Curite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curite
Curit mineralogisches museum bonn.jpg
Classificazione Strunz IV/H.07-50
Formula chimica Pb3+x(H2O)2[(UO2)4+x(OH)3-x]2, x~0.5
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino  
Sistema cristallino ortorombico
Classe di simmetria  
Parametri di cella  
Gruppo puntuale 2/m 2/m 2/m
Gruppo spaziale Pnam
Proprietà fisiche
Densità 7,192 g/cm³
Durezza (Mohs) 4
Sfaldatura secondo (100)
Frattura  
Colore rosso-arancio, talvolta giallo
Lucentezza adamantina
Opacità da trasparente a translucida
Striscio  
Diffusione rara
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La curite è un minerale costituito da ossido di uranio e piombo, il cui nome è stato dedicato a Maria Curie.

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

A Shinkolobwe (Katanga) si è formata come prodotto d'ossidazione dell'uraninite, associata a torbernite, soddyite, fourmarierite e kasolite, talvolta ricoperta da ossidi di cobalto e nichel.

A Malakialina (Madagascar) è associata a gummite e uranofane.

Forma in cui si presenta in natura[modifica | modifica wikitesto]

Si presenta in aggregati aciculari oppure in masse compatte o anche terrose.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia