Ampelopsis brevipedunculata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Vite canadese
Ampelopsis brevipedunculata 1.jpg
Ampelopsis brevipedunculata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Rhamnales
Famiglia Vitaceae
Genere Ampelopsis
Specie A. brevipedunculata
Nomenclatura binomiale
A. brevipedunculata
Maxim. - Trautv., 1866

La Vite canadese (Ampelopsis brevipedunculata) è un arbusto rampicante della famiglia delle Vitaceae.[1]

È coltivata in molti paesi come pianta ornamentale per le sue bacche dai vari colori, dal malva al rosa al turchese, che a maturazione hanno un tipico colore blu scuro, dovuto alla presenza nella buccia di antocianidina e flavonoidi. È chiamata « porcelain berry » (bacca porcellana) nei paesi anglosassoni.

È molto simile alla "Vite americana" (Parthenocissus quinquefolia), una pianta rampicante delle Vitaceae con la quale viene a volte confusa.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La vite canadese è una pianta molto vigorosa. I tralci crescono rapidamente attaccandosi a muri, recinzioni od alberi. Il fusto è legnoso, le foglie sono alterne e semplici, con 3-5 lobi più o meno pronunciati e margini seghettati. L'apice è appuntito e la base cuoriforme.

L'infiorescenza è una cima corimbiforme, che cresce in posizione opposta alle foglie. Il fiore è piccolo, con cinque petali lunghi 0,8-1,8 mm che si dipartono da un disco centrale ben sviluppato con cinque stami. Il periodo di fioritura si può estendere da aprile fino ad agosto.

Il frutto è una bacca di 5-8 mm di diametro, non commestibile. Nel corso della maturazione assume una varietà di colori: dal verde al bianco, al rosa, al lillà, al blu turchese, e infine un intenso blu scuro. I semi vengono dispersi dagli uccelli, che sono ghiotti di queste bacche.

Oltre alla comune Ampelopsis brevipedunculata esistono altre varietà della vite canadese. Tra le più note vi sono la Ampelopsis glandulosa, diffusa in vari paesi asiatici,[2] e la cultivar 'Elegans', con foglie screziate di bianco, rosa e verde chiaro.[3]

Diffusione[modifica | modifica wikitesto]

La vite canadese è originaria della Cina del nord-est, dove è ancora largamente diffusa (il nome cinese è dongbei sheputao, letteralmente « vigna serpente del nord-est »). Cresce spontanea anche in altri paesi asiatici, tra cui Corea, Giappone e Siberia. Introdotta negli Stati Uniti nel 1870 e poi in Canada come pianta ornamentale, in tredici stati della costa atlantica degli Stati Uniti è considerata una pianta infestante per la tendenza a diffondersi rapidamente, sia in aree urbane che agricole. Penetra facilmente anche in boschi e foreste, abbarbicandosi ad alberi e arbusti.

Proprietà ed usi[modifica | modifica wikitesto]

Studi di fitochimica hanno mostrato che i frutti della vite canadese contengono dei polifenoli molto interessanti per l'uso in farmacologia, tra cui epicatechina, piceide e resveratrolo. Contengono anche oligostilbeni naturali detti "ampelopsine" (A, B, C, D, E, H3, 4). Diversi studi hanno indicato che l'ampelopsina E e suoi derivati hanno effetti benefici nella cura dell'epatite e altre malattie del fegato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Ampelopsis brevipedunculata è nota anche con il nome scientifico Vitis heterophylla (Thunb.).
  2. ^ Ampelopsis glandulosa
  3. ^ Ampelopsis brevipedunculata 'Elegans'

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica