Val Canale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima valle del Veneto, vedi Val Canale (Pasubio).
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Valcanale" rimanda qui. Se stai cercando la frazione di Ardesio in provincia di Bergamo, vedi Valcanale (Ardesio).
Val Canale
Val Cjanâl
Val Canale Camporosso Monte Lussari 31052008 51.jpg
Vista di Camporosso dalle pendici del Monte Santo di Lussari
StatiItalia Italia
Regioni  Friuli-Venezia Giulia
Province  Udine
Località principaliMalborghetto-Valbruna, Pontebba, Tarvisio
FiumeFella, Slizza
Cartografia
Mappa della Valle
Coordinate: 46°30′07.42″N 13°22′53.47″E / 46.50206°N 13.38152°E46.50206; 13.38152

La Val Canale (Val Cjanâl in lingua friulana, Kanalska dolina in sloveno, Kanaltal in tedesco) è un solco vallivo delle Alpi Orientali, nell'estremo nord-est del Friuli-Venezia Giulia (provincia di Udine), che si estende tra Pontebba ad ovest ed il valico di Coccau ad est, compreso tra le Alpi Carniche ad ovest, le Caravanche a nord e le Alpi Giulie a sud.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Percorsa nel tratto iniziale dal fiume Fella, affluente del Tagliamento, e dal torrente Slizza che s'incontra dopo la sella di Camporosso che divide i due bacini idrografici, separa le Alpi Carniche, a ovest, dalle Alpi Giulie a est. I centri principali della valle sono:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il tipico paesino di Monte Lussari (in sloveno Višarje) con le costruzione in stile carinziano
Chiesa in tipico stile carinziano a Camporosso (in sloveno Žabnice): la parrocchiale di Sant'Egidio

Fu annessa all'Italia con il trattato di Saint-Germain del 1919: prima di questa data la valle aveva fatto parte per centinaia di anni del Ducato di Carinzia, mentre la sua parte orientale era appartenuta, fin dall'XI secolo, al Ducato di Carniola. Con il trattato sugli "optanti", stipulato tra Mussolini e Hitler nel 1939, l'85% degli sloveni, circa 5.600 e che rappresentavano quasi la totalita della popolazione (a parte il villaggio di Tarvisio e qualche famiglia di Malborghetto), lasciarono il territorio per la Germania nazionalsocialista, a causa della sfiducia e fobia verso l'Italia. Solo il 15% vi fece ritorno dopo la guerra, mentre la maggior parte preferì rimanere nell'attuale Austria. Attualmente solo l'8% della popolazione parla attivamente tedesco o sloveno. In particolare, sono rimasti poco meno di 100 parlanti tedesco, mentre circa 300 persone parlano attivamente sloveno. Quest'ultimi sono più che altro concentrati nei centri abitati di Ugovizza e Camporosso.[1]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la seconda guerra mondiale la valle ha subito un fortissimo calo demografico, nonostante l'immigrazione da parte di italiani e friulani. La valle dipende fortemente dalle attivita turistiche.

Lingue[modifica | modifica wikitesto]

Linguisticamente la valle rappresenta un caso unico nel panorama culturale europeo, poiché al suo interno coesistono parlanti romanzi (friulani), slavi (sloveni) e germanici (bavaresi).

  • Toponimi nelle 4 lingue:
Italiano Friulano Sloveno Tedesco
Bagni di Lusnizza Lusniz Lužnice Lusnitz
Camporosso Cjamparòs Žabnice Saifnitz
Cucco Cuc Kuk Kuk
Malborghetto Malborghet Naborjet Malborgeth
Valbruna Valbrune/Cjalavai Ovčja vas Wolfsbach
Pontebba Ponteibe Tablja Pontafel
Santa Caterina Sante Catarine Šenkatríja Sankt Kathrein
San Leopoldo La Glesie Lipalja vas Leopoldskirchen
Tarvisio Tarvis Trbiž Tarvis
Ugovizza Ugovize Ukve Uggowitz
Cave del Predil Gjavis Rabelj Raibl
Coccau Cocau Kokova Goggau
Rutte Rute Trbiške rute Greuth
Piezzut Pieçut Flíčl Flitschl
Poscolle Puscuèl Zágradec Hinterschloss
Muda Mude Múta Mauth

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ernst Steinicke, Peter Čede e Igor Jelen, „Klein-Europa“ vor dem Verschwinden? Das Kanaltal hundert Jahre bei Italien.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN240912281 · WorldCat Identities (ENviaf-240912281