Federazione nazionale lavoratori edili affini e del legno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Federazione nazionale lavoratori edili affini e del legno
FeNEAL
SegretarioVito Panzarella[1]
StatoItalia Italia
Fondazione1951
SedeVia Alessandria 171, 00198 - Roma
Iscritti162.0172011[2]
Sito web

La Federazione nazionale lavoratori edili affini e del legno (FeNEAL) è un sindacato affiliato alla UIL che rappresenta e tutela i lavoratori italiani dei settori dell'edilizia, del legno, boschivo, del cemento e suoi affini,[3] dei laterizi, dei materiali lapidei e tutti i settori affini e simili.[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque il 22 settembre 1951 a Potenza col nome di FeNEA (Federazione nazionale dei lavoratori edili ed affini).[5] La federazione nacque ben 18 mesi dopo la fondazione della UIL a causa delle ristrettezze economiche che non consentirono lo svolgimento del primo congresso.[5] Il primo segretario generale fu Giordano Gattamorta riconfermato alla carica fino alla sua morte avvenuta nel 1960. Dai 5.000 iscritti del primo congresso, già nel 1953 la FeNEA vanta 20.000 iscritti. È con il suo terzo congresso del 1958 che cambia nome in FeNEAL, avendo incorporato i lavoratori dipendenti dalle industrie del legno.[5] Nel 1960 muore Gattamorta e gli succede Luciano Rufino che guidò la categoria durante l'autunno caldo e che divenne segretario della Federazione CGIL, CISL, UIL.[5] Con il sesto congresso nazionale viene eletto segretario generale Giovanni Mucciarelli. Nel 1981 è la volta di Giancarlo Serafini cui succede nel 1989 Francesco Marabottini che lascerà solo nel 2006. Oggi segretario generale è Antonio Correale.[1][5]

Iscritti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 la FeNEAL contava 162.017 iscritti in tutta Italia.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Vedi sezione segreteria da fenealuil.it
  2. ^ a b Vedi sezione iscritti da uil.it Archiviato il 2 dicembre 2011 in Internet Archive.
  3. ^ Ovvero anche i settori della produzione del fibrocemento, della calce e del gesso.
  4. ^ Vedi sezione chi siamo da fenealuil.it
  5. ^ a b c d e Vedi sezione storia da fenealuil.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]