Bill Gunston

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

William Tudor "Bill" Gunston (Londra, 1º marzo 19271º giugno 2013) fu uno scrittore e giornalista britannico, specializzato nell'aviazione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel quartiere di Charing Cross, nel centro di Londra, Gunston si interessò giovanissimo all'aviazione entrando poi nella Royal Air Force a 18 anni durante la seconda guerra mondiale. Ottenne il brevetto di pilota, ma non venne mai impiegato in combattimento, occupandosi dell'addestramento dei piloti e nel contempo frequentando l'Università di Durham. Lasciata la RAF nel 1948, entrò come giornalista nel 1951 presso il periodico Flight International, di cui divenne nel tempo uno degli autori più prestigiosi, firmandosi con la sigla "WTG", per poi diventarne editore per la parte tecnica nel 1955. Dal 1969 ha fatto parte dello staff del Jane’s All the World’s Aircraft, il noto annuario internazionale dell'aviazione e dal 1995 al 2007 è stato editore del Jane’s Aero-Engines, pubblicato dalla stessa casa editrice.

Gunston è noto come autore soprattutto per la sua corposissima opera di libri di successo riguardanti l'aviazione, sia altamente specialistici che divulgativi, che negli anni hanno quasi raggiunto il numero di 400,[1] e di cui molti di essi sono stati tradotti in varie lingue. Si può ricordare la nutrita serie di volumi monografici riguardanti la storia dell'aviazione, pubblicati nel Regno Unito dalla Salamander Books,[2] ed in diverse altre lingue, tra cui in italiano dalla Fabbri Editori,[3] in spagnolo dalla Ediciones Folio,[4] in francese dalla Éditions PML ed in polacco dalla Polska Oficyna Wydawnicza BGW, come pure la serie sugli aeromobili sovietici. Oltre a questi ha scritto migliaia di articoli giornalistici su Flight International ed altre riviste del settore.

Nel 1996 venne insignito del titolo di Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico per meriti culturali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Michael J. Gething, Necrologio di Bill Gunston su Jane's Defence Weekly, 9 giugno 2013. URL consultato il 3 aprile 2014.
  2. ^ (EN) Bill Gunston, Allied Fighters of World War II, Londra, Salamander Books Ltd., 1981, p. 160 (catalogo), ISBN 0-86101-081-7.
  3. ^ Bill Gunston, Caccia dell'Asse nella Seconda Guerra Mondiale, Milano, Gruppo Editoriale Fabbri Spa, 1981, p. 160 (catalogo), ISBN non esistente.
  4. ^ (ES) Bill Gunston, Cazas y aviones de ataque alemanes de la segunda guerra mundial, Barcellona, Ediciones Folio S.A., 1995, ISBN 84-7583-828-6.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 27065664 · BNF: cb119065418 (data)