Tina Cipollari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tina Cipollari nel 2012

Tina Cipollari, all'anagrafe Maria Concetta Cipollari (Viterbo, 14 novembre 1965), è un personaggio televisivo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha debuttato in televisione nel 2000, in qualità di corteggiatrice e, successivamente, di tronista del programma di Canale 5 Uomini e Donne, condotto da Maria de Filippi; si è fatta conoscere attirando l'attenzione sul suo atteggiamento da improbabile "vamp", che compone il personaggio da lei interpretato in tutte le apparizioni televisive, caratterizzato dai capelli platinati, vestiti sexy e boa variopinti.[1][2]

Sempre nei primi anni 2000, in virtù della popolarità raggiunta, ha partecipato a due edizioni di Buona domenica con Maurizio Costanzo, rendendosi protagonista di diversi spazi del contenitore domenicale.[3] Nello stesso periodo è rimasta all'interno del cast di Uomini e donne, partecipando in qualità di opinionista.[3]

Nel 2004 è passata in Rai per partecipare al reality show Il ristorante, condotto da Antonella Clerici,[4] dove si è classificata al secondo posto;[5][6] negli stessi anni, è stata spesso ospite dei talk show di Rai 1 Domenica in e La vita in diretta. Nello stesso periodo ha condotto per una rete locale la trasmissione VipMania.[7]

Tornata stabilmente in Mediaset nel 2008, ha ripreso la collaborazione con Maria De Filippi, concedendosi apparizioni in altri programmi come il Maurizio Costanzo Show. Da settembre 2016 partecipa in qualità di concorrente, in coppia col suo autore Simone Di Matteo (formando il team gli #spostati), alla quinta edizione del reality show Pechino Express[8], in onda su Rai 2 con la conduzione di Costantino Della Gherardesca, arrivando in finale e classificandosi al quarto posto. Nell'inverno dello stesso anno prende parte nel ruolo di giudice al programma Selfie - Le cose cambiano, condotto da Simona Ventura su Canale 5[9]. Viene confermata per lo stesso ruolo anche nella seconda edizione del programma, in onda dall'8 maggio 2017.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 ha conosciuto, nell'ambito di Uomini e donne, Chicco Nalli , detto Kikò, con il quale si è sposata il 12 maggio 2005. La coppia ha tre figli: Francesco, Mathias e Gianluca.

Dopo mesi in cui si vociferava una separazione, nel gennaio 2018 la Cipollari dichiara di essersi separata consensualmente dal marito pur vivendo, per il bene dei figli, sotto lo stesso tetto da separati per alcuni mesi, anche se ora Chicco Nalli sta preparando il trasloco e andrà a vivere in una nuova casa vicina alla scuola dei bambini.

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Tina Cipollari, Strane forme, in Simone Di Matteo (a cura di), Eros e Thanatos. Terza antologia di racconti del XXI secolo, Diamond Editrice, 2013, ISBN 9788896650165.
  • Tina Cipollari, Miti e mitomani, in Simone Di Matteo (a cura di), Del giorno e della notte. IV antologia di racconti del XXI secolo, Diamond Editrice, 2014, ISBN 978-88-6810-186-2.
  • Tina Cipollari e Simone Di Matteo, No Maria, io esco!, Diamond Editrice, 2015, ISBN 978-88-9665-0332.

DiscograSingoli[modifica | modifica wikitesto]

2001- Femme Fatale

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Baroni, p. 519
  2. ^ Grasso, p. 874
  3. ^ a b Tina Cipollari: "Grata a De Filippi e Costanzo. Le critiche? Non mi toccano, in Panorama, 21 agosto 2014. URL consultato il 12 agosto 2016.
  4. ^ Rai, parte bene "Il ristorante". Vianello riammesso nel cast, in la Repubblica, 22 dicembre 2004. URL consultato il 12 agosto 2016.
  5. ^ Rosi manda tutti ko il re del Ristorante è lui, in la Repubblica, 9 febbraio 2005. URL consultato il 12 agosto 2016.
  6. ^ Emilio Marrese, Rosi, Schillaci, Tacconi la pensione sportiva sui reality, in la Repubblica, 10 febbraio 2005. URL consultato il 12 agosto 2016.
  7. ^ Giancarlo Mirone, Gossip e beltà sfiorite, in la Repubblica, 18 aprile 2006. URL consultato il 12 agosto 2016.
  8. ^ Elisabetta Esposito, Tina Cipollari: "Ecco cosa ho capito grazie a Pechino Express", in Il Giornale, 1° agosto 2016. URL consultato il 29 agosto 2016.
  9. ^ Marta Proietti, La Ventura torna in tv con "Selfie – le cose cambiano": il cast completo, in Il Giornale, 3 novembre 2016. URL consultato il 15 maggio 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]