Arrows FA1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arrows FA1
Arrows at Monza 1978.jpg
La Arrows FA1 di Riccardo Patrese a Monza
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Arrows
Categoria Formula 1
Progettata da Tony Southgate
Dave Wass
Sostituita da Arrows A1
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Monoscocca in alluminio
Motore Ford Cosworth DFV 3.0 V8
Trasmissione Hewland FGA 400 a 5 rapporti, manuale
Dimensioni e pesi
Passo 2590 mm
Peso 593 kg
Altro
Carburante Petrofina
Valvoline
Pneumatici Goodyear
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio del Brasile 1978
Piloti 35. Riccardo Patrese
36. Rolf Stommelen
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
10 0 0 0

La Arrows FA1 fu la prima vettura di Formula 1 impiegata dalla scuderia inglese al suo esordio nel campionato nel corso della stagione 1978. Fu disegnata da Tony Southgate e Dave Wass, in monoscocca d'alluminio. Era spinta dal tradizionale motore Ford Cosworth DFV, aveva il cambio Hewland FGA400 ed era gommata Goodyear. La vettura fu al centro di una battaglia legale tra la scuderia Arrows e la Shadow da dove provenivano la maggior parte dei suoi tecnici. Per la scuderia americana infatti la FA1 non è altro che la copia della Shadow DN9. Un tribunale darà ragione a Don Nichols e l'Arrows sarà costretta a non utilizzare più la vettura FA1.[1]

Ottenne buoni risultati come il secondo posto di Riccardo Patrese nel Gran Premio di Svezia e due sesti posti, sempre col pilota padovano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Arrows FA1, storia di un plagio, blogf1.it, 3 gennaio 2013. URL consultato il 16 giugno 2013.
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1