Ugoberto Alfassio Grimaldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ugoberto Alfassio Grimaldi di Bellino (Baldichieri d'Asti, 1915Voghera, 1986) è stato uno storico, saggista e giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato il liceo classico 'Severino Grattoni' di Voghera (Pavia), si laureò in Giurisprudenza a Pavia come alunno del Collegio Ghislieri. Durante il ventennio fascista partecipò ai Littoriali e frequentò la Scuola di mistica fascista[1] guidata da Niccolò Giani. Tuttavia nel 1943 ruppe col regime e si schierò con l'opposizione fino a diventare partigiano nella divisione Masia.

Parallelamente all'insegnamento di storia e filosofia al liceo classico di Voghera, esercitò la professione di giornalista. Dal 1945 militò nel Partito Socialista Italiano; con la scissione di palazzo Barberini si schierò con il PSLI e quindi aderì al PSDI.

Nel 1947 divenne redattore de L'Umanità, il quotidiano del PSDI. Fino al 1958 fu membro della direzione nazionale di quel partito, da cui si dimise per dissenso sulla linea politica. Nel 1959 si iscrisse al PSI[2]. Ricoprì cariche pubbliche a Voghera e presiedette la locale sezione del Movimento Federalista Europeo.

Dal 1946 collaborò a Critica Sociale, la rivista fondata da Filippo Turati, per diventarne vicedirettore con Giuseppe Faravelli e direttore dal 1974 al 1981. Collaborò con i quotidiani la Gazzetta della Sera, l'Avanti!, il Giorno, la Provincia Pavese e con il periodico il Corriere del Ticino.

Storico e saggista[3], fu collaboratore di varie testate quotidiane e settimanali e di trasmissioni radiofoniche e televisive. Diresse la collana Informazione Storica di Bompiani e la collana Storia di Feltrinelli.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Autobiografia di giovani del tempo fascista, Brescia, Morcelliana, 1947
  • Il socialismo in Europa, Milano, Garzanti, 1957 (edito anche in Spagna nel 1961)
  • I giovani degli anni sessanta (coautore), Bari, Laterza, 1964
  • Il re "buono", Milano, Feltrinelli, 1970
  • Guida alle parole misteriose del nostro tempo (curatore con L. Marchi, supplemento del settimanale Tempo), 1971; nuova ed., Milano, Palazzi, 1971
  • Farinacci il più fascista (coautore Gherardo Bozzetti), Milano, Bompiani, 1972
  • 10 giugno, il giorno della follia (coautore Gherardo Bozzetti), Bari, Laterza, 1974
  • Il coraggio del no (coautore Gherardo Bozzetti), Pavia, Amministrazione Provinciale, 1976
  • La stampa di Salò, Milano, Bompiani, 1978
  • Bissolati (coautore Gherardo Bozzetti), Milano, Rizzoli, 1983 (premio Acqui Storia)
  • Cultura a passo romano. Storia e strategia dei Littoriali della cultura e dell'arte (coautore Gherardo Bozzetti), Milano, Feltrinelli, 1983
  • Commento alla Storia d'Italia 1870–1896. La sinistra al potere, di Alfredo Chiappori, Milano

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tomas Carini, Niccolò Giani e la scuola di mistica fascista 1930-1943, Mursia, 2009, pag. 39
  2. ^ Nencioni, Tommaso, Tra neutralismo e atlantismo: la politica internazionale del Partito socialista italiano 1956-1966, Italia contemporanea. settembre 2010, n. 260, 2010, Milano: Franco Angeli, 2010.
  3. ^ Colombo, Arturo, Teresio Olivelli ribelle per amore, in Nuova antologia. Aprile-giugno, 2009