Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

The Happiness of the Katakuris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Happiness of the Katakuris
The Happiness of the Katakuris.JPG
Una scena del film che evidenzia la commistione tra pellicola e claymation
Titolo originale カタクリ家の幸福
Katakurike no kōfuku
Lingua originale giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 2001
Durata 113 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, thriller, musical, orrore
Regia Takashi Miike
Soggetto Kikumi Yamagishi
Sceneggiatura Kikumi Yamagishi
Fotografia Hideo Yamamoto
Montaggio Yasushi Shimamura
Musiche Kōji Endō, Kōji Makaino
Scenografia Misako Saka
Interpreti e personaggi
Premi

The Happiness of the Katakuris (カタクリ家の幸福 Katakurike no kōfuku?) è un film del 2001, diretto da Takashi Miike, liberamente tratto dal film sudcoreano Joyonghan Gajok.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'incipit del film è realizzato in claymation e mostra una sequenza che non ha alcuna attinenza con il resto della trama: in un ristorante un piccolo demone sbuca fuori da un piatto e strappa l'ugola a una ragazza, quindi fugge ma viene catturato da un corvo nero, generato da un uovo uscito dalla bocca di un serpente. Il demone però riesce a liberarsi, per poi essere definitivamente ucciso dal corvo.

La famiglia Katakuri possiede una pensione situata in montagna, accanto ad un vulcano, aperta con i risparmi di una vita del capofamiglia Masao. Il resto della famiglia è composta dalla moglie ottimista Terue, dal figlio ribelle Masayuki, dalla figlia ingenua e divorziata Shizue, dalla figlia di questa Yurie, che narra il film, e dal nonno Jimpei.

Tutti i componenti della famiglia Katakuri lavorano però a vuoto, poiché i clienti scarseggiano, fino ad una notte di tempesta in cui si materializza uno strano uomo che chiede una stanza. La mattina dopo Shizue scopre il cadavere dell'uomo, che sembra essersi suicidato infilzandosi il collo con un coltello. La famiglia Katakuri, sconvolta, decide di occultare il cadavere, per evitare problemi con la polizia e una pubblicità negativa, e seppellisce il corpo in giardino.

Ma quello è solo l'inizio di una serie di strani avvenimenti e di avventure che si abbatteranno sui Katakuri. Alla pensione giungono infatti altri strani personaggi, che muoiono tutti in circostanze misteriose. Alla famiglia Katakuri non resta altro che seppellire i corpi in giardino.

Inoltre Shizue viene irretita da un truffatore che si fa credere prima un militare della marina statunitense e poi un parente della Regina Elisabetta.

I Katakuri ricevono però anche la visita di un gruppo di normali ragazzi, oltre a quella di una strana famiglia, infine quella di un folle che ha ucciso la moglie e prende in ostaggio Terue davanti ai poliziotti arrivati alla pensione. Masao lo convince a lasciare Terue, proprio quando il vulcano erutta e sommerge tutta la montagna.

La famiglia Katakuri si ritrova miracolosamente salva e unita più che mai. Yurie però annuncia la morte del nonno, che avverrà un anno dopo, ma la famiglia sembra cogliere la notizia con ottimismo.

Estetica e stile[modifica | modifica wikitesto]

Il film è una commistione di vari generi quali la commedia grottesca, il musical e l'horror, che fa un largo uso della tecnica di animazione a passo uno claymation, usata per sostituire le parti più splatter della pellicola (ad esempio nella scena dell'incipit, in cui a una ragazza viene estirpata l'ugola).

Per quanto riguarda le scene musicali del film, Takashi Miike propone anche una sequenza in cui viene evidenziato il testo cantato dagli attori, come se fosse un karaoke.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema