Articolazione scapolo-omerale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Articolazione scapolo-omerale
Gray327.png
Articolazione scapolo-omerale
Anatomia del Gray subject #82 315
Sistema Apparato locomotore
Sinovia
Tipo enartrosi
Legamenti coraco-omerale e gleno-omerali superiore, medio e inferiore
MeSH Glenohumeral+Joint
A02.835.583.748

L'articolazione scapolo-omerale (o gleno-omerale) si effettua tra i capi articolari della scapola e dell'omero che sono rispettivamente la cavità glenoidea e la testa dell'omero. Per la forma emisferica dei capi articolari in gioco, questa articolazione si considera una diartrosi del tipo enartrosi.

Descrizione anatomica[modifica | modifica wikitesto]

Superfici articolari[modifica | modifica wikitesto]

La testa omerale è una superficie liscia, semisferica e ricoperta da cartilagine; la cavità glenoidea è di forma ovalare, stretta e poco profonda rispetto al volume della testa: per questo motivo viene ampliata dal cercine glenoideo (o labbro glenoideo) di natura fibro-cartilaginea.

Capsula articolare[modifica | modifica wikitesto]

Questa articolazione è mantenuta stabile dalla capsula articolare, una membrana fibrosa, sottile e così lassa che permette l’allontanamento delle superfici articolari di circa 3 cm (lussazione). La capsula si fissa prossimalmente sul labbro glenoideo e distalmente sul collo chirurgico dell'omero. I principali tendini dei muscoli che dalla scapola scendono verso l’omero aderiscono alla sua superficie, rinforzandola.

Legamenti[modifica | modifica wikitesto]

Oltre a questi rinforzi tendinei ce ne sono altri di natura legamentosa, che si distinguono in propri e a distanza. I legamenti propri sono fasci fibrosi longitudinali che vengono chiamati legamenti gleno-omerali, e si distinguono in superiore, medio e inferiore. L’unico legamento a distanza è il legamento coraco-omerale.

  • Il legamento gleno-omerale superiore è teso tra il labbro glenoideo e la piccola tuberosità dell’omero.
  • Il legamento gleno-omerale medio è teso tra il labbro glenoideo e la radice della piccola tuberosità dell’omero.
  • Il legamento gleno-omerale inferiore è teso tra la faccia antero-inferiore del labbro glenoideo a e il collo chirurgico dell’omero.
  • Il legamento coraco-omerale è un’ampia lamina fibrosa tesa tra il processo coracoideo della scapola e la grande tuberosità dell’omero.

Borse sierose[modifica | modifica wikitesto]

La capsula articolare è protetta da una serie di borse sierose che ne facilitano anche la mobilità. Si trovano quindi le borse sottoscapolare, sottocoracoidea e sottoacromiale interposte tra la capsula e rispettivamente il muscolo sottoscapolare, il processo coracoideo e l’acromion della scapola; la borsa sottodeltoidea e bicipitale che proteggono la capsula dal muscolo deltoide e il muscolo bicipite. Quando il tendine del capo lungo di quest’ultimo penetra nella capsula, viene avvolto nella ‘’guaina sinoviale bicipitale’’ che lo accompagna fino al cercine glenoideo dove si fissa. Un ulteriore sostegno è fornito dai quattro muscoli che costituiscono la cuffia dei rotatori.