Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

The Great Yokai War

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Great Yokai War
The Great Yоkai War.png
Una scena del film
Titolo originale Yōkai daisensō
Lingua originale Giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 2005
Durata 104 min (UK)/124 min (USA)
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35 : 1
Genere fantastico, avventura, orrore
Regia Takashi Miike
Soggetto Hiroshi Aramata (romanzo)
Sceneggiatura Takashi Miike, Mitsuhiko Sawamura, Takehiko Itakura
Produttore Fumio Inoue
Produttore esecutivo Tsuguhiko Kadokawa
Casa di produzione Kadokawa Eiga K.K., Nippon Television Network Corporation
Fotografia Hideo Yamamoto
Montaggio Yasushi Shimamura
Musiche Kōji Endō
Scenografia Hisashi Sasaki
Interpreti e personaggi

The Great Yokai War (妖怪大戦争, Yōkai daisensō?) è un film del 2005, diretto da Takashi Miike. Il film è uscito in Giappone il 6 agosto 2005 ed è stato presentato fuori concorso al Festival del cinema di Venezia il 5 settembre 2005.

Il film utilizza il titolo dell'omonimo film del 1968, distribuito dalla ADV Films.

L'unico tema comune in entrambi i film, è la guerra degli yokai: il primo film utilizzava la figura di un demone babilonese in viaggio verso il Giappone per punire le popolazioni indigene; nel lungometraggio moderno vengono utilizzate figure di rigetto per punire la popolazione.

Il film del 1968 utilizzò la tecnica visiva nipponica del Tokusatsu, mentre nel film del 2005 è stata utilizzata soprattutto la grafica computerizzata, oltre ai pupazzi animatronici e alla tecnica stop-motion.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un ragazzo si trasferisce in un paesino dopo il divorzio dei genitori; durante una festa locale, il ragazzo sceglie il Kirin come protettore.

Ben presto si viene a scoprire che il Kirin sta mettendo in atto una feroce guerra contro gli umani e le popolazioni locali.

Premi e accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film venne presentato al Festival del cinema di Venezia il 5 settembre 2005, dove ottenne un mediocre riscontro dalla critica.

Successivamente, la pellicola venne mostrata al Toronto Film Festival il 15 settembre 2005, dove il film venne giudicato "una pellicola bizzarra, in cui gli uomini si scontrano contro il sovrannaturale".

Il film fu oggetto di varie anteprime nazionali in molti paesi, quali gli Stati Uniti, la Germania e la Francia.

Allo Yokohama Film Festival svoltosi nel 2006, il film si aggiudicò la categoria "Miglior fotografia". Nello stesso anno, Ryunosuke Kamiki ottenne una nomination come "Miglior attore" per il suo ruolo nel film.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]