Arcidiocesi di Niamey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Niamey
Archidioecesis Niameyensis
Chiesa latina
Diocesi suffraganee
Maradi
Arcivescovo Michel Christian Cartatéguy, S.M.A.
Ausiliari Djalwana Laurent Lompo
Arcivescovi emeriti Guy Armand Romano
Sacerdoti 22 di cui 10 secolari e 12 regolari
818 battezzati per sacerdote
Religiosi 16 uomini, 62 donne
Abitanti 6.596.000
Battezzati 18.000 (0,3% del totale)
Superficie 200.000 km² in Niger
Parrocchie 12
Erezione 28 aprile 1942
Rito romano
Indirizzo B.P. 10270, Niamey, Niger
Dati dall'Annuario Pontificio 2008 * *
Chiesa cattolica in Niger

L'arcidiocesi di Niamey (in latino: Archidioecesis Niameyensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2007 contava 18.000 battezzati su 6.596.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Michel Christian Cartatéguy, S.M.A.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende la parte sud-occidentale del Niger e si stende sulle regioni di Tillabéri e Dosso.

Sede arcivescovile è la città di Niamey, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora del Perpetuo Soccorso (Notre Dame du Perpétuel Secours).

Il territorio si estende su 200.000 km² (circa il 20% del territorio del Niger) ed è suddiviso in 12 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

I primi missionari appartenenti alla Società delle Missioni Africane hanno raggiunto il Niger nel 1931.

Il 28 aprile 1942 fu eretta la prefettura apostolica di Niamey con la bolla Ad faciliorem di papa Pio XII, ricavandone il territorio dai vicariati apostolici del Dahomey (oggi arcidiocesi di Cotonou), di Foumban, (oggi diocesi di Nkongsamba), di Khartoum (oggi arcidiocesi di Khartoum) e di Ouagadougou (oggi arcidiocesi di Ouagadougou) e dalle prefetture apostoliche di Ghardaia nel Sahara (oggi diocesi di Laghouat), Jos (oggi arcidiocesi di Jos) e Kaduna (oggi arcidiocesi di Kaduna).

Il 13 maggio 1948 e il 12 febbraio 1959 la prefettura apostolica cedette porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente delle prefetture apostoliche di Parakou (oggi arcidiocesi di Parakou) e Fada N’Gourma (oggi diocesi di Fada N'Gourma).

Il 21 marzo 1961 la prefettura apostolica è stata elevata al rango di diocesi con la bolla Qui divino consilio di papa Giovanni XXIII. Originariamente era immediatamente soggetta alla Santa Sede.

Il 13 marzo 2001 la diocesi ha ceduto una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Maradi.

Il 25 giugno 2007 la diocesi di Niamey è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Cum Ecclesia Catholica di papa Benedetto XVI.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • François Faroud, S.M.A. † (1º maggio 1942 - 21 maggio 1948 nominato prefetto apostolico di Parakou)
  • Constant Quillard, C.SS.R. † (15 luglio 1948 - 1961 deceduto)
  • Marie-Jean-Baptiste-Hippolyte Berlier, C.SS.R. † (21 marzo 1961 - 25 giugno 1984 dimesso)
  • Guy Armand Romano, C.SS.R. (3 marzo 1997 - 25 gennaio 2003 dimesso)
  • Michel Christian Cartatéguy, S.M.A., dal 25 gennaio 2003

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2007 su una popolazione di 6.596.000 persone contava 18.000 battezzati, corrispondenti allo 0,3% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 3.917 2.200.000 0,2 15 9 5
1970 12.500 3.985.000 0,3 26 6 20 480 32 66 7
1980 12.600 5.150.000 0,2 27 4 23 466 37 68 11
1990 16.300 7.106.000 0,2 35 7 28 465 37 78 21
1999 17.500 10.000.000 0,2 41 4 37 426 45 91 21
2000 20.000 10.000.000 0,2 33 10 23 606 30 78 18
2001 18.500 5.000.000 0,4 30 5 25 616 35 52 14
2002 10.700 4.950.000 0,2 26 13 13 411 20 43 10
2003 15.000 5.840.000 0,3 23 6 17 652 25 48 10
2004 15.000 5.880.000 0,3 29 10 19 517 21 45 10
2007 18.000 6.596.000 0,3 22 10 12 818 16 62 12

Fonti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi