The Illusionist - L'illusionista

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "The Illusionist" rimanda qui. Se stai cercando il programma televisivo, vedi La grande magia - The Illusionist.
The Illusionist - L'illusionista
Illusionit.png
Il protagonista del film (Edward Norton)
Titolo originale The Illusionist
Lingua originale inglese
Paese di produzione Repubblica Ceca
Anno 2006
Durata 110 min
Colore colore
Audio audio
Genere drammatico, fantastico, thriller
Regia Neil Burger
Soggetto Steven Millhauser
Sceneggiatura Neil Burger
Produttore Brian Koppelman, David Levien, Michael London, Cathy Schulman, Bob Yari
Produttore esecutivo Jane Garnett, Joey Horvitz, Ted Liebowitz, Tom Nunan
Distribuzione (Italia) Eagle Pictures
Fotografia Dick Pope
Montaggio Naomi Geraghty
Musiche Philip Glass
Scenografia Ondrej Nekvasil e Petra Habova
Costumi Ngila Dickson
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Illusionist - L'illusionista (The Illusionist) è un film fantastico del 2006 diretto da Neil Burger. È tratto dal racconto breve Eisenheim the Illusionist scritto dal Premio Pulitzer Steven Millhauser.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Due giovani adolescenti s'incontrano nell'impero austroungarico di metà Ottocento: Eduard Abramovitz, alle prime armi con trucchi di magia ed illusionismo, s'innamora della bella duchessa Sophie von Teschen, la quale ricambia l'amore del ragazzo, seppur per breve tempo, divisi dalla differente classe sociale.

Quindici anni dopo, durante uno spettacolo, Eduard, il cui nome d'arte è diventato Eisenheim, divenuto un famoso e noto illusionista, ritrova Sophie, ora promessa sposa del principe Leopold. Questi progetta di sposare la bella Sophie per avere l'appoggio degli ungheresi e rovesciare il padre. I due, accorgendosi che la loro passione non si è mai spenta, riusciranno finalmente ad amarsi, suscitando le ire del principe.

Eisenheim e Sophie sapranno però fare della loro storia d'amore un grande spettacolo di magia, del quale gli spettatori del film si accorgeranno solo al termine, così come l'ispettore Uhl, inizialmente scagnozzo del principe, poi, seppur in modo involontario, compiaciuto complice di Eisenheim.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

La sceneggiatura è liberamente ispirata a Eisenheim, l'Illusionista, un racconto breve di Steven Millhauser tratto dal libro Il museo Barnum. Insieme a The Prestige e Scoop, The Illusionist - L'illusionista è stato uno dei tre film del 2006 che hanno esplorato il mondo della magia.

Consulenza di magia e assistenza tecnica durante la produzione sono stati forniti da James Freedman, Ricky Jay, Michael Weber e Scott Penrose. Il regista Neil Burger ha scritto "Già in pre-produzione, James (Freedman) divenne un importante collaboratore; ideando, progettando e perfezionando tutto, dai piccoli giochi di prestigio con le mani ai grandi pezzi narrativi sul palcoscenico. Ha lavorato con Edward Norton insegnando come fare gli spettacoli teatrali e ha agito come una doppia mano in varie scene. Il suo contributo è stato enorme." La storia originale, su cui si basa il film, non include l'artificio del protagonista che accusa il principe di omicidio. Anche se il film è ambientato in Austria, è stato girato principalmente in Repubblica Ceca. La città di Vienna è rappresentata nel film da Tábor e Praga, mentre le scene ambientate nel villaggio durante l'infanzia di Eisenheim sono stati girati a Český Krumlov. Il castello del principe ereditario è in realtà lo storico castello di Konopiště (che si trova nei pressi di Benešov), dimora dell'arciduca Francesco Ferdinando d'Austria.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

La trama riprende - o quantomeno vi si ispira sapientemente, romanzandoli ed utilizzandoli come sfondo - i fatti accaduti a Mayerling, piccolo paese della Bassa Austria, il 30 gennaio del 1889. Lì il principe ereditario alla corona d'Austria l'Arciduca Rodolfo d'Asburgo-Lorena, e la sua amante, furono trovati morti in circostanze ancora non del tutto chiare. Probabilmente come nel film esse erano legate ad una supposta trama ordita dal principe ai danni del padre e della corona. Svariati film per il cinema e la televisione, e persino un manga si soffermano sulla storia.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Le musiche sono state composte da Philip Glass.

Track listing

"The Illusionist" – 2:24

"Do You Know Me" – 2:48

"Chance Encounter" – 3:23

"The Locket" – 2:54

"The Orange Tree" – 1:47

"The Mirror" – 1:27

"Wish I Would See You Again" – 1:26

"The Sword" – 0:36

"Meeting In The Carriage" – 1:09

"Sophie" – 2:50

"The Secret Plot" – 2:53

"Sophie's Ride To The Castle" – 2:05

"The Accident" – 1:30

"The New Theater" – 1:39

"Frankel Appears" – 3:26

"A Shout From The Crowd" – 2:02

"Eisenheim Disappears" – 2:07

"The Search" – 3:00

"The Missing Gem" – 3:03

"The Chase" – 4:11

"Life In The Mountains" – 4:31

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The Illusionist - L'illusionista (2006), IMDb.com, Inc..

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema