Windows 2000

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Windows 2000
Logo
W2k.PNG
Il desktop di Windows 2000
Sviluppatore Microsoft Corporation
Famiglia SO Windows NT
Release iniziale 5.0.2195 Retail (17 febbraio 2000)
Release corrente 5.0.2195.7061 SP4 Rollup 1 v2 (13 settembre 2005)
Tipo di kernel Kernel ibrido, (32 bit)
Piattaforme supportate x86, IA-32, Itanium
Metodo di aggiornamento Windows Update
Tipologia licenza Software proprietario
Licenza Proprietario (MS-EULA)
Stadio di sviluppo Supporto terminato il 13 luglio 2010[1]
Predecessore Windows NT 4.0
Successore Windows XP
Sito web www.microsoft.com/windows2000 (archiviato)

Windows 2000 (nome preliminare Windows NT 5.0 o Memphis NT) è stato un sistema operativo con interfaccia grafica a 32 bit, distribuito il 17 febbraio 2000 da Microsoft[2] come successore di Windows NT 4.0.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Sviluppo di Windows 2000.

Caratteristiche principali[modifica | modifica wikitesto]

Al pari del suo predecessore, Windows 2000 fu concepito per un utilizzo in ambito professionale e come server, grazie alle elevate prestazioni, stabilità e sicurezza. L'edizione Professional era destinata a CAD, grafica, calcolo matematico e come workstation personale in ambito aziendale. Furono commercializzate le edizioni Server, Advanced Server e Datacenter Server. Successivamente furono distribuite due versioni a 64 bit per i nuovi processori Intel Itanium e Itanium 2 nel 2001 (Advanced Server Limited Edition e Datacenter Server Limited Edition).

Windows 2000 ha rappresentato un'obiettiva evoluzione rispetto alla versione precedente. Era dotato di un'interfaccia utente rinnovata e di un grande numero di innovazioni tecnologiche, fra le quali:

  • Kernel quasi completamente riscritto, in buona parte dei moduli, rispetto alla struttura precedente (NT 4.0) , soprattutto nella gestione dei protocolli di rete e nell'interfaccia grafica;
  • Active Directory - evoluzione del sistema a domini di Windows NT, che permetteva la gestione e l'amministrazione di reti aziendali anche di grandi dimensioni in maniera centralizzata
  • Gestione dei file system - furono introdotti una nuova versione di NTFS, il Distributed File System (che permetteva di costruire una visione complessiva e gerarchica di un insieme di file server su una rete) e l'EFS (Encrypting File System) che permetteva di cifrare i file a livello di file system (ma di cui la NSA poteva trovare le chiavi, secondo questo studio)
  • Plug and play - Windows 2000 fu il primo sistema operativo su kernel NT che supportava lo standard Plug and play che permette la configurazione automatica dell'hardware
  • Supporto energetico - grazie alle funzioni APM di gestione e risparmio energetico, permetteva l'uso agevole sui sistemi portatili
  • USB - supportava le periferiche USB e l'Hot swap
  • Multimedialità - supportava DirectX, i nuovi driver WDM (Windows Driver Model) e le periferiche multimediali
  • Background Intelligent Transfer System (BITS) - permettvae di scaricare dalla rete in modo intelligente risorse per aggiornare il sistema operativo.

Windows 2000 riscontrò un notevole successo di vendite, molte imprese scelsero la versione Professional come standard aziendale e le edizioni Server ebbero significative quote di mercato sia sulle nuove installazioni che nelle conversioni di server esistenti, a spese soprattutto degli Unix commerciali, malgrado il crescente successo di Linux e degli altri sistemi operativi open source. Una significativa eccezione fu costituita dai server web, dove nonostante un discreto successo l'adozione di Linux è stata superiore.

È importante notare che Windows 2000 non fu destinato da Microsoft all'utenza domestica, benché fosse presente il supporto della multimedialità e del plug and play. All'utenza non professionale Microsoft invece destinò Windows Millennium Edition, basato sul kernel di Windows 95/98.

Screenshots[modifica | modifica wikitesto]

Il tramonto di Windows 2000[modifica | modifica wikitesto]

A fine 2001 è arrivato sul mercato Windows XP (precedentemente conosciuto con il nome in codice di Whistler) che a sua volta ha segnato una svolta della creazione di sistemi operativi da parte di Microsoft. Il suo kernel era basato interamente su quello di Windows 2000 ma sono state introdotte una serie di migliorie alle "negligenze" di Windows 2000, soprattutto in ambito multimediale, che hanno consentito a questo sistema operativo di diventare il successore comune non solo di Windows 2000 ma anche della linea Windows 9x., e quindi di Windows Millennium.

Dal 30 giugno 2005 il supporto per Windows 2000 passò dalla fase principale a quella estesa: ciò significava che Microsoft avrebbe distribuito per Windows 2000 solo gli aggiornamenti di sicurezza critici, mentre il supporto per tutti i nuovi prodotti Microsoft, tra cui le nuove versioni di programmi come Internet Explorer o Windows Media Player, sarebbe cessato per questo sistema operativo. Il 13 luglio 2010, Microsoft rimosse ogni supporto per questo sistema operativo, invitando tutti gli utenti di Windows 2000 a migrare ad una versione di Windows più recente, come Windows XP, Vista o 7[3].

Requisiti minimi Windows 2000 Professional[modifica | modifica wikitesto]

Requisiti Minimi
Processore Sistema con processore compatibile:
Pentium 133 MHz o superiore
RAM 32 MB di RAM minimi; 128 MB raccomandati
Spazio su
disco rigido
Disco rigido da 2 GB con almeno 650 MB di spazio disponibile
Processori
supportati
Windows 2000 Professional supportava
sistemi con uno e due processori

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità BNF: (FRcb145360626 (data)
Microsoft Portale Microsoft: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Microsoft