vascello di Luke viene attratto dall'orbita di un corpo celeste, un pianeta ghiacciato di nome Hoth. Luke scopre la conformazione del pianeta e decide che questa sarà la nuova base per l'Alleanza dopo aver informato i suoi superiori. Poco dopo l'Alleanza stabilisce la base sul pianeta, chiamandola Base Echo. In seguito Luke accompagna Leila in una missione diplomatica nel sistema Circarpous, dove incontra per la prima volta Dart Fener. Luke e Fener cercano un potente cristallo in grado di assorbire la Forza, la gemma di Kaiburr. Ingaggiano un duello in un antico tempio, dove i movimenti di Skywalker sono guidati dallo spirito di Kenobi e potenziati dalla gemma, e il ragazzo riesce a tener testa al Signore Oscuro dei Sith, che cade presso una sconnessione del terreno, interrompendo il duello.

Per trovare di nuovo Skywalker, avendo scoperto che è suo figlio, Fener manda migliaia di droidi segugio nella Galassia per cercare il giovane Jedi e i nuovi quartieri dell'Alleanza Ribelle. Scoperta la base su Hoth, Fener si reca alla base di un ingente numero di truppe sul pianeta, abbattendo la base ribelle, non senza che Luke riesca a distruggere un AT-AT e che, in seguito, fugga su uno X-wing. Seguendo il consiglio di Kenobi, viaggia verso Dagobah per imparare le arti Jedi sotto la guida del maestro Yoda. Malgrado la poca fiducia di Yoda nelle capacità di Luke, l'anziano maestro riesce in poco tempo a insegnargli molto sulla Forza, senza riuscire, tuttavia, a completare l'addestramento: questo perché Luke, avendo una visione dei suoi amici sofferenti su Bespin, parte per soccorrerli, contro il consiglio dello stesso Yoda e dello spirito di Obi-Wan. Giunto su Bespin, Luke affronta nuovamente Fener e, al termine del feroce duello, viene sconfitto dal Sith, che gli mozza la mano destra. Per convincere il giovane a passare al Lato Oscuro della Forza, Fener rivela a Luke una sconcertante verità: lui è suo padre. Malgrado tale rivelazione, Luke decide di non cedere al Lato Oscuro, lasciandosi andare nel condotto di ventilazione della città. Infine, viene salvato da Leila e Lando Calrissian, che lo portano via sul Falcon. Giunti alla base ribelle, Luke pianifica coi suoi amici il salvataggio di Ian Solo, catturato da Boba Fett dopo che era stato congelato nel carbonio, e gli viene applicata una protesi.

Skywalker viene messo al comando del Rogue Squadron. Durante una battaglia con le forze Imperiali il computer di bordo si rompe e Luke deve usare la Forza per vedere i suoi bersagli. Senza spiegazione, la Forza gli dice di sparare alla nave di Shira Brie. Per questo Skywalker perde il comando e viene messo in prova. Come risultato la fiducia di Luke nella Forza diminuisce. Investigando scopre che Shira è un'agente Imperiale e a Luke vengono ridati i gradi. Il tempo passa e Luke diventa sempre più potente nella Forza. Skywalker sventa anche alcuni tentativi di assassinio commissionati dal principe Xizor, il capo dell'organizzazione del Sole Nero.

Per liberare Ian Solo dalle grinfie di Jabba the Hutt, Luke torna su Tatooine, infiltra Lando tra le guardie dello stesso Jabba e, per ingraziarsi il gangster finge di donargli i due droidi R2-D2 e C-3PO. Una volta che Leila e Chewbecca vengono catturati, Luke si presenta personalmente presso Jabba dove affronta e sconfigge il terribile Rancor. In seguito, alla battaglia al pozzo del Sarlacc, distrugge il galeone a vela di Jabba, uccidendo lui i suoi scagnozzi e riuscendo a fuggire coi suoi amici. In seguito, fa ritorno su Dagobah per completare la sua istruzione come Cavaliere Jedi presso Yoda; tuttavia, trova il saggio maestro ormai molto ammalato e impossibilitato a riprendere la sua istruzione, anche se (secondo le parole dello stesso maestro) essa è ormai completata dopo lo scontro del giovane con Fener, che gli conferma essere suo padre. Subito dopo aver assistito commosso alla morte di Yoda, gli viene rivelata un'altra importantissima cosa dallo spirito di Obi-Wan, ovvero che Leila è sua sorella. Tornato alla base, si riunisce ai suoi amici e parte con loro per la luna boscosa di Endor, al fine di disattivare lo scudo di energia che la suddetta luna proietta sulla nuova Morte Nera. Qui, Luke rivela a Leila la verità sulle loro origini e poi si consegna a suo padre, sperando di redimerlo e riportarlo al Lato Chiaro della Forza. Fallito tale tentativo, viene portato dal padre al cospetto dell'Imperatore (il quale intende convertirlo al Lato Oscuro come fece anni prima con suo padre) che gli fa osservare la battaglia tra la flotta imperiale e la sopraggiunta flotta ribelle, provocandolo annunciandogli l'imminente fine dei suoi amici e compagni. Furioso, Luke tenta di uccidere l'Imperatore, iniziando un nuovo scontro con Fener sul quale riesce infine ad avere la meglio a causa della provocazione di questo di far convertire Leila al Lato Oscuro, cosa che fa ulteriormente infuriare il giovane Jedi. All'ultimo, però, decide di non finire suo padre e resistere ad una nuova lusinga dell'Imperatore, non passando al Lato Oscuro. Pertanto, viene bersagliato di Fulmini di Forza da Palpatine (che lo ritiene una gravissima minaccia) e, martoriato, implora il padre di aiutarlo. Inaspettatamente Fener, provando pietà per il figlio, si ribella all'Imperatore, scagliandolo nel reattore della stazione spaziale, distruggendolo. I Fulmini di Forza di Palpatine, però, mandano in cortocircuito i sistemi di sostentamento vitale dell'armatura di Fener, causandone inevitabilmente la morte. Dopo aver rimosso la maschera al padre (come da questo richiestogli), Luke assiste alla sua morte e lo porta via dalla Morte Nera, prossima all'esplosione (causata da Lando Calrissian a bordo del Millennium Falcon), e crema il suo corpo una volta atterrato su Endor. Festeggiando coi suoi amici la vittoria della Ribellione sull'Impero, Luke ha comunque accanto a sé i suoi maestri Obi-Wan e Yoda e il padre Anakin (sotto forma di fantasmi).

Il giorno dopo Luke e Wedge Antilles scoprono un droide che contiene un messaggio proveniente da Bakura. Skywalker comanda una missione verso il sistema di Bakura, che è stranamente sotto assedio da una razza aliena, gli Ssi-Ruuk, che usano la forza vitale dei prigionieri per potenziare la loro tecnologia. Luke e Leila negoziano un'alleanza temporanea tra Ribelli e forze Imperiali per combattere gli invasori. Scoprendo una persona sensibile alla Forza, Luke si convince che l'Ordine Jedi può essere riformato.

In cerca di seguaci (5 ABY - 11 ABY)[modifica | modifica sorgente]

« Sono uno Jedi, come mio padre prima di me. »
(Luke Skywalker a Palpatine)

Luke diviene un membro vitale dell'Alleanza dei pianeti liberi, e in poco tempo anche della Nuova Repubblica. Negli anni seguenti prova a cercare persone sensibili alla Forza invano. Questo lo porta a Dathomir, dove trova le rovine di Chu'untor, un antico centro di addestramento. Lo spirito di Obi-Wan visita per l'ultima volta Luke cinque anni dopo la vittoria di Endor e gli dice che lui non era l'ultimo dei vecchi Jedi, ma il primo dei nuovi. Con l'inizio della campagna Thrawn, cominciano a spargersi voci riguardanti un Maestro Jedi presso Wayland. Skywalker investiga e scoprì un Jedi Oscuro folle, Joruus C'baoth che Luke tenta di convincere invano di rinunciare al Lato Oscuro. Joruus riesce a ricreare un clone malvagio di Luke, partendo dalla mano tagliata da Darth Fener su Bespin, che in qualche modo era stata recuperata da agenti Imperiali. Luke sconfigge sia Joruus che Luuke, il suo clone.

Durante il conflitto, Luke incontra Mara Jade: feroce guerriera e abile nella Forza quanto bella, Mara era stata una Mano dell'Imperatore al servizio di Palpatine. Ritenendo Luke responsabile della distruzione della sua carriera tenta di ucciderlo, ma a causa di situazioni particolari in cui si trovano a lavorare assieme per sopravvivere Mara lascia da parte l'odio, imparando a rispettare Luke; in seguito i due, innamoratisi, si sposeranno ed avranno un figlio, Ben Skywalker (in onore al nome con cui Obi-Wan era conosciuto da Luke, appunto "Ben"). Arrivando su Coruscant, Luke scopre strani indizi portanti alle origini dell'Imperatore. Prima che potesse capirne il significato una tempesta appare in cielo e un gigantesco vortice risucchia Luke e portandolo a Byss. Qui incontra una vecchia conoscenza: l'Imperatore Palpatine in carne e ossa. Darth Sidious era riuscito a preservare il proprio spirito usando un'antica alchimia Sith, e usando un proprio clone. Palpatine ordina a Luke di inchinarsi di fronte a lui e diventare suo apprendista. Luke, pensando di avere davanti un nemico quasi invincibile, accetta di unirsi al Lato Oscuro della Forza, pensando (come pochi altri Jedi) di sconfiggere il Lato Oscuro scoprendone i segreti. Servendo Palpatine, Luke acquisisce due sentinelle Imperiali. Pur riuscendo a sventare diversi piani pericolosi, Luke non riesce a pensare chiaramente mentre era immerso nel Lato Oscuro. Con l'aiuto di sua sorella Leila riesce a rivoltarsi contro il suo maestro e insieme lo distruggono, grazie anche al sacrificio di Empatojayos Brand che riesce a portare con sé lo spirito del malvagio Sith.

Il Nuovo Ordine Jedi (11 ABY - 30 ABY)[modifica | modifica sorgente]

« Non sei l'ultimo dei vecchi Jedi, Luke. Sei il primo dei nuovi. »
(Obi-Wan Kenobi)

Col tempo Luke intuisce che la Nuova Repubblica ha bisogno di un Ordine Jedi per proteggerla. Trovandosi essa d'accordo con lui, Luke comincia a cercare dei validi candidati da addestrare nel tempio su Yavin IV. Nel tempio Massassi era in attesa lo spirito del Signore dei Sith Exar Kun, morto 4.000 anni prima. Kun riuscì a separare in qualche modo lo spirito di Luke dal corpo, ma viene sconfitto dai suoi studenti e distrutto. Luke, insieme a Kyle Katarn e a Jaden Korr riesce a sventare il ritorno del Signore Oscuro Marka Ragnos, pianificato dai Discepoli di Ragnos sotto la guida della Jedi Oscura Tavion, vecchia apprendista del Jedi fallito Desann.

Qualche tempo dopo, una nuova minaccia comincia a preoccupare Luke: l'arrivo di una razza aliena extragalattica chiamata Yuuzhan Vong. Questi alieni erano molto interessati ai Jedi dichiarandoli come i peggiori tra gli infedeli della Galassia. Per paura, molte associazioni della Repubblica si alleano con gli Yuuzhan Vong, catturando Jedi da dare come schiavi agli invasori. I Vong distruggono i Templi su Yavin IV, e Mara Jade viene infettata da una piaga creata dagli alieni. In breve la supremazia Yuuzhan Vong si estende in tutta la Galassia, vongformando i pianeti conquistati. Con la conquista di Coruscant, la Nuova Repubblica viene dichiarata sconfitta, ma non si arrende. Luke, con l'aiuto del capo di Stato, crea la Federazione Galattica delle Alleanze Libere con base al vecchio Tempio Jedi, concentrando i suoi sforzi per creare un nuovo Consiglio dei Jedi. Con l'aiuto di Vergere, una Jedi dei tempi della Vecchia Repubblica che aveva passato decine di anni in mezzo agli Yuuzhan Vong, Luke viaggia fino alle profondità delle Regioni Ignote, cercando un mezzo per sconfiggere gli invasori. Insieme ad altri Jedi, viaggia fino al mondo vivente chiamato Zonama Sekot, dove persuade l'intelligenza vivente del pianeta, Sekot, ad aiutarlo a sconfiggere gli Yuuzhan Vong. Durante la parte finale del conflitto Luke uccide il Supremo Signore Shimrra; invece Jacen Solo, nipote di Luke, sconfigge il vero capo degli alieni, Onimi.

Luke riesce a riorganizzare i Jedi rimasti per riformare un nuovo Ordine, e questa volta partendo da un Consiglio Jedi. Su consiglio di Kam Solusar Luke Skywalker stabilisce la nuova accademia Jedi su Ossus dove avrebbe continuato ad addestrare i giovani Jedi nelle vie della Forza.

Crisi del Covo Nero (30 ABY - 40 ABY)[modifica | modifica sorgente]

Dopo la fine della guerra i Jedi cominciano a cambiare: discordanze interne causarono malcontento nell'Ordine. Una parte, sostenuta da Kyp Durron e Mara Jade, era dell'idea che i Jedi non dovessero essere responsabili della protezione dell'Alleanza Galattica, e invece dovrebbero avere una più ampia vista degli affari galattici per evitare di essere invischiati nella politica interna. L'altra parte, sostenuta da Kenth Hamner e Corran Horn, sostiene invece che i Jedi devono all'Alleanza Galattica una piena attenzione, perché era l'Alleanza che finanziava l'Ordine, e aveva dato ai Jedi una nuova base. Essendo il Consiglio formato non solo dai Maestri Jedi, ma anche da rappresentanti della Repubblica, quest'ultima posizione sembrerebbe essere quella prevalente.

Queste tensioni erano normalmente appianate da Luke, ormai Gran Maestro dell'Ordine. Nel 35 ABY tutti i Jedi eccetto Tenel Ka rispondoro a un richiamo tramite la Forza andando a investigare in una zona particolare. Durante la missione, il Cavaliere Jedi Raynar Thul viene privato dei suoi poteri da due Jedi Oscuri, Lomi Plo e Welk che lo portano sulla nave Tachyon Flier per fuggire verso le regioni ignote. La nave si schianta su un nido di Killik chiamato Yoggoy. Il nido assorbe le loro menti rendendoli privi di volontà e trasformandoli in Unenti del nido. Thul viene integrato nel nido Yoggoy, mentre gli altri due vengono assorbiti nel nido Gorog. I nidi Killik prendono la personalità della gente integratasi: difatti i nidi Yoggoy prendono il senso di compassione e valore per la vita, mentre il nido Gorog si ritira in segreto. Il Gorog diventa il Covo Nero e comincia a controllare tutti gli altri nidi. Riescono a creare una costruzione immensa di nidi verso la zona abitata dai Chiss con l'aiuto dei Jedi ignari. Luke, insieme ai due nipoti, cercano i Jedi rinnegati. Quando si incontrarono con Raynar vennero attaccati da dei Killik strani. Una guerra in grande scala tra Killik e Chiss viene evitata con la firma di un trattato di pace, pace che, tuttavia non sarebbe durata.

Talenti nella Forza[modifica | modifica sorgente]

Luke Skywalker, nonostante abbia ricevuto poco addestramento, diventa un potente Cavaliere Jedi, conoscitore di poteri a volte unici nella Forza. Questi talenti attribuitigli sono inclusi nelle varie storie a fumetti e i vari romanzi.

  • Luke riesce a far levitare il Millennium Falcon con l'uso della Forza
  • Luke si rigenera in poche ore da un attacco a base di fulmini di Forza
  • Sconfigge l'Imperatore Palpatine rinato in un duello con spada laser
  • Comunica con dei cristalli senzienti telepaticamente
  • Crea una immagine illusoria al posto della sua faccia per non farsi riconoscere
  • Conosce la tecnica per concentrarsi prima della morte per diventare un fantasma di Forza
  • Riesce a manovrare diversi buchi neri verso una armata Yuuzhan Vong
  • Luke usa una potente e unica abilità chiamata Smeraldo di Forza per uccidere senza usare il Lato Oscuro
  • Riesce a generare una copia identica di una nave per imbrogliare il nemico. Dato il grande sforzo mentale, la sua faccia assume un aspetto sfigurato simile a quello di Palpatine per un breve periodo di tempo

Gestazione del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Il nome "Luke" è derivato dal cognome di George Lucas, perché lui stesso si era identificato nel personaggio. Nelle versioni iniziali della storia e della trilogia originale, il personaggio principale sarebbe dovuto essere una ragazza. In altri casi Luke era indicato come un generale esperto e veterano. Poco prima della stesura finale, il personaggio era stato chiamato "Annikin Starkiller". George Lucas pensò che il cognome fosse troppo minaccioso, e lo cambiò in Skywalker, associando in seguito il nome Luke come riferimento a sé stesso. Il riferimento a Starkiller si può anche vedere in Star Wars: Knights of the Old Republic, in quanto esiste un personaggio chiamato Bendak Starkiller e in Star Wars: il Potere della Forza, dove il nome in codice del protagonista è appunto Starkiller, in onore del cognome iniziale di Luke.

Interpretazione del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Ben Burtt, il sound designer dei film, era stato proposto inizialmente per interpretare Luke. Luke Skywalker è interpretato da Mark Hamill nella trilogia originale, e da Aiden Barton nella trilogia nuova, nelle scene in cui appare come neonato. Hamill è tornato in seguito nel ruolo di Luke per dare la sua voce al personaggio nelle versioni radiofoniche dei film. In molti videogiochi, la voce di Luke Skywalker è data da Bob Bergen.

Parodie[modifica | modifica sorgente]

Luke è parodiato nel fumetto Disney Topokolossal (disegnato da Silvia Ziche), che fa il verso ai film di fantascienza ed in particolar modo alla saga di Star Wars; in questa storia Topolino interpreta un personaggio chiamato Mickey Skyrunner, che deve salvare la principessa Stella (Minni) dall'invasore Pietro Galactus (Gambadilegno, parodia a sua volta di Dart Fener) e usa come arma un filoncino di pane chiamato "Baguette Catalitica".

Apparizioni[modifica | modifica sorgente]

  • Star Wars: Knights of the Old Republic 25: Vector, Part 1 (appare in visione al primo WatchCircle)
  • Star Wars Tales 17 - Phantom Menaces
  • The Life and Legend of Obi-Wan Kenobi
  • The Rise and Fall of Darth Vader
  • Star Wars: Episodio III - La vendetta dei Sith
  • Star Wars: Episodio III - La vendetta dei Sith (romanzo ufficiale e romanzo versione junior)
  • Star Wars: Episodio III - La vendetta dei Sith (fumetto)
  • Star Wars: Purge: Seconds to Die (appare in visione a Sha Koon)
  • A New Hope: The Life of Luke Skywalker
  • The Last of the Jedi: The Desperate Mission
  • The Last of the Jedi: Dark Warning (solo menzionato)
  • The Last of the Jedi: Reckoning (solo menzionato)
  • Sandstorm
  • Adventure in Beggar's Canyon
  • Luke Skywalker's Walkabout
  • Lost City of Tatooine
  • Death Star (solo menzionato)
  • Star Wars: Episodio IV - Una nuova speranza
  • Star Wars: Episodio IV - Una nuova speranza (romanzo ufficiale e romanzo versione junior)
  • A Boy and His Monster: The Rancor Keeper's Tale
  • Star Wars 3: Death Star!
  • Star Wars 4: In Battle with Darth Vader
  • Star Wars 5: Lo, The Moons of Yavin!
  • Star Wars 6: Is This the Final Chapter?
  • Perfect Evil
  • Star Wars: Rebellion
  • The Day after the Death Star!
  • Star Wars 7: New Planets, New Perils!
  • Star Wars 8: Eight for Aduba-3
  • Star Wars 9: Showdown on a Wasteland World!
  • Star Wars 11: Star Search!
  • Star Wars 12: Doomworld!
  • Star Wars 13: Day of the Dragon Lords
  • Star Wars 14: The Sound of Armageddon
  • Star Wars 15: Star Duel
  • Star Wars 24: Silent Drifting
  • Star Wars 17: Crucible
  • Star Wars 18: The Empire Strikes
  • Star Wars 19: The Ultimate Gamble
  • Star Wars 20: Deathgame
  • Star Wars 21: Shadow of a Dark Lord
  • Star Wars 22: To the Last Gladiator
  • Star Wars 23: Flight Into Fury
  • Star Wars 25: Siege at Yavin
  • Star Wars 26: Doom Mission
  • Star Wars 27: Return of the Hunter
  • Star Wars 29: Dark Encounter
  • Star Wars 31: Return to Tatooine
  • Star Wars 32: The Jawa Express
  • Star Wars 33: Saber Clash
  • Star Wars 34: Thunder in the Stars
  • Vader's Quest
  • Star Wars 35: Dark Lord's Gambit
  • Star Wars 36: Red Queen Rising
  • Star Wars 37: In Mortal Combat
  • Star Wars 38: Riders in the Void
  • Star Wars Missions 1: Assault on Yavin Four
  • Star Wars Missions 2: Escape from Thyferra
  • Star Wars Missions 3: Attack on Delrakkin
  • Star Wars Missions 4: Destroy the Liquidator
  • Star Wars Missions 5: The Hunt for Han Solo
  • Star Wars Missions 6: The Search for Grubba the Hutt
  • Star Wars Missions 7: Ithorian Invasion
  • Star Wars Missions 8: Togorian Trap
  • The Rebel Thief
  • Star Wars Missions 11: Bounty Hunters vs. Battle Droids
  • Star Wars Missions 12: The Vactooine Disaster
  • X-Wing Marks the Spot
  • Imperial Spy
  • Star Wars Missions 17: Darth Vader's Return
  • Star Wars Missions 18: Rogue Squadron to the Rescue
  • Star Wars Missions 19: Bounty on Bonadan
  • Star Wars Missions 20: Total Destruction
  • Star Wars Missions 13: Prisoner of the Nikto Pirates
  • Star Wars Missions 14: The Monsters of Dweem
  • Star Wars Missions 15: Voyage to the Underworld
  • Star Wars Missions 16: Imperial Jailbreak
  • The Keeper's World
  • The Kingdom of Ice
  • The Weapons Master!
  • World of Fire
  • The Word for World is Death
  • The Guardian of Forever
  • The Bounty Hunter of Ord Mantell
  • Darth Vader Strikes
  • The Serpent Masters
  • Deadly Reunion
  • Traitor's Gambit
  • The Night Beast
  • The Return of Ben Kenobi
  • The Power Gem (solo menzionato)
  • Star Wars Battlefront: Renegade Squadron
  • Star Wars 3-D 1
  • Star Wars 3-D 2: Havoc on Hoth
  • Star Wars 3-D 3: The Dark Side of Dantooine
  • Death Star Pirates
  • Star Wars: Empire 22: Alone Together
  • La Galassia del Terrore: Mangiati Vivi
  • La Galassia del Terrore: La Città dei Morti
  • Allegiance
  • Choices of One
  • Star Wars #1: In the Shadow of Yavin, Part One
  • Star Wars: Empire: A Little Piece of Home
  • Galaxy of Fear: The Nightmare Machine (solo menzionato)
  • Galaxy of Fear: Ghost of the Jedi (solo menzionato)
  • Star Wars: Empire: "General" Skywalker
  • Star Wars: Empire: In the Shadows of Their Fathers
  • Star Wars: Empire: The Wrong Side of the War
  • Star Wars: Rebellion 0: Crossroads'
  • Star Wars: Rebellion 1: My Brother, My Enemy, Part 1 (appare in flashback)
  • Star Wars: Rebellion 2: My Brother, My Enemy, Part 2
  • Star Wars: Rebellion 3: My Brother, My Enemy, Part 3
  • Star Wars: Rebellion 4: My Brother, My Enemy, Part 4
  • Star Wars: Rebellion 6: The Ahakista Gambit, Part 1 (solo menzionato)
  • Star Wars: Rebellion 11: Small Victories, Part 1
  • Star Wars: Rebellion 12: Small Victories, Part 2
  • Star Wars: Rebellion 13: Small Victories, Part 3
  • Star Wars: Rebellion 14: Small Victories, Part 4
  • Star Wars: Rebellion 15: Vector, Part 7
  • Star Wars: Rebellion 16: Vector, Part 8
  • Star Wars: Rogue Squadron
  • Star Wars: Rogue Squadron II: Rogue Leader
  • Star Wars: Rogue Squadron III: Rebel Strike
  • Galaxy of Fear: Army of Terror
  • Galaxy of Fear: The Swarm (solo menzionato)
  • Galaxy of Fear: Spore (solo menzionato)
  • Galaxy of Fear: Clones (solo menzionato)
  • Galaxy of Fear: The Hunger (menzionato indirettamente)
  • And the Band Played On: The Band's Tale
  • Dark Knight's Devilry
  • Gambler's World
  • Tatooine Sojourn
  • The Second Kessel Run
  • Bring Me the Children
  • As Long As We Live...
  • The Frozen World of Ota
  • Planet of Kadril
  • Star Wars: X-Wing
  • The Mystery of the Rebellious Robot
  • The Star Wars Holiday Special
  • Star Wars Galaxies: An Empire Divided
  • Star Wars Galaxies: The Ruins of Dantooine
  • La gemma di Kaiburr
  • Rebel Mission to Ord Mantell
  • Star Wars Adventures: Princess Leia and the Royal Ransom (appare in ologrammi)
  • The Pandora Effect
  • Iceworld
  • Revenge of the Jedi
  • Doom Mission
  • Race for Survival
  • The Paradise Detour
  • A New Beginning
  • Showdown
  • The Final Trap
  • Blind Fury!
  • Star Wars Missions 13: Prisoner of the Nikto Pirates
  • A Valentine Story
  • Star Wars: Episodio V - L'Impero colpisce ancora
  • Star Wars: Episodio V - L'Impero colpisce ancora (romanzo ufficiale e romanzo versione junior)
  • Entrenched (solo voce)
  • Star Wars 41: The Empire Strikes Back: Imperial Pursuit
  • Star Wars 42: The Empire Strikes Back: To Be a Jedi
  • Star Wars Adventures: Luke Skywalker and the Treasure of the Dragonsnakes
  • Slippery Slope — Star Wars Tales 15
  • Star Wars 43: The Empire Strikes Back: Betrayal at Bespin
  • Thank the Maker — Star Wars Tales 6 (solo menzionato)
  • Star Wars 44: The Empire Strikes Back: Duel a Dark Lord
  • The Emperor's Trophy — Star Wars Galaxy 11 (solo menzionato)
  • Star Wars: Masters of Teräs Käsi
  • The Empire Strikes Back Monthly 149: Death Masque
  • Star Wars 45: Death Probe
  • Star Wars 47: Droid World
  • The Further Adventures: Droid World
  • Star Wars 49: The Last Jedi
  • Rust Never Sleeps (solo menzionato)
  • Star Wars 50: The Crimson Forever
  • Star Wars 51: Resurrection of Evil
  • Star Wars 52: To Take The Tarkin
  • Star Wars 86: The Alderaan Factor
  • Star Wars 54: Starfire Rising
  • Star Wars 55: Plif!
  • Star Wars 56: Coffin in the Clouds
  • Star Wars 57: Hello, Bespin, Good-bye!
  • Star Wars 64: Serphidian Eyes
  • Star Wars Annual 2: Shadeshine!
  • Star Wars 58: Sundown!
  • Star Wars 59: Bazarre
  • Star Wars 60: Shira's Story
  • Star Wars 61: Screams in the Void
  • Star Wars 62: Pariah!
  • Star Wars 63: The Mind Spider
  • Star Wars 65: Golrath Never Forgets
  • Star Wars 66: The Water Bandits
  • Star Wars 67: The Darker
  • Star Wars 68: The Search Begins
  • Child of Light (appare in ologramma)
  • L'Ombra dell'Impero
  • Star Wars: X-Wing Alliance
  • Star Wars 70: The Stenax Shuffle
  • Star Wars 71: Return to Stenos
  • Star Wars 72: Fool's Bounty
  • Star Wars 73: Lahsbane
  • Star Wars 74: The Iskalon Effect
  • Star Wars 75: Tidal
  • Star Wars 76: Artoo-Detoo to the Rescue
  • Star Wars 77: Chanteuse of the Stars...
  • Star Wars 78: Hoth Stuff!
  • Star Wars 80: Ellie
  • Star Wars Annual 3: The Apprentice
  • Of the Day's Annoyances: Bib Fortuna's Tale
  • Star Wars: Episodio VI - Il ritorno dello Jedi
  • Star Wars: Episodio VI - Il ritorno dello Jedi (romanzo ufficiale e romanzo versione junior)
  • Star Wars: Return of the Jedi 1: In the Hands of Jabba the Hutt
  • A Day in the Life - Star Wars Tales 12
  • Sleight of Hand: The Tale of Mara Jade
  • Out of the Closet: The Assassin's Tale
  • Taster's Choice: The Tale of Jabba's Chef
  • A Time to Mourn, a Time to Dance: Oola's Tale (appare in flashback)
  • Goatgrass: The Tale of Ree-Yees
  • And Then There Were Some: The Gamorrean Guard's Tale (solo menzionato)
  • Star Wars Journal: Hero for Hire (solo menzionato)
  • A Free Quarren in the Palace: Tessek's Tale
  • The Great God Quay: The Tale of Barada and the Weequays
  • Old Friends: Ephant Mon's Tale
  • Mara Jade: By the Emperor's Hand 1 (appare in flashback)
  • Shaara and the Sarlacc: The Skiff Guard's Tale (solo menzionato)
  • Skin Deep: The Fat Dancer's Tale (solo menzionato)
  • A Barve Like That: The Tale of Boba Fett (appare in ologrammi)
  • Star Wars: Return of the Jedi 2: The Emperor Commands
  • The Mandalorian Armor (appare in ologramma)
  • Slave Ship (solo menzionato)
  • Hard Merchandise (solo menzionato)
  • Star Wars: Return of the Jedi 3: Mission to Endor
  • Star Wars: Return of the Jedi video game
  • Star Wars: Return of the Jedi 4: The Final Duel
  • The Ewoks Join the Fight
  • Star Wars -Phantasmagoria-
  • Mara Jade: By the Emperor's Hand 2 (Appare in visione a Mara Jade)
  • One Last Night in the Mos Eisley Cantina: The Tale of the Wolfman and the Lamproid
  • La Tregua di Bakura
  • A Day in the Life
  • X-Wing: Rogue Leader
  • Star Wars 81: Jawas of Doom
  • Star Wars 82: Diplomacy
  • Star Wars 85: The Hero (solo menzionato)
  • Star Wars 87: Still Active After All These Years
  • Star Wars 88: Figurehead
  • Star Wars 89: I'll See You in the Throne Room
  • Star Wars 90: The Choice
  • Star Wars 92: The Dream
  • Star Wars 93: Catspaw
  • Star Wars 94: Small Wars
  • Star Wars 95: No Zeltrons
  • Star Wars 96: Duel With a Dark Lady
  • Star Wars 97: Escape
  • Star Wars 99: Touch of the Goddess
  • Star Wars 100: First Strike
  • Star Wars 101: Far, Far Away
  • Star Wars 102: School Spirit
  • Star Wars 104: Nagais and Dolls
  • Star Wars 105: The Party's Over
  • Star Wars 106: My Hiromi
  • Star Wars 107: All Together Now
  • Shadows of the Empire: Evolution
  • Handoff — Star Wars Gamer 10 (solo menzionato)
  • X-Wing Rogue Squadron: The Rebel Opposition (solo menzionato)
  • X-Wing Rogue Squadron: Battleground: Tatooine (solo menzionato)
  • X-wing Rogue Squadron: Apple Jacks Special Bonus Story
  • X-wing Rogue Squadron 25: The Making of Baron Fel (solo menzionato)
  • The Glove of Darth Vader
  • The Lost City of the Jedi
  • Zorba the Hutt's Revenge
  • Mission from Mount Yoda
  • Queen of the Empire
  • Prophets of the Dark Side
  • Luke Skywalker and the Shadows of Mindor
  • Dark Forces: Rebel Agent
  • Dark Forces: Jedi Knight
  • X-Wing: Rogue Squadron (solo menzionato)
  • X-Wing: Wedge's Gamble (solo menzionato)
  • X-Wing: The Krytos Trap
  • A Glimmer of Hope (solo menzionato)
  • X-Wing: Wraith Squadron (solo menzionato)
  • X-Wing: Iron Fist (solo menzionato)
  • Crossroads (solo menzionato)
  • The Courtship of Princess Leia
  • Hutt and Seek (solo menzionato)
  • Tatooine Ghost
  • L'erede dell'Impero
  • Sfida alla Nuova Repubblica
  • L'ultima missione
  • Dark Empire
  • Dark Empire II
  • Boba Fett: Agent of Doom (menzionato indirettamente)
  • Empire's End
  • Jedi Search
  • Dark Apprentice
  • Champions of the Force
  • Io, Jedi
  • Children of the Jedi
  • Simple Tricks (solo menzionato)
  • Darksaber
  • Jedi Academy: Leviathan
  • Star Wars: Jedi Knight II: Jedi Outcast
  • Planet of Twilight
  • Crimson Empire III: Empire Lost 1
  • Crimson Empire III: Empire Lost 3
  • Crimson Empire III: Empire Lost 4
  • La Stella di Cristallo
  • Star Wars: Jedi Knight: Jedi Academy
  • Prima della Tempesta
  • Un Nuovo Nemico
  • La Resa dei Conti
  • Jade Solitaire (solo menzionato)
  • The New Rebellion
  • Ambush at Corellia
  • Assault at Selonia
  • Showdown at Centerpoint
  • Spettro del Passato
  • Visione del Futuro
  • Star Wars: Union
  • Judge's Call
  • Junior Jedi Knights: The Golden Globe
  • Junior Jedi Knights: Lyric's World
  • Junior Jedi Knights: Promises
  • Junior Jedi Knights: Anakin's Quest
  • Junior Jedi Knights: Vader's Fortress
  • Junior Jedi Knights: Kenobi's Blade
  • Survivor's Quest
  • Young Jedi Knights: Diversity Alliance
  • Vector Prime
  • Star Wars: Chewbacca 4
  • Star Wars: Invasion 0: Refugees, Prologue
  • Star Wars: Invasion 1: Refugees, Part 1
  • Star Wars: Invasion 2: Refugees, Part 2
  • Star Wars: Invasion 3: Refugees, Part 3
  • Star Wars: Invasion 4: Refugees, Part 4
  • Star Wars: Invasion 7: Rescues, Part 2
  • Dark Tide I: Onslaught
  • Dark Tide II: Ruin
  • Revenants (solo menzionato)
  • Agents of Chaos I: Hero's Trial
  • Agents of Chaos II: Jedi Eclipse
  • Balance Point
  • Recovery
  • Edge of Victory I: Conquest
  • Edge of Victory II: Rebirth
  • Emissary of the Void
  • Star by Star
  • Dark Journey
  • The Apprentice (solo menzionato)
  • Enemy Lines I: Rebel Dream
  • Enemy Lines II: Rebel Stand
  • Traitor (solo menzionato)
  • Destiny's Way
  • Ylesia (solo menzionato)
  • Force Heretic I: Remnant
  • Force Heretic II: Refugee
  • Force Heretic III: Reunion
  • The Final Prophecy
  • The Unifying Force
  • Dark Nest I: The Joiner King
  • Dark Nest II: The Unseen Queen
  • Dark Nest III: The Swarm War
  • Betrayal
  • Bloodlines
  • Tempest
  • Exile
  • Sacrifice
  • Inferno
  • Fury
  • Revelation
  • Invincible
  • Crosscurrent (solo menzionato)
  • Riptide (appare in ologrammi)
  • Millennium Falcon
  • Outcast
  • Omen
  • Abyss
  • Backlash
  • Allies
  • Vortex
  • Conviction
  • Ascension
  • Apocalypse
  • X-Wing: Mercy Kill (solo menzionato)
  • Crucible
  • Star Wars: Legacy 3: Broken, Part 3 (come Fantasma di Forza)
  • Star Wars: Legacy 12: Ghosts, Part 2 (come Fantasma di Forza)
  • Star Wars: Legacy 24: Loyalties, Part 2 (come Fantasma di Forza)
  • Star Wars: Legacy 28: Vector, Part 9 (solo menzionato)
  • Star Wars: Legacy 37: Tatooine, Part 1 (solo menzionato)
  • Star Wars: Legacy 39: Tatooine, Part 3 (come Fantasma di Forza)
  • Star Wars: Legacy 48: Extremes, Part 1 (come Fantasma di Forza)
  • Star Wars: Legacy—War 6 (come Fantasma di Forza)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ In originale, Darth Vader

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Star Wars Databank
  • Star Wars Customizable Card Game
  • The Essential Guide to Characters
  • The Secrets of Star Wars: Shadows of the Empire
  • Star Wars Chronicles
  • Star Wars: The Visual Dictionary
  • Star Wars Roleplaying Game
  • The Essential Chronology
  • Who's Who in the New Jedi Order in Star Wars Insider 57
  • The Official Star Wars Fact File, rivista 4
  • The New Essential Guide to Characters
    • Star Wars Miniatures: Rebel Storm
  • Star Wars Episode III Revenge of the Sith: Illustrated Screenplay
  • The New Essential Chronology
    • Star Wars Miniatures: Bounty Hunters

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Capo dell'Alleanza Ribelle Successore
Bail Organa 1 BBY - 4 ABY Ben Skywalker
Guerre Stellari Portale Guerre Stellari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerre Stellari