Wayland (protocollo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Wayland (server grafico))
Wayland
Logo
Dimostrazione di Wayland
Dimostrazione di Wayland
SviluppatoreKristian Høgsberg
Ultima versione1.14.0 (8 agosto 2017; 4 mesi fa)
Ultima beta1.13.93 (2 agosto 2017; 4 mesi fa)
Sistema operativoUnix-like
LinguaggioC
Genereprotocollo server grafico (non in lista)
LicenzaMIT
(licenza libera)
Sito web

Wayland è un protocollo per server grafico per sistemi operativi Unix-like concepito per essere un'alternativa a X.org, implementazione libera dell'X Window System.[1]

È un software libero distribuito sotto i termini della licenza MIT.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo sviluppo di Wayland è stato avviato da Kristian Høgsberg nel 2008 ed è supportato da Red Hat con l'obiettivo dichiarato che:

(EN)

« every frame is perfect, by which I mean that applications will be able to control the rendering enough that we'll never see tearing, lag, redrawing or flicker. »

(IT)

« ogni fotogramma è perfetto, e con questo intendo dire che le applicazioni saranno in grado di controllare il rendering abbastanza da non farci mai vedere strappi, lag, ridisegnamenti o sfarfallii. »

(Kristian Høgsberg)

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

The Wayland display server protocol relys on EGL

Wayland utilizza funzioni del kernel Linux come DRM (Direct Rendering Manager), KMS (Kernel Mode Settings) e GEM (Graphics Execution Manager) per gestire direttamente un compositing window manager integrato.

Questa particolare architettura permette di ottenere prestazioni migliori rispetto a X Window System in quanto vengono eliminate alcune commutazioni di contesto mentre molte delle estensioni del protocollo X11 vengono implementate nelle API di Wayland.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Intel e Nokia hanno utilizzato Wayland per l'ormai deprecato progetto MeeGo (fusione di Maemo e Moblin).

Mark Shuttleworth il 4 novembre 2010 ha annunciato che Wayland in futuro sarebbe stato il server grafico predefinito di Ubuntu, sostituendo X.Org.[2] Nel mese di marzo 2013 ha però deciso di non adottare Wayland, ma MIR[3]. Ad inizio 2017 è tornato sui suoi passi annunciando il passaggio a Wayland entro la versione 18.04 LTS di Ubuntu. Successivamente è stato annunciata la presenza di Wayland, assieme a Gnome, gia dalla versione 17.10[4].

Wayland è adottato ufficialmente da Fedora dalla versione 25.

La comunity Debian ha pianificato il supporto a partire dalla versione 10 della distro[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]