WAV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi WAV (disambigua).
bussola Disambiguazione – "WAVE" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Wave.
WAVEform audio file format
Estensione .wav
Sviluppato da Microsoft, IBM
Licenza Formato proprietario / sorgente aperto
Tipo Audio non compresso
Compressione Lossless
Estensione di RIFF
Sito web www.microsoft.com

WAV (o WAVE), contrazione di WAVEform audio file format (formato audio per la forma d'onda) è un formato audio di codifica digitale sviluppato da Microsoft e IBM per personal computer IBM compatibile. È una variante del formato RIFF di memorizzazione dei dati. I dati vengono salvati in "chunk" (blocchi), è simile anche al formato IFF o all'AIFF utilizzato dai computer Apple macintosh.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Sia i file nel formato WAV che AIFF sono compatibili con i sistemi operativi Windows e Macintosh. I dati di questo formato, essendo progettato per computer che utilizzano processori Intel o compatibili, vengono memorizzati con la notazione little endian. Essendo basato sullo standard RIFF il formato supporta varie modalità di immagazzinamento dei dati ma nella pratica il più diffuso è il metodo PCM.

Il PCM provvede a salvare i dati audio senza nessun tipo di compressione dati, la forma d'onda viene memorizzata direttamente così com'è sia pure digitalizzata. Quindi i file risultanti sono di elevate dimensioni, ma non richiedono elevata potenza di calcolo per essere riprodotti, ed essendo la codifica lossless, viene spesso utilizzata dagli utenti professionali per memorizzare l'audio. Molti programmi supportano questo formato, dato che è molto diffuso ma non semplice da manipolare date le sue dimensioni molto elevate di byte.

La struttura di un file wave è molto modulare e permette di incapsulare flussi audio codificati in diversi modi con opportuni codec. In questo modo è possibile utilizzare il codec che offre le prestazioni migliori in rapporto allo scopo che si vuole raggiungere (registrazione ad alta fedeltà, flusso dati per lo streaming via rete ecc.) e alla sorgente da registrare (parlato, musica, ecc.). Allo stesso tempo, la registrazione può essere caratterizzata da altri parametri: il numero di bit di codifica (generalmente 8, 16 o 24) e la frequenza di campionamento (11, 22, 44.1, 48, 96 o 192 KHz). Tutti questi parametri influiscono sulla dimensione dei file.

Popolarità[modifica | modifica sorgente]

Con la diffusione del file sharing su internet il formato WAV ha perso popolarità. Essendo un formato non compresso genera dei file molto grandi e quindi sulle reti telematiche si preferisce utilizzare formati compressi come MP3, Ogg Vorbis o AAC che pur essendo non lossless garantiscono comunque una discreta qualità audio con un file audio grande un decimo del WAV corrispondente. Si sono diffusi anche dei formati lossless ma compressi che pur se non raggiungono la compattezza dei file come l'MP3 garantiscono un'elevata qualità audio e un file grande dalla metà a un terzo del file WAV corrispondente. Questi formati sono il FLAC, TTA o Apple Lossless Encoding.

Nel campo professionale, all'interno del file sono state incluse oltre alle informazioni audio anche dei metadata che offrono informazioni aggiuntive quali ad esempio la data, la frequenza di campionamento e il Timecode. Questi tipi di file vengono chiamati Broadcast Wave File e possono avere la normale estensione WAV o BWF (Broadcast Wave Format). Lo standard adottato per questo tipo di metadata è il formato iXML.

I CD musicali presenti in commercio sono codificati in formato traccia audio. Inserendo un CD in un computer su cui viene eseguito Windows, le tracce sono viste dal sistema operativo come file .cda, e devono essere necessariamente convertite in file .wav per poter essere ascoltate con i player musicali più comuni come Windows Media Player o Winamp.

Analogamente, le tracce in formato wav o mp3 (o qualsiasi altro formato) devono essere di nuovo convertite e masterizzate in traccia audio .cda per poter essere ascoltate dai comuni lettori CD.

Comparazione dei codecs dei file WAV[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Compressione audio digitale.

Come descritto in precedenza i file wav possono essere codificati con una grande varietà di codecs per ridurre la dimensione dei file (per esempio i codecs GSM o mp3).

Questa tabella serve a comparare la qualità audio e il tipo di compressione di file monofonici dei vari codecs disponibili per i file.WAV includendo: PCM, ADPCM, GSM, CELP, SBC, TrueSpeech e MPEG Layer-3.

Formato Bitrate 1 Min = Esempio
11 025 Hz 16 bit PCM 176.4 kbit/s[1] 1292 kB[2] 11k16bitpcm.wav
8 000 Hz 16 bit PCM 128 kbit/s 938 kB 8k16bitpcm.wav
11 025 Hz 8 bit PCM 88.2 kbit/s 646 kB 11k8bitpcm.wav
11 025 Hz µ-Law 88.2 kbit/s 646 kB 11kulaw.wav
8 000 Hz 8 bit PCM 64 kbit/s 469 kB 8k8bitpcm.wav
8 000 Hz µ-Law 64 kbit/s 469 kB 8kulaw.wav
11 025 Hz 4 bit ADPCM 44.1 kbit/s 323 kB 11kadpcm.wav
8 000 Hz 4bit ADPCM 32 kbit/s 234 kB 8kadpcm.wav
11 025 Hz GSM6.10 18 kbit/s 132 kB 11kgsm.wav
8 000 Hz Mp3 16 k 16 kbit/s 117 kB 8kmp316.wav
8 000 Hz GSM6.10 13 kbit/s 103 kB 8kgsm.wav
8 000 Hz Lernout & Hauspie SBC 12 k 12.0 kbit/s 88 kB 8ksbc12.wav
8 000 Hz DSP Group Truespeech 9 kbit/s 66 kB 8ktruespeech.wav
8 000 Hz Mp3 8 k 8 kbit/s 60 kB 8kmp38.wav
8 000 Hz Lernout & Hauspie CELP 4.8 kbit/s 35 kB 8kcelp.wav

I file.WAV qui sopra, sono a tutti gli effetti file WAV – anche se codificati con il codec mp3 mantengono l'estensione “.wav”.

Il Wav è un formato proprietario a sorgente aperto che può essere riprodotto da quasi tutti i player musicali.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 1 kbit = 1000 bit
  2. ^ 1 kByte = 1024 Byte

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica