Bartolomeo Giuliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Busto di Bartolomeo Giuliano a Brera.
Le Villi, 1906 (Fondazione Cariplo)

Bartolomeo Giuliano (Susa, 1825Milano, 1909) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Formatosi all'Accademia Albertina di Torino, partecipa dal 1846 alle esposizioni della locale Promotrice con opere di soggetto storico-letterario. Dal 1855 è assistente alla cattedra di disegno di figura prima a Torino, al fianco di Enrico Gamba, poi con Raffele Casnedi a Milano dove si trasferisce nel 1860. Partecipa all’Esposizione nazionale di Firenze del 1861 e negli anni seguenti è costantemente presente alle manifestazioni torinesi e milanesi con soggetti sacri, paesaggi e scene di genere. Nel 1866 esegue ad affresco le allegorie dell’Asia e dell’Industria per le lunette della cupola della Galleria Vittorio Emanuele II a Milano, poco dopo sostituite dagli attuali mosaici. Con opere ispirate alla riviera ligure partecipa all’Esposizione universale di Parigi del 1878 e alle esposizioni internazionali d’arte di Venezia del 1895 e 1897. Nel 1906 è presente all’Esposizione Nazionale di Milano.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]