Ipoclorito di litio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ipoclorito di litio
Nome IUPAC
ossoclorato(I) di litio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare LiClO
Peso formula (u) 58,4
Aspetto solido bianco
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 0,531
Temperatura di fusione 135 °C (408 K)
Temperatura di ebollizione 1336 °C (1609 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
comburente corrosivo irritante pericoloso per l'ambiente

pericolo

Frasi H 272 - 302 - 314 - 400
Consigli P 220 - 273 - 280 - 305+351+338 - 310 [1]

L'ipoclorito di litio è il sale di litio dell'acido ipocloroso.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

In alcuni paesi è ancora usato come disinfettante per piscine[2] sebbene sia abbastanza nocivo.

Tossicità[modifica | modifica wikitesto]

Dosi di 500 mg/kg causano mortalità e patologie varie nei ratti[3]. L'uso di prodotti disinfettanti basati sullo ione ipoclorito (quindi anche l'ipoclorito di sodio, la normale candeggina) possono reagire con sostanze acide per formare gas cloro estremamente tossico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 20.09.2012
  2. ^ (EN) Un sito americano su cui si offre un disinfettante per piscine all'ipoclorito di litio
  3. ^ (EN) Hoberman A. M., Deprospo J. R., Lochry E. A., Christian M. S., Developmental toxicity study of orally administered lithium hypochlorite in rats in Journal of the American College of Toxicology, vol. 9, nº 3, 1990, pp. 367–379.
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia