Broadcast Wave Format

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Broadcast Wave File
Estensione .WAV
.BWF
Sviluppato da European Broadcasting Union, Microsoft
1ª pubblicazione 1997
Ultima versione 2003
Tipo Audio non compresso
Estensione di WAV

Broadcast Wave Format (BWF) è un'estensione del popolare formato audio WAV ed è il formato di registrazione per molti registratori audio digitali utilizzati per il cinema, la televisione e la radio.

È stato specificato per la prima volta dalla European Broadcasting Union nel 1997, e modificato successivamente nel 2001 e 2003.

L'obiettivo di questo formato di file è l'aggiunta di metadata per facilitare lo scambio dei dati audio tra differenti piattaforme e applicazioni di computer. Viene specificato il tipo di metadata, permettendo agli elementi della processazione audio di identificarsi, documentare le proprie attività e permettere la sincronizzazione tramite timecode con altre registrazioni. I metadata sono immagazzinati come chunk in un file standard audio .WAV.

I file conformi alle specifiche Broadcast Wave possono avere l'estensione finale .WAV o .BWF.

In aggiunta ai comuni WAV chunk, i seguenti ulteriori chunk possono apparire in un file Broadcast Wave:

  • Original Bext chunk ('bext')
  • iXML chunk ('iXML')
  • Quality chunk ('qlty')
  • MPEG audio extension chunk ('mext')
  • Peak Envelope chunk ('levl')
  • link chunk ('link')
  • axml chunk ('axml')

Compatibilità formato WAV[modifica | modifica wikitesto]

Poiché l'unica differenza tra un file BWF e un normale file WAV sono le informazioni extra aggiunte nel header del file, un file BWF è pienamente compatibile con tutti i riproduttori audio.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]