Urraca di Castiglia (1186-1220)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Urraca di Castiglia
Rainha D. Urraca - Rei D. Afonso II 2.jpg
La regina Urraca di Castiglia
Regina consorte del Portogallo
Brasão de armas do reino de Portugal (1139).svg Royal Arms of Castille (1214-15th Century).svg
In carica 26 marzo 1212 -
3 novembre 1220
Predecessore Dolce di Barcellona
Successore Mencía López de Haro
Nome completo Urraca Alfonso di Castiglia
Altri titoli Principessa di Castiglia
Signora di Torres Vedras, Óbidos e Lafões
Nascita 1186
Morte Coimbra, 3 novembre 1220
Luogo di sepoltura Monastero di Alcobaça
Dinastia Anscarici
Padre Alfonso VIII di Castiglia
Madre Leonora d'Aquitania
Consorte Alfonso II del Portogallo
Figli Sancho
Alfonso
Eleonora
Ferrante
Vicente

Urraca Alfonso di Castiglia (Urraca anche in spagnolo, in asturiano, in aragonese, in portoghese, in galiziano, in latino e in catalano e Urraka in basco; 1186Coimbra, 3 novembre 1220) fu una principessa di Castiglia, divenuta poi regina consorte del Portogallo nel 1211.

Origini[1][2][3][modifica | modifica wikitesto]

Era figlia del re di Castiglia, Alfonso VIII e di Eleonora Plantageneta e nipote del re d'Inghilterra, Enrico II e di sua moglie, la duchessa d'Aquitania, Eleonora d'Aquitania, ex regina di Francia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Le cronache di Alberico delle Tre Fontane citano Urraca come una delle cinque sorelle di Enrico I di Castiglia, specificando che Urraca divenne regina del Portogallo[1].

Secondo il cronista Rodrigo Jiménez de Rada, nel suo De Rebus Hispaniæ, nel 1206 Urraca sposò l'erede al trono del Portogallo, Alfonso[1], figlio del re del Portogallo Sancho I e di Dolce di Barcellona (1160-1198), figlia della regina di Aragona, Petronilla, e del conte di Barcellona, Raimondo Berengario IV. Alfonso nel 1211 divenne re del Portogallo col nome di Alfonso II.
Alla regina Urraca spettò la signoria della città di Torres Vedras, Óbidos e Lafões.

Varie cronache riportano anche che, dapprima considerata come possibile moglie per Luigi VIII di Francia, Urraca venne scartata in favore della sorella Bianca a causa del suo nome, "Urraca", che sarebbe suonato male alle orecchie dei francesi[4][5].

Urraca morì a Coimbra, il 3 novembre del 1220, e fu tumulata nel monastero di Santa Maria di Cós ad Alcobaça[1], dove dopo circa due anni fu raggiunta dal marito.

Figli[6][7][8][modifica | modifica wikitesto]

Urraca ad Alfonso diede cinque figli:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Dinastie reali di Castiglia
  2. ^ (EN) Casa d'Ivrea-genealogy
  3. ^ (DE) Alfonso VIII genealogie mittelalter Archiviato il 29 settembre 2007 in Internet Archive.
  4. ^ Leslie Dunkling, First names first, J. M. Dent, 1977, p. 40.
  5. ^ Jaime de Salazar y Acha, Urraca. Un nombre egregio en la onomástica altomedieval, En la España medieval.
  6. ^ (DE) Alfonso II di Portogallo genealogie mittelalter Archiviato il 2 luglio 2008 in Internet Archive.
  7. ^ (EN) Portogallo
  8. ^ (EN) Capetingi

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Edgar Prestage, Il Portogallo nel Medioevo, in L'autunno del Medioevo e la nascita del mondo moderno, «Storia del mondo medievale», VII volume, 1999 [1981], pp. 576-610, SBN IT\ICCU\CSA\0112609.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Armoiries Portugal 1180.svg
regina consorte del Portogallo
Successore Flag of Portugal.svg
Dolce di Barcellona 1212 - 1220 Mencía López de Haro
Controllo di autoritàVIAF (EN305365064 · LCCN (ENnb2013020932 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2013020932