Santuario di Portonaccio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ruderi del Santuario di Portonaccio
L'Apollo detto di Veio, trovato a Portonaccio

Portonaccio è una località situata nei pressi dell'antica città etrusca di Veio, a nord della città Roma. Non deve confondersi con l'omonima area urbana interna alla città, vicino alla Via Tiburtina.

Portonaccio era sede di un santuario, fra i più venerati di tutta l'Etruria, dedicato alla dea Minerva, alla quale era dedicato un tempio eretto nel 510 a.C.
Negli scavi del santuario fu ritrovata la famosa statua fittile dell'Apollo di Veio, attribuito allo scultore etrusco Vulca.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Colonna (a cura di), Il Santuario di Portonaccio a Veio. Gli scavi di Massimo Pallottino nella zona dell'altare (1939-1940), vol. 1, Roma, Giorgio Bretschneider Editore, 2002, ISBN 978-88-7689-209-7.
  • Laura Ambrosini, III. La cisterna arcaica con l'incluso deposito di età ellenistica in Giovanni Colonna (a cura di), Il Santuario di Portonaccio a Veio, Roma, Giorgio Bretschneider Editore, 2010, ISBN 978-88-7689-246-2.
  • Luciana Drago Troccoli (a cura di), Veio: i santuari di Portonaccio e piano di comunità in Scavi e ricerche archeologiche dell'Università di Roma "La Sapienza", Roma, L'Erma di Bretschneider, 1998, pp. 139-143, ISBN 978-88-8265-015-5.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Coordinate: 42°01′17.09″N 12°23′26.95″E / 42.021413°N 12.390819°E42.021413; 12.390819

Etruschi Portale Etruschi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Etruschi