Wilbur Ross

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Wilbur Ross
Wilbur Ross Official Portrait.jpg

39° Segretario al Commercio degli Stati Uniti d'America
Durata mandato 28 febbraio 2017 –
20 gennaio 2021
Presidente Donald Trump
Predecessore Penny Pritzker
Successore Gina Raimondo

Dati generali
Partito politico Repubblicano (dal 2016)
Democratico (fino al 2016)
Università Università Yale
Università di Harvard

Wilbur Louis Ross Jr. (Weehawken, 28 novembre 1937) è un politico statunitense, dal 2017 al 2021 segretario al Commercio sotto l'amministrazione Trump.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Weehawken, nel New Jersey, da Wilbur Ross Sr., avvocato prima e giudice poi, e Agnes O'Neill, insegnante, ha conseguito una laurea presso l'università Yale, dove aveva lavorato per alcune riviste letterarie e ad una stazione radio. Dapprima col sogno di diventare scrittore, Ross ottiene il suo primo posto di lavoro a Wall Street fino a conseguire un Master in business administration presso la Harvard Business School.

Alla fine degli anni '70 lavorerà per 24 anni presso la N M Rothschild & Sons, dove ha svolto la pratica di consulenza per la ristrutturazione della bancarotta.

A livello politico, Ross si è identificato come un democratico. Viene nominato dall'allora sindaco di New York Rudy Giuliani come suo consigliere di privatizzazione. Nel gennaio 1988 ha organizzato una raccolta fondi per il finanziamento della campagna elettorale dell'allora moglie Betsy McCaughey come governatore di New York.

La sua fortuna è stimata a 3 miliardi di dollari nel 2016.[1]

Nel 2016 decide di aderire al Partito Repubblicano per sostenere la campagna elettorale del magnate newyorchese Donald Trump, famoso per le sue idee molto populiste, nazionaliste e isolazioniste.

Dopo la vittoria di Trump alle elezioni presidenziali, quest'ultimo lo nominò segretario al commercio, entrando in carica il 27 febbraio 2017.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ben White, Matthew Nussbaum, Trump's team of gazillionaires, su POLITICO. URL consultato il 24/11/2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN48227293 · ISNI (EN0000 0000 3600 2308 · LCCN (ENn85360983 · J9U (ENHE987007327066805171 (topic) · WorldCat Identities (ENlccn-n85360983