Sugilite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sugilite
Sugilith2A.jpg
Classificazione Strunz VIII/E.22-110
Formula chimica KNa2(Fe++,Mn++,Al)2Li3Si12O30
Proprietà cristallografiche
Sistema cristallino Esagonale
Gruppo puntuale 6/m 2/m 2/m
Gruppo spaziale P 6/mcc
Proprietà fisiche
Densità da 2,75 a 2,80 g/cm³
Durezza (Mohs) da 5,5 a 6,5
Colore variabile da rosa a viola
Lucentezza da opaca a traslucida
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La sugilite (conosciuta anche come Luvulite o Lavulite) fa parte dei ciclosilicati ed è un minerale relativamente raro e pregiato appartenente al gruppo della milarite. Assume colorazione variabile dal rosa al viola-porpora ed ha una complessa formula chimica: KNa2(Fe, Mn, Al)2Li3Si12O30.

Abito cristallino[modifica | modifica wikitesto]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

La sugilite fu descritta per la prima volta nel 1944 dal petrologo giapponese Ken-ichi Sugi (1901 - 1948) che la rinvenne sull'isoletta di Iwagi, in Giappone, in diversi conglomerati intrusivi di egirina e sienite. Sono conosciute solo 10 località al mondo in cui è possibile trovare della sugilite: tra queste figurano la Liguria e la Toscana, (Italia); il Monte Sant'Ilaria, in Québec (Canada); la miniera Wessels, nella Provincia del Capo Settentrionale (Sudafrica), dove viene estratta da un giacimento di manganese; il Nuovo Galles del Sud, in Australia; il Madhya Pradesh, in India; l'isola di Shikoku, Giappone.

Forma in cui si presenta in natura[modifica | modifica wikitesto]

Raramente viene rinvenuta in natura in forma cristallina, più spesso è possibile trovarla sotto forma masserelle discrete e traslucide, più o meno concrezionate, di pegmatite.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Webmin, webmineral.com.
Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia