Schoepite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Schoepite
Schoepite-Cuprosklodowskite-181014.jpg
Classificazione Strunz IV/H.01-40
Formula chimica (UO2)8O2(OH)12·12(H2O)
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino  
Sistema cristallino ortorombico
Classe di simmetria  
Parametri di cella  
Gruppo puntuale mm2
Gruppo spaziale P 21ca
Proprietà fisiche
Densità 4,49 g/cm³
Durezza (Mohs) 2-3
Sfaldatura perfetta (001)
Frattura  
Colore da giallo-limone a giallo paglierino;
Lucentezza adamantina
Opacità da trasparente a translucida
Striscio  
Diffusione  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

La schoepite è un minerale di uranio rinvenuto la prima volta a Shinkolobwe (Katanga) e descritto dal mineralogista canadese Walker nel 1923.

Si tratta di un ossido idrato di uranio e prende il nome dal mineralogista Alfred Schoep.

Abito cristallino[modifica | modifica wikitesto]

Si presenta usualmente in cristalli tabulari o lamellari mal definiti o in aggregati fibroso-raggiati. Più raramente si presenta in forma di prismi allungati.

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

Forma in cui si presenta in natura[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • autori vari. Minéraux d'uranium du Haut Katanga, Les amis du Museé du Congo Belge, Tervuren (Belgique), p.9,26
mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia