40 anni vergine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
40 anni vergine
40 anni vergine.png
Steve Carell in una scena del film.
Titolo originale The 40 Year-Old Virgin
Paese di produzione USA
Anno 2005
Durata 116 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Judd Apatow
Sceneggiatura Judd Apatow, Steve Carell
Casa di produzione Apatow Productions
Fotografia Jack N. Green
Montaggio Brent White
Musiche Lyle Workman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

40 anni vergine (The 40 Year-Old Virgin) è un film del 2005 diretto da Judd Apatow, interpretato e prodotto da Steve Carell.

In home video il film è uscito con l'aggiunta di 17 minuti sotto la bandiera "unrated". Questo taglio è stato accolto con opinioni contrastanti.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Andy Stitzer ha un lavoro tranquillo in un negozio di elettronica, dei buoni amici, una casa confortevole, una consistente collezione di fumetti e di action figures di supereroi e la sua vita sociale consiste nel guardare la televisione con i suoi anziani vicini di casa. Nella vita di Andy sembrerebbe tutto a posto se non fosse che è arrivato all'età di 40 anni ancora vergine. Gli amici di Andy: David, Cal e Jay decidono di aiutarlo in ogni modo, ma nel frattempo Andy conosce Trish, una bella quarantenne con tre figli e un nipote. I due si innamorano e decidono di intraprendere la vita di coppia, che prosegue con alti e bassi giungendo infine al matrimonio.

Al termine del film, ci sono varie scene in cui tutto il cast balla.

Critica[modifica | modifica sorgente]

Il film ha ricevuto critiche positive e negative. Arianna Finos su xL definisce la comicità del film «frizzante e mai volgare».

Emanuela Martini invece, su Film TV accusa il film di essere «episodico, scollato, montato a casaccio, volgare ma non abbastanza [...] diretto con una piattezza che certamente gli americani non si permettono più in televisione».

Box office[modifica | modifica sorgente]

Il film fu un successo estivo, e aperto al numero 1 al box office, incassando 21.422.815 di dollari nel suo weekend di apertura, ed è rimasto al numero 1 il fine settimana successivo. Il film ha incassato un totale di 109.449.237 $ sul mercato interno, e circa 70 milioni all'estero, per un totale di $ 177.378.645. È stato il 25° film che ha guadagnato di più nel mondo, e il 19° negli Stati Uniti quell'anno.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

  1. Life of Illusion - Joe Walsh
  2. Ain't No Mountain High Enough - Michael McDonald
  3. Virgin Man - Smokey Robinson
  4. Heat of the Moment - Asia
  5. Just Got Lucky - Joboxers
  6. I Got Ants in My Pants - James Brown
  7. I'm Every Woman - Chaka Khan
  8. Hello - Lionel Richie
  9. Sharing the Night Together - Dr Hook
  10. I Ran (So Far Away) - A Flock of Seagulls
  11. Joy - Apollo 100
  12. Score (Shot Montage) - Lyle Workman
  13. Theme From Greatest American Hero (Believe it Or Not) - Joey Scarbury
  14. Never Surrender - Corey Hart
  15. The Search Is Over - Survivor
  16. Aquarius - James Last
  17. First Time - Steve Carell

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema