This Song

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
This Song
ArtistaGeorge Harrison
Autore/iGeorge Harrison
GenerePop
Rock
Pop rock
Edito daHarrisongs
Pubblicazione
IncisioneThirty-Three & 1/3
Data19 novembre 1976
EtichettaDark Horse Records
Durata4:11
Thirty-Three & 1/3 – tracce
Precedente
Successiva
This Song
THIS SONG-VIDEO.JPG
Screenshot tratto dal videoclip
ArtistaGeorge Harrison
Tipo albumSingolo
Pubblicazione15 novembre 1976
Durata3:45
Album di provenienzaThirty Three & 1/3
Dischi1
Tracce2
GenerePop
Pop rock
EtichettaDark Horse Records
ProduttoreGeorge Harrison
Tom Scott
Noten. 25 Stati Uniti
George Harrison - cronologia
Singolo successivo
(1976)

This Song è un brano musicale di George Harrison, pubblicato nel suo album Thirty-Three & 1/3 del 1976. Fu il primo singolo estratto dal disco e raggiunse la posizione numero 25 negli Stati Uniti, ma, come anche gli altri tre singoli estratti dall'album, non entrò in classifica in Gran Bretagna.

Si tratta di una canzone che ironizza sul celebre caso di plagio che coinvolse George Harrison e la sua My Sweet Lord.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Composizione e registrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il branno venne scritto dopo la settimana nella quale il chitarrista stette in un'aula giudiziaria per convincere, senza successo, i giudici che la sua canzone My Sweet Lord del 1970 non era un plagio intenzionale dell'hit He's So Fine delle Chiffons. Per quanto detto da Harrison, i querelanti trascrissero su uno spartito i due pezzi, per provare la loro denuncia. Questo comportamento insospettì l'ex-Beatle, tanto da spingerlo a scrivere sulla sua autobiografia, I, Me, Mine, di pensare che gli spartiti fossero stati falsificati[1]. Dopo aver perso il caso, venne composto il pezzo. Il brano presenta, tra i musicisti, anche Billy Preston al pianoforte, all'organo ed al sintetizzatore, una parte parlata di Eric Idle[2] ed un assolo di sassofono suonato da Tom Scott[3].

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Il brano apparve come quarta traccia del lato A dell'LP Thirty-Three & 1/3[2]. Inoltre, venne anche pubblicata come singolo, con al lato B Learning How to Love You[4], brano conclusivo del 33 giri dal quale ambedue i pezzi sono stati estratti[2]; Thirty-Three & 1/3 venne pubblicato il 19 novembre 1976, mentre il 45 giri, il primo pubblicato dalla Dark Horse Records, aveva il numero di serie K 16856 e fu pubblicato il 15 dello stesso mese. Se il singolo non entrò nelle classifiche inglesi[4], arrivò alla 25ª posizione della classifica di Billboard Hot 100[3], alla 30ª nei Paesi Bassi[5] ed in Canada[6] ed alla 44ª in Francia[7].

Video[modifica | modifica wikitesto]

Per il brano, è stato realizzato un videoclip. Questo, classificatosi alla 1ª posizione dei 5 migliori video musicali di George Harrison secondo hubpages.com, mostra il musicista in un'aula giudiziaria, dove sono presenti numerosi "ospiti speciali", fra cui Jim Keltner, Tom Scott e Ron Wood (vestito da donna); inoltre, in alcuni momenti appaiono degli strumenti, fra cui un pianoforte, che la dattilografa del processo finge di suonare[8]. Il video è stato incluso nel DVD del box-set The Dark Horse Years 1976-1992; il pezzo, assieme a tutto Thirty-Three & 1/3, compare anche come traccia musicale della raccolta[9].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ George Harrison, Thirty-Three & 1/3, Dark Horse Records, 2004.
  2. ^ a b c (EN) Graham Calkin, Thiry-Three & 1/3, JPGR. URL consultato il 3 giugno 2014.
  3. ^ a b (EN) Lindsay Planer, This Song - George Harrison, AllMusic. URL consultato il 3 giugno 2014.
  4. ^ a b (EN) Graham Calkin, George Harrison: This Song b/w Learning How to Love You, JPGR. URL consultato il 3 giugno 2014.
  5. ^ (NL) George Harrison - This Song (nummel), dutchcharts.nl. URL consultato il 3 giugno 2014.
  6. ^ (EN) Item Display - Top Singles - Volume 26, No. 17, January 22 1977, Library and Archives Canada. URL consultato il 3 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2014).
  7. ^ (FR) George Harrison, InfoDisc. URL consultato il 3 giugno 2014.
  8. ^ (EN) The top five music videos by George Harrison, hubpages.com. URL consultato il 3 giugno 2003.
  9. ^ (EN) Graham Calkin, The Dark Horse Years (Boxset), JPGR. URL consultato il 21 settembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock