Alexandre Guimarães

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alexandre Guimarães
Dati biografici
Nome Alexandre Borges Guimarães
Nazionalità Brasile Brasile
Costa Rica Costa Rica (dal 1984)
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1992 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1979 Durpanel San Blas  ? (25)
1980-1981 Puntarenas Puntarenas  ? (?)
1982-1991 Saprissa Saprissa  ? (?)
1992 Municipal Turrialba Municipal Turrialba  ? (?)
Nazionale
1988-1990 Costa Rica Costa Rica 19 (0)
Carriera da allenatore
1994-1995 Belen Belén
1996 Herediano Herediano
1997-2000 Saprissa Saprissa
2000 Comunicaciones Comunicaciones
2000-2002 Costa Rica Costa Rica
2003 Cartagines Cartaginés
2004 Irapuato Irapuato
2004 Dorados Dorados
2005-2006 Costa Rica Costa Rica
2006-2008 Panamá Panamá
2009-2010 Al-Wasl Al-Wasl
2010-2011 Al Dhafra Al Dhafra
2011-2012 Saprissa Saprissa
2012- Tianjin Teda Tianjin Teda
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Alexandre Borges Guimarães (Maceió, 7 novembre 1959) è un allenatore di calcio ed ex calciatore brasiliano naturalizzato costaricano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Alexander Borges Guimarães ha la nazionalità costaricana dal 1984. È cresciuto in Brasile, ma è giunto in Costa Rica per ragioni legate al lavoro del padre nell'Organizzazione panamericana della salute.

Ha studiato educazione fisica all'Università della Costa Rica, distinguendosi come giocatore di pallacanestro e di calcio. Ha segnato 95 gol in 377 partite in prima divisione. Ha totalizzato 19 presenze nella Nazionale maggiore. Fu uno dei protagonisti a Italia '90, grazie al passaggio decisivo a Hernán Medford, che segnò il gol della qualificazione alla seconda fase.

Nel 1992 ha cominciato la carriera di allenatore nelle serie minori, arrivando poi a dirigere diverse squadre della massima categoria. È arrivato alla Nazionale come assistente del brasiliano Gílson Nunes, sotto la cui guida tuttavia la Costa Rica ha subito molte sconfitte. Quando Gilson è stato esonerato dall'incarico, il timone è passato nelle sue mani e la squadra ha cominciato a mietere successi.

La sua esperienza come giocatore ai Mondiali lo ha convinto della possibilità di superare sempre i propri limiti. E con questa convinzione ha trascinato la squadra alla qualificazione a Corea e Giappone 2002 sbaragliando la concorrenza della CONCACAF.

Nel 2005, poi, dopo l'esonero di Jorge Luis Pinto,ritorno alla guida della nazionale e,in seguito sorprendendo i tifosi che non si aspettavano la seconda qualificazione consecutiva a un Mondiale in considerazione del momento difficile a sole sette partite dalla fine delle qualificazioni, è riuscito di nuovo ad acciuffare la partecipazione conquistando il terzo posto della CONCACAF, grazie anche ai meriti dei giocatori e di tutta la commissione tecnica.

Guimarães, assunse il 15 novembre 2006 la direzione della selezione del Panamá in vista delle eliminatorie a Sudafrica 2010[1][2].

Il 24 giugno 2008, il tecnico fu licenziato dal posto di direttore tecnico della nazionale di calcio del Panamá, causa l'eliminazione nelle qualificazioni dopo aver perso la serie nel secondo turno contro El Salvador[3][4].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Panamá le apuesta a Guima para el Mundial
  2. ^ Guima pide unidad en futbol canalero
  3. ^ Guimaraes fuera de Panamá
  4. ^ Nazionali: Ct Alexandre Guimaraes esonerato da Panama