Unione dei bambini di Corea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Unione dei bambini di Corea

조선소년단

Chosŏn Sonyeondan
Emblem of Korean Youth Corps.svg
StatoCorea del Nord Corea del Nord
SedePyongyang
Fondazione6 giugno 1946
PartitoPartito del Lavoro di Corea
Ideologia
Slogan"Sempre pronti!"

L'Unione dei bambini di Corea (in coreano: 조선 소년단; Hanja: 朝鮮 少年 團, Chosŏn Sonyŏndan) è l'organizzazione che precede la Lega della Gioventù Kimilsunghista-Kimjonghilista in Corea del Nord, contribendo al movimento giovanile al movimento dei pionieri nordcoreano (tipico dei regimi di stampo socialista o comunista). È un'organizzazione per i bambini dai 6 ai 15 anni ed è legata al Partito del Lavoro di Corea. Il suo ramo in uniforme è noto come Giovani Pionieri (che comprende anche i cadetti della Scuola Rivoluzionaria Bandiera Rossa Mangyongdae, scuola dell'élite nordcoreana a Pyongyang)[1], che ammette bambini e pre-adolescenti dai 9 ai 15 anni. L'organizzazione gestisce capitoli nelle scuole elementari e secondarie a livello nazionale. Insegna ai bambini lo Juche e le ideologie dietro il sistema nordcoreano. I giovani di età superiore ai 15 anni possono unirsi alla Lega della Gioventù Kimilsunghista-Kimjonghilista.[2]

I nuovi bambini di solito vengono formalmente accolti in un importante giorno festivo come il Giorno del Sole, il Giorno di Fondazione Militare o il Giorno della Fondazione della Repubblica. È considerata un'occasione importante nella vita di un bambino.[3] In questi giorni, i bambini della scuola materna vengono ufficialmente ammessi e gli vengono distribuiti fazzoletti rossi e spille.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Martin, Bradley K. (2004). Under the Loving Care of the Fatherly Leader. New York: Thomas Dunne Books. p. 189. ISBN 0-312-32221-6.
  2. ^ North Korea - MASS ORGANIZATIONS, su countrystudies.us. URL consultato il 13 dicembre 2020.
  3. ^ Hunter, Helen-Louise (2008). "The Society and Its Environment". In Worden, Robert L. (ed.). North Korea: A Country Study (5ª ed.). Washington: Federal Research Division of the Library of Congress. p. 85. ISBN 978-0-8444-1188-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]