Sukhoi Su-1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sukhoi Su-1/Su-3
Un Sukhoi Su-1
Un Sukhoi Su-1
Descrizione
Tipo aereo da caccia
Equipaggio un pilota
Progettista URSS OKB-51 Sukhoi
Costruttore URSS Industrie di Stato URSS
Data primo volo 15 giugno 1940
Data entrata in servizio mai entrato in servizio
Esemplari un Su-1 ed un Su-3
Dimensioni e pesi
Lunghezza 8,42 m
Apertura alare 11,50 m
Altezza 2,71 m
Superficie alare 19
Peso a vuoto 2 495 kg
Peso carico 2 875 kg
Propulsione
Motore un Klimov M-105P
motore V12 raffreddato a liquido
Potenza 1 100 hp (820 kW)
Prestazioni
Velocità max 640 km/h (345 kt) a 10 000 m (32 810 ft)
Velocità di salita a 10 000 m (32 810 ft) in 10 min 20 s
Autonomia 720 km (390 nmi)
Armamento
Mitragliatrici 2 ShKAS calibro 7,62 mm
Cannoni uno ShVAK calibro 20 mm

dati tratti da:
The Great Book of Fighters[1]
Istoriia konstruktskii samoletov v SSSR[2]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Sukhoi Su-1 (in caratteri cirillici: Сухой Су-1), indicato anche come I-330 (И-330), fu un aereo da caccia d'alta quota monomotore monoplano ad ala bassa progettato dall'OKB 51 diretto da Pavel Osipovič Suchoj, sviluppato in Unione Sovietica nei primi anni quaranta e rimasto allo stadio di prototipo.

Il Su-3 (I-360) era una versione migliorata del progetto originale del Su-1.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1939, fu affidata all'ufficio tecnico di Suchoj la progettazione di un caccia da utilizzare ad altitudini elevate. Il risultato, il Su-1, era un monoplano convenzionale con la fusoliera in legno e le ali in duralluminio. L'abitacolo non era pressurizzato. La caratteristica chiave di questo nuovo aereo era una coppia di turbocompressori TK-2 messi in funzione dai gas di scarico del motore Klimov M-105P. Il prototipo fu completato nel maggio 1940. Il suo primo volo fu effettuato il 15 giugno 1940 con il pilota A.P. Chernyavsky ai comandi. In aprile 1941, l'aereo raggiunse la velocità massima di 641 km/h a 10 000 m (32 810 ft) di quota. In ogni caso, i turbocompressori si dimostrarono inaffidabili e senza questi ultimi, l'aereo risultava inferiore al concorrente Yakovlev Yak-1.

Su-3[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo prototipo del Su-1, fu designato Su-3. La differenza dal primo prototipo risiedeva nella superficie alare ridotta a 17 m². L'aereo costruito nel 1941 non volò mai. Il progetto fu abbandonato definitivamente per via dei continui problemi dei turbocompressori TK-2.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Green e Swanborough 2001.
  2. ^ Šavrov 1994.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Vladimir Antonov, Yefim Gordon, Mikolai Gordyukov, Vladimir Yakovlev, Vyachaslav Zenkin, Lenox Carruth, Jay Miller, OKB Sukhoi - A history of the design bureau and its aircraft, Midland Publishing (Aerofox), 1996, ISBN 1-85780-012-5.
  • (EN) William Green, Gordon Swanborough, The Great Book of Fighters, St. Paul, Minnesota, MBI Publishing, 2001, ISBN 0-7603-1194-3.
  • (EN) Bill Gunston, The Osprey Encyclopedia of Russian Aircraft 1875-1995, London, Osprey, 1995, ISBN 0-7064-1287-7.
  • (RU) Vadim Borisovič Šavrov, Istoriia konstruktskii samoletov v SSSR, 1938-1950 gg. (3 izd.), Mashinostroenie, 1994, ISBN 5-217-00477-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Velivoli comparabili[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]