São João do Polêsine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
São João do Polêsine
comune
São João do Polêsine – Stemma São João do Polêsine – Bandiera
São João do Polêsine – Veduta
La chiesa Corpus Christi a Vale Vêneto
Localizzazione
StatoBrasile Brasile
Stato federatoBandeira do Rio Grande do Sul.svg Rio Grande do Sul
MesoregioneCentro Ocidental Rio-Grandense
MicroregioneRestinga Seca
Amministrazione
SindacoMatione Sonego
Territorio
Coordinate29°36′57″S 53°26′46″W / 29.615833°S 53.446111°W-29.615833; -53.446111 (São João do Polêsine)Coordinate: 29°36′57″S 53°26′46″W / 29.615833°S 53.446111°W-29.615833; -53.446111 (São João do Polêsine)
Altitudine37 m s.l.m.
Superficie79,237 km²
Abitanti2 635[1] (2010)
Densità33,25 ab./km²
Altre informazioni
Lingueportoghese, talian
Cod. postale97230-000
Prefisso55
Fuso orarioUTC-3
Codice IBGE4318432
Nome abitantipolesinensi
PatronoSan Giovanni Battista
Cartografia
Mappa di localizzazione: Brasile
São João do Polêsine
São João do Polêsine
São João do Polêsine – Mappa
Sito istituzionale

São João do Polêsine è un comune del Brasile nello Stato del Rio Grande do Sul, parte della mesoregione Centro Ocidental Rio-Grandense e della microregione di Restinga Seca.

Istituito nel 1992, con i suoi 3.000 abitanti circa è un comune in via di sviluppo.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Protetto da una bella valle nella tranquillità dell'interno del Rio Grande do Sul, il comune è situato nella parte centrale della Valle di Jacuí, a 45 chilometri da Santa Maria e fa parte della cosiddetta quarta colonia italiana d'immigrazione del Brasile.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente chiamato Terra de Manoel Py, il toponimo São João do Polêsine è nato dall'unione di religiosità e ricordo della la terra d'origine dei coloni italiani: io nome del comune deriva dal patrono San Giovanni Battista, come ringraziamento per la buona accoglienza nella nuova terra, e per mantenere vivo il ricordo del Polesine delle pianure del fiume Po nel nord Italia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il processo istitutivo ebbe inizio nel 1986, quando il governo statale autorizzò una consultazione referendaria per istsuire il comune di São João do Polêsine, esteso fino all'attuale strada RSC-287; il voto però non ebbe successo. Nel 1991 si tenne un secondo referendum, questa volta su un'area più piccola, che ebbe successo: il comune di São João do Polêsine fu così istituito il 20 marzo 1992, con la legge statale n. 9.601.

Nel 2006 è stata inaugurata la prima biblioteca pubblica, che oggi conta una collezione di duemila opere.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Come in tutte la città italiane, anche se composte da immigrati, la religiosità di São João do Polêsine è notevole: cappelle e capitelli sono disseminati nelle numerose frazioni comunali, con la sua architettura molto particolare. In questo municipio, precisamente a Ribeirão, nacque il religioso João Luiz Pozzobon (1904-1985), canonizzato.

  • Chiesa del Corpus Christi, a Vale Vêneto.
  • Monumento a Nostra Signora di Salete, patrona dei contadini: salejdo i suoi 77 gradini, è posibile e contemplare la bellezza della valle.
  • Casa museo di João Luiz Pozzobon.
  • Centro di supporto alla ricerca paleontologica, parte dell'Università Federale di Santa Maria, studia i numerosi fossili del Triassico presenti nella zona.[2]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Gran parte della popolazione di San Joao do Polêsine lavora nell'agricoltura, coltivando in particolare il riso, oltre a mais e fagioli, e dedicandosi all'allevamento del bestiame o nelle industrie di trasformazione. Per l'irrigazione delle colture viene tuttora utilizzato un grande motore a vapore, che conserva ancora oggi la grandezza di un tempo e contribuisce a raccontare parte della storia della città.

La Sagra regionale del riso si svolge la terza domenica di maggio e porta a San Joao do Polêsine persone provenienti da diverse città vicine, che vengono a degustare quello che viene considerato uno dei migliori risi prodotti nella regione e altri piatti tipici della cucina italiana.

La vocazione al lavoro della terra è visibile anche prima di arrivare a São João do Polêsine, quando le piantagioni di riso indicano al visitatore che la città è vicina. Questo rapporto con la natura ha fatto sì che le sue risorse naturali siano rimaste molto ben conservate. Pianificare una passeggiata attraverso le valli e le colline che circondano São João do Polêsine o visitare la riserva di Pedras Brancas, un'area di foresta autoctona, con sentieri ecologici, sono alcune delle opzioni più salutari.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Vale Vêneto

Il comune è suddiviso in tre distretti:

  • Sede: Centro, Vila Nova São Lucas, Vila Ceolin, Linha do Monte, Ribeirão e Linha Bonfim;
  • Vale Vêneto
  • Recanto Maestro

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (PT) Scheda del comune dall'IBGE - Censimento 2010, su cod.ibge.gov.br. URL consultato il 9 maggio 2015.
  2. ^ Centro de Apoio à Pesquisa Paleontológica, su ufsm.br.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Brasile Portale Brasile: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Brasile