Muscolo semimembranoso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Muscolo semimembranoso
Semimembranosus muscle.PNG
Il muscolo semimembranoso, medialmente in rosso, dopo sezione del muscolo grande gluteo.
Anatomia del Gray (EN) Pagina 479
Nome latino musculus semimembranosus
Sistema Sistema muscolare
Origine tuberosità ischiatica
Inserzione condilo mediale della tibia e condilo laterale del femore
Antagonista muscolo quadricipite femorale e muscolo tensore della fascia lata
Azioni Estensione coscia, flessione gamba
Arteria vena femorale profonda e arteria gluteale
Nervo Tibiale (L4-S1)
Identificatori
TA A04.7.02.036
FMA 22438

Il muscolo semimembranoso è un muscolo posteriore e mediale della coscia, posto in profondità rispetto al muscolo semitendinoso. Insieme a quest'ultimo e al bicipite femorale forma il gruppo dei muscoli ischiocrurali. Il suo nome deriva dal fatto che è costituito, nel suo terzo superiore, da una larga lamina tendinea. Assieme ai muscoli bicipite femorale, semitendinoso e gastrocnemio delimita i margini della cavità poplitea.

Anatomia[modifica | modifica wikitesto]

Origina dalla tuberosità ischiatica, come tutti i muscoli ischiocrurali. All'altezza dell'interlinea articolare del ginocchio, il suo tendine si divide in tre fasci:

  • discendente: va a terminare sulla parte posteriore del condilo mediale della tibia,
  • ricorrente: risale verso il condilo laterale del femore formando il legamento popliteo obliquo dell'articolazione del ginocchio,
  • anteriore (o tendine riflesso): termina sulla parte anteriore del condilo mediale della tibia.

Azione[modifica | modifica wikitesto]

Con la sua azione è in grado di estendere la coscia, flettere la gamba e, a ginocchio flesso, di intraruotare tibia e perone.

Innervazione[modifica | modifica wikitesto]

Come tutti i muscoli ischiocrurali è innervato dal nervo tibiale (L4-S1).