Sergio Zanetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sergio Zanetti
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 176 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 2005 - giocatore
Carriera
Giovanili
1982-1985 Talleres (RdE)
Squadre di club1
1985-1988 Talleres (RdE) 33 (0)
1988-1995 Dep. Español 261 (8)
1995-2001 Racing Club 154 (3)
2001-2002 Cremonese 0 (0)
2002-2003 Verbania 17 (2)
2003-2005 Bellinzona 48 (3)
2005 Locarno 29 (0)
Carriera da allenatore
2006-2007 Pro Sesto Esordienti
2007-2008 Pro Sesto Allievi
2008-2009 Monza Allievi
2009-2010 Pro Patria Giovanissimi
2010-2011 Como Berretti
2011-2013 Inter Berretti
2013-2014 Livorno Primavera
2014-2015 Chievo coll. tecnico
2015 Lecco
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 4 giugno 2015

Sergio Ariel Zanetti (Avellaneda, 22 novembre 1967) è un allenatore di calcio ed ex calciatore argentino, di ruolo difensore o centrocampista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È il fratello maggiore di Javier Zanetti, con il quale condivide le origini italiane, essendo il bisnonno originario di Sacile in provincia di Pordenone.[1][2]

Ha due figli: Nicolás nato nel 1994 e Federico nato nel 1998. Anch'essi sono calciatori.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a giocare nelle giovanili del Talleres, squadra con la quale debutta in Primera B Nacional nel 1987. In quel periodo viene soprannominato dai suoi compagni di squadra Pupi, soprannome che passerà cinque anni più tardi a suo fratello Javier.[4] Dopo una stagione passa al Deportivo Español, dove trascorrerà sette anni in Primera División, totalizzando 261 presenze ed 8 reti. Nel 1995 passa al Racing Club, e in sei anni scende in campo 154 volte segnando 3 gol.

Dopo 468 presenze nella massima serie del campionato argentino,[5] nel 2001 Zanetti si trasferisce in Italia, alla Cremonese, che non lo utilizza mai, e dopo un anno passa al Verbania in Serie D.

Termina la sua carriera nella Challenge League in Svizzera, giocando dal 2003 al 2005 al Bellinzona, per poi concludere nel Locarno.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 frequenta i corsi di preparazione per allenare a Coverciano,[6] e un anno più tardi inizia ad allenare nel settore giovanile della Pro Sesto, dove in due stagioni guida prima gli Esordienti e poi gli Allievi Nazionali,[5][6]. L'anno seguente allena gli Allievi del Monza.[6][7] Dopo una stagione alla guida dei Giovanissimi della Pro Patria,[6] nel 2010 allena la squadra Berretti del Como[6][8]. Il 2 luglio 2011 viene ufficializzato il suo approdo all'Inter come allenatore della Berretti, avendo come assistente Antonio Manicone.[9] Tra le file dei nerazzurri lavora insieme a suo fratello minore Javier, capitano della prima squadra.[6] Nel primo anno in neroazzurro conquista il Campionato Nazionale Dante Berretti. Nel suo secondo anno da allenatore della Berretti viene sconfitto in finale dall'Atalanta di Giuseppe Bergomi.

Nell'estate del 2013 passa ad allenare la Primavera del Livorno piazzandosi al 7º posto in campionato.

Dopo essere stato collaboratore al Chievo, il 4 giugno 2015 diventa il nuovo allenatore del Lecco in Serie D.[10]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Talleres: 1987-1988

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 2011-2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zanetti manda baci al Friuli, in La Gazzetta dello Sport, 20 dicembre 1997. URL consultato il 10 giugno 2011.
  2. ^ "La nostra stagione non è buttare", sportmediaset.it, 5 maggio 2011.
  3. ^ Dinastia Zanetti: il nipote in prova in club di Eccellenza
  4. ^ Zanetti, p. 31
  5. ^ a b Anche la Pro Sesto ha il suo Zanetti, La Gazzetta dello Sport, 11 novembre 2007. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  6. ^ a b c d e f Juniores, S. Zanetti: "Insegno il sacrificio", 13 agosto 2011. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  7. ^ ALLIEVI NAZIONALI MONZA: E' INIZIATA LA NUOVA STAGIONE, ZonaCalcio, 19 agosto 2008. URL consultato il 2 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 17 marzo 2012).
  8. ^ Giovanili Como: successi per Berretti e Allievi, male tutte le altre, Lariosport. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  9. ^ Settore Giovanile: ecco la squadra dei tecnici, 2 luglio 2011. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  10. ^ Ufficiale Lecco panchina a Zanetti

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Javier Zanetti, Capitano e gentiluomo, Rizzoli, 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]