Unione Sindacale di Base

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Unione Sindacale di Base
USB.gif
SegretarioEsecutivo nazionale
StatoItalia Italia
Fondazione23 maggio 2010
SedeVia dell'Aeroporto, 129, Roma
AbbreviazioneUSB
IdeologiaComunismo
Euroscetticismo[1]
InternazionaleFSM
Iscritti250 000 (2010)
Sito webwww.usb.it/

L'Unione Sindacale di Base (USB) è un sindacato indipendente fondato il 23 maggio 2010 dalla fusione tra SdL Intercategoriale e RdB (parte della CUB)[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'USB nasce con i circa 250 000 iscritti provenienti dalle organizzazioni fondatrici[2] e punta a diffondersi in tutti i settori del mondo del lavoro e in tutto il territorio nazionale; l'obiettivo è costruire un'alternativa di massa ai sindacati storici.

Alla confederazione aderiscono in forma associativa anche l'AS.I.A. (Associazione Inquilini e Abitanti), associazione per il diritto alla casa e l'organizzazione dei pensionati. Il sindacato offre anche servizi fiscali, di patronato, uffici vertenze e legali, oltre ad avere vari sportelli per immigrati.

L'USB ha una struttura confederale articolata sul territorio nazionale, essendo presente in gran parte delle regioni e delle province. L'organizzazione interna si basa in due macro-aree intercategoriali: il settore pubblico e quello privato. A livello internazionale è affiliata alla Federazione Sindacale Mondiale.

Nel 2015 da USB si è generata una scissione dovuta alle divergenze in merito alla posizione da assumere sul Protocollo di Confindustria e Cgil-Cisl-Uil del 10 gennaio 2014 che ha prodotto la nascita del sindacato SGB[3].

La scissione nasce da un doppio fallimento giudiziario di USB nei confronti dell'Accordo Interconfederale 10 gennaio 2014, la quale presenta un ricorso art. 702 bis del c.p.c. al Tribunale Civile di Roma [4] vedendoselo rigettato dal giudice Dott.sa Cecilia Bernardo in data 15/05/2015 [5] e contestualmente dopo aver firmato adesivamente il CCNL Assaeroporti 2010 già scaduto per poter partecipare alle elezioni RSU come previsto dall'A.I. 10 gennaio 2014, si vede rigettato il ricorso ai sensi dell'art. 700 c.p.c. per mancata accettazione alle elezioni RSU dell'Aeroporto G. Marconi di Bologna prima che le elezioni si tengano, in quanto l'avvocato di USB sbaglia la sede giudiziale competente, rivolgendosi al Tribunale Civile del Lavoro al posto del Tribunale Civile Ordinario, trovando il giudice Dott. Carlo Sorgi che rigetta il ricorso per inconferenza di sede.

In conseguenza di questi due esiti negativi Pierpaolo Leonardi decide di non consultare l'Esecutivo Nazionale e di firmare adesivamente l'Accordo Interconfederale 10 gennaio 2014. In tal modo rinunciando a fare contrattazione nazionale dato che è espressamente riservata ai soli stipulanti dell'A.I. 10 gennaio 2014 (Confindustria, Cgil, Cisl, Uil e a tavolo separato Confindustria e Ugl), a riconoscere piena esigibilità alla contrattazione fatta dagli stipulanti, a non poter scioperare contro tale contrattazione, ad accettare il metodo di misurazione della rappresentanza tramite comunicazione Uniemens all'Inps, processo completamente nelle mani aziendali appartenenti a Confindustria.

Su queste ragioni di ordine politico sindacale avviene la scissione interna. Conseguenza sull'aspetto legale, Confindustria richiede espressamente a USB la rinuncia al ricorso in Corte di Appello contro l'Accordo Interconfederale 10 gennaio 2014, pro accettazione della firma adesiva allo stesso pena rigetto della firma adesiva, dimostrando in questo modo che gli accordi interconfederali, contratti atipici ex art. 1322 c.c., essendo contratti privati non hanno di per se obbligatorietà di ricezione d'adesione di terzi da parte degli stipulanti, sono a tutti gli effetti contratti ad excludendum se non esplicitamente stipulati come aperti a tutti senza esclusione e/o rinunce degli adesivi terzi, come tali contra legem, nulli al loro sorgere, cosa di cui il giudice Dott.sa Cecilia Bernardo non analizza in alcun modo nella sua sentenza di rigetto e cosa che Confindustria palesemente temeva mostrandone consapevolezza con la sua richiesta esplicita.

Nonostante anche questo Piepaolo Leonardi firma invece di presentare ricorso in Corte di Appello, dando a Confindustria formale rinuncia a depositare il ricorso.

Dal febbraio 2015 Pierpaolo Leonardi, dell'Esecutivo nazionale USB, è stato nominato Segretario del Sindacato mondiale del Pubblico impiego, aderente della Federazione Sindacale Mondiale[6].

Congressi nazionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Congresso fondativo - Roma, 21-23 maggio 2010 - Connetti le tue lotte!
  • I Congresso nazionale - Montesilvano, 7-9 giugno 2013 - Rovesciare il tavolo - per un sindacato di classe, conflittuale, indipendente
  • II Congresso nazionale - Tivoli, 9-11 giugno 2017 - Ridare identità al movimento dei lavoratori. Opporsi allo sfruttamento, al controllo, alla subordinazione

Federazioni di categoria[modifica | modifica wikitesto]

  • Pubblico Impiego (PI): il sindacato dei lavoratori operanti negli enti pubblici.
  • Lavoro Privato (LP): il sindacato dei lavoratori operanti nelle imprese private.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Unione Sindacale di Base. Il portale Nazionale.: “Rompere con l'UE”: un grido nel cuore della bestia, su usb.it. URL consultato il 18 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  2. ^ a b Nasce l'USB, globalproject.info. URL consultato il 23-06-2010.
  3. ^ Scontro nelle Usb il leader Betti chiama la polizia - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato l'8 settembre 2020.
  4. ^ Ricorso USB contro Accordo Interconfederale 10 gennaio 2014 (PDF), su Archivio - USB di Salerno. URL consultato il 2021-30-01.
  5. ^ Sentenza del ricorso USB contro Accordo Interconfederale 10 gennaio 2014 (PDF), su Archivio - Uil Documenti. URL consultato il 2021-30-01.
  6. ^ Pierpaolo Leonardi (USB) eletto Segretario del Sindacato Mondiale dei Lavoratori Pubblici, su Contropiano, 15 febbraio 2015. URL consultato l'8 settembre 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàSBN IT\ICCU\BVEV\181195