Muscolo quadricipite femorale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Quadricipite)
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Muscolo quadricipite femorale
Illu lower extremity muscles.jpg
(In alto) La Disposizione del Quadricipite Femorale nella coscia assieme al Sartorio (il retto del femore è stato asportato permettendo la visione del vasto intermedio)
Sistema Sistema muscolare
Muscolo antagonista Bicipite femorale, Muscolo semitendinoso, Muscolo semimembranoso.
Nervo L2-L4

Il quadricipite è un muscolo del corpo umano situato (assieme al muscolo sartorio) nella parte anteriore della coscia. Viene definito la massa muscolare più voluminosa del corpo[senza fonte].

È costituito da quattro capi: retto femorale, vasto mediale, vasto laterale e vasto intermedio, che hanno rispettivamente origine dalla spina iliaca anteriore inferiore, dalla prossimità del collo anatomico del femore (più precisamente dalla parte prossimale del labbro mediale della linea aspra), dalla parte laterale del grande trocantere e dalla parte prossimale della faccia antero-laterale del femore. Questi quattro capi (da cui il nome quadricipite) si fondono apparentemente in un unico tendine comune che però è formato dalla sovrapposizione di tre lamine, inserito sulla rotula (patella). Questo tendine, scendendo più in basso e inserendosi sulla tuberosità tibiale, va a formare il legamento patellare, che rinforza la capsula articolare del ginocchio. Questo grande muscolo è uno dei più importanti per il mantenimento della stazione eretta e per la deambulazione. Il retto femorale è un muscolo biarticolare poiché permette il movimento di due articolazioni, la coxofemorale e il ginocchio.

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Un gruppo di ricercatori svizzeri ha scoperto nel 2016 un nuovo fascio del quadricipite chiamato “tensore del vasto intermedio” (abbreviazione TVI) o “Tensor of the Vastus Intermedius” in inglese grazie all'analisi di 26 cadaveri (era presente in ognuno di essi). Si trova fra il vasto intermedio e quello laterale. Origina nella parte prossimale anteriore del femore fra il vasto laterale e intermedio per procedere con un aponeurosi (essenzialmente un tendine) fino a far parte del tendine del muscolo quadricipite del femore, attaccandosi alla patella. Si tratta dunque di un muscolo molto corto. Secondo gli autori i ricercatori non se ne sono accorti prima perché si tratta di un'area poco toccata da operazioni chirurgiche, quindi non studiata come si deve. Inoltre il vasto laterale, intermedio e il TVI sono molto vicini, coperti da una complessa organizzazione di nervi e vasi sanguigni. Si presume che il TVI possa avere una funzione importante nel controllo della patella, bilanciandola, oppure contribuisce nell'azione del vasto intermedio, creando tensione, da questo il nome tensore del vasto intermedio TVI. Ogni paziente possiede differenze anatomiche, come ad esempio fra la gamba destra e quella sinistra. È stato notato che il 42% presentava un TVI che non si univa con altri tendini, il 23% dei tendini TVI condivideva un aponeurosi col vasto intermedio, 19% col vasto laterale, 15% con entrambi i vasti (laterale e intermedio).

Azione[modifica | modifica wikitesto]

Con la sua azione estende la gamba sulla coscia. Il capo denominato retto femorale flette la coscia sul bacino.